Notizie.it logo

Cosa evitare di fare in vacanza in Algeria

Cosa evitare di fare in vacanza in Algeria

L’Algeria è un meraviglioso paese che fa parte del Maghreb (in arabo المغرب al-Maghrib) cioè “luogo del tramonto”, perché situato nella parte più occidentale dei paesi arabi.

Se stai pensando ad una vacanza in questo paese, sappi che le autorità segnalano alcune importanti attenzioni da avere durante il periodo del tuo soggiorno. In Algeria sono molto frequenti le manifestazioni. Moltissime di queste sono pacifiche, ma alcune, tra cui le proteste scaturite a seguito dell’attentato terroristico di Parigi, sfociano in scontri aperti tra polizia e manifestanti. Verifica dunque sempre la situazione politica subito prima di partire e presta attenzione alle manifestazioni in corso, evitando eventualmente i luoghi in cui sono programmate.

Se desideri spostarti verso Amenas o verso la città di Tamanrasset, sarebbe consigliabile muoversi in aereo.

Le autorità competenti consigliano anche di prestare molta attenzione nelle aree comprese dalle province di Adrar, Tamanrasset e Illizi che non sono specificamente coperte, e in particolare nelle province di Bordj Bou Arreridj, Bejaia e Skikda east of Algiers, che sono sotto continua minaccia terroristica.

In generale c’è un alto livello di rischio di attentati terroristici in Algeria. Il governo algerino ha richiamato l’attenzione sul potenziale rischio di infiltrazioni dell’ISIS a seguito del rapimento e della successiva uccisione di un cittadino francese nell’area di Kabylie nel settembre del 2014.

In generale è considerata più sicura l’area attorno ad Algeri e alle altre principali città, ma le autorità consigliano di evitare le aree poco conosciute, specialmente la sera. Le aree rurali di notte sono particolarmente pericolose.

In generale è consigliabile muoversi avendo delle figure di riferimento: operatori turistici esperti, strutture alberghiere di alto livello, guide turistiche o persone di riferimento a cui chiedere aiuto e supporto in caso di necessità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche