Galleria Umberto I di Napoli: tutte le informazioni

Storia, curiosità e informazioni sulla storica Galleria commericale Umberto I del centro di Napoli, simbolo della città campana.

La Galleria commerciale Umberto I di Napoli è uno dei simboli più importanti della città campana. Centro della vita del capoluogo campano, è una delle tappe più importanti per scoprire le meraviglie della città.

Galleria Umberto I di Napoli: storia

La galleria Umberto I è una galleria commerciale costruita a nel capoluogo campano in appena tre anni, tra il 1887 e il 1890.

È dedicata a Umberto I d’Italia, come omaggio al Re e in ricordo della sua generosa presenza durante l’epidemia di colera del 1884, che mostrò l’esigenza di un “Risanamento” della città.

Con una lunghezza massima 147 metri, una larghezza di 15, e alta 34 metri e mezzo, il cui vertice della cupola raggiunge 57 metri, la galleria è un monumento maestoso e suggestivo situato nel cuore di Napoli. Infatti, in pochi anni dalla costruzione è diventato il centro mondano della città.

Advertisements

napoli

Curiosità

La Galleria Umberto I ha 4 ingressi: Via Toledo, Via Santa Brigida, Via San Carlo e Vico Rotto San Carlo. L’ingresso principale si apre su Via San Carlo ed è composto da una facciata ad esedra che in basso è costituita da un porticato retto da colonne di travertino e da due archi ciechi.

Uno degli archi immette alla galleria mentre l’altro all’ambulacro.

Ma il numero quattro è ricorrente nella struttura della galleria. Infatti, sulle colonne poste ai lati dell’arco di sinistra sono rappresentate in marmo le quattro parti del mondo.

La prima da sinistra simboleggia l’Europa ed è una figura di donna che con la mano destra impugna una lancia appoggiandosi ad essa e custodendo ai piedi una lapide con su scritto: Corpus Juris Civilis.

La seconda figura stringe una coppa e rappresenta l’Asia. La terza ha i tratti del viso e l’abbigliamento dell’Africa, ha con sé un casco di banane e ha la mano sinistra appoggiata sopra una sfinge. La quarta è una figura femminile che potremmo ritenere “colombiana” per la sua chiara allusione alle scoperte geografiche. La mano destra si posa su un fascio littorio e ai piedi ha un grosso volume di tavole geografiche con un globo terrestre su cui è scritto Colombo.

Ma non solo di geografia parlano le sue opere. Infatti, nella galleria sono rappresentate anche le scienze, con la Fisica e la Chimica rappresentate nelle nicchie sovrastanti. All’interno vi sono, poi, altre quattro statue che raffigurano le stagioni, e altre due rappresentati la Scienza e il Lavoro.

galleria napoli

Leggenda

Come molti luoghi italiani amati dai turisti, anche nella Galleria vi sono leggende e tradizioni da rispettare. Infatti, secondo la leggenda, se si desidera tornare a Napoli bisogna fare tre volte il giro sul mosaico del proprio segno zodiacale nella Galleria.

Galleria Commerciale

La galleria ospita botteghe, studi professionali, redazioni di giornali, uffici e atelier di moda. In pochi anni la galleria è diventata uno dei luoghi dove accadevano i piccoli e grandi eventi della città di Napoli.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Mercato Orientale, Genova: storia e informazioni

Castello del Buonconsiglio di Trento: il gioiello tra le montagne

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media