Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Montepulciano: migliori hotel e terme della città medievale

Montepulciano

Montepulciano: città del vino nobile e delle terme; patrimonio di arte, storia ed enogastronomia, tra le colline toscane.

Montepulciano non è solo il nome di uno dei vini più pregiati della tradizione italiana, ma è anche simbolo dell’incrocio tra storia, tradizione e contaminazione sociale, nel cuore della cultura italiana. Località popolata fin dall’epoca etrusca, Montepulciano è stata per molti secoli il simbolo delle guerra tra Siena e Firenze per assicurarsi il controllo della Valdichiana e della Val d’Orcia.

Solo in un secondo tempo, non appena l’autorità senese inizia ad alternarsi, per poi sostituirsi all’autorità fiorentina sulla città, inizia a consolidarsi la presenza di un’alta borghesia mercantile, agricola e manifatturiera , la cui fonte principale erano gli scambi commerciali.

Cosa vedere a Montepulciano

Dal 1300 l’importanza politica ed economica di Montepulciano comincia a mostrarsi in tutta la sua evidenza: la vicinanza ai più importanti snodi viari dell’epoca, favorì le attività commerciali locali, facendo della città e del suo mercato, un punto di riferimento ad un nodo di scambio fra i prodotti agricoli della Val d’Orcia e di gran parte della Valdichiana.

Prima di scegliere l’hotel di Montepulciano, consigliamo di visualizzare su Booking.com le migliori offerte

Booking.com

Montepulciano sorge sopra un colle, collocandosi a circa 600 metri sul livello del mare: una posizione strategica, dalla cui altezza mediana è possibile godersi uno tra i paradisi più belli ed emozionanti dell’Italia Centrale.

Le verdi colline toscane, famose in tutto il mondo, per le coltivazioni di olivi e vigneti e i cipressi, scandiscono i particolari di un paesaggio che, nel corso dei secoli è stato decantato, raffigurato e celebrato da alcune delle maggiori intellighetiae della storia: uno per tutti è Leonardo Da Vinci.

Montepulciano è di per sé particolare, grazie a quella straordinaria commistione artistica che lega l’antica Etruria al periodo medievale. Questo lo si riscontra visitando i tanti musei che ospitano i monumenti e le altre vestigia del passato e che partono proprio dall’epopea etrusca: negli immediati dintorni si trovano infatti preziose città d’arte come Pienza, San Quirico d’Orcia, Turrita di Siena e Montefollonico, che rappresentano la Toscana più autentica; ma anche siti archeologici di prima importanza, come Chiusi, Sarteano e Cetona. Solo uno sguardo leggero e libero può spaziare, dalla Torre del Palazzo rinascimentale, fino ai Monti Sibillini e al Cimone; a volte è possibile vedere anche il Gran Sasso d’Italia in Abruzzo.

Le antiche mura e il centro storico rappresentano alcune delle mete privilegiate di Montepulciano.

Il corso possiede l’aspetto di una raffinata via del ‘500 e si snoda lungo un corso principale che, dalla parte bassa della città conduce alla Piazza Grande. All’esterno delle mura, è possibile ammirare la Chiesa di Sant’Agnese, riconoscibile per l’antico portone in stile gotico e rimasto intatto nei secoli e la facciata del Viviani; ossia la Fortezza medicea del Sangallo.

Per accedere centro storico occorre oltrepassare la Porta di Gracciano; si tratta di una costruzione risalente anch’essa al 1300 e ristrutturata da Sangallo agli inizi del 1500. Da qui è possibile accedere in Piazza Savonarola, sulla quale si erge la colonna del Marzocco. Sul lato destro del centro storico ci sono diversi palazzi rinascimentali, tra cui il Palazzo Avignonesi, nel cui basamento sono conservate molte urna cinerarie e diverse pietre sulle quali compaiono tracce etrusche e latine.

La raffinatezza rinascimentale delle opere e di molti palazzi di stile patrizio, determina per Montepulciano, la necessità a elevare la sua immagine pubblica e politica, a una sorta di status symbol ante litteram, anche in conseguenza delle lunghe battaglie per conquistare l’autonomia dai poteri esterni.

Sulla scalinata di via Gracciano, arricchita da una balaustra, spicca una splendida chiesa quattrocentesca: si tratta della chiesa di S. Agostino, la cui facciata era stata realizzata da Michelozzo. All’interno è possibile ammirare le opere di Giovanni di Paolo, Lorenzo di Credi, Antonio del Pollaiolo e di altri autori minori del medesimo periodo.

Al grande Michelozzo è dedicata anche una piazza, dove so trova la Torre di Pulcinella, la cui maschera tipica sembra scandire lo scorrere del tempo. Molti sono gli edifici prestigiosi e rappresentativi del periodo più fertile per il borgo: il Palazzo comunale, che ricorda nella torre trecentesca e nel coronamento merlato, il Palazzo della Signoria a Firenze; il palazzo Contucci, cominciato Antonio da Sangallo il Vecchio nel 1519 e concluso da Baldassarre Peruzzi, e il palazzo Nobili-Tarugi, riconoscibile da rivestimento in travertino e, nelle sue vicinanze, il palazzo del Capitano del Popolo, di fronte alla quale è situato il pozzo dè Grifi e dei Leoni.

Piazza Grande è il cuore pulsante della città: qui ogni giorno turisti e gente del posto s’incontrano e passeggiano all’interno di uno scenario dove il tempo sembra essersi fermato.

È l’estate il periodo più attivo, durante il quale, la città e il suo centro si animano in modo straordinario grazie a una ricca programmazione di eventi e manifestazioni di varia natura: dagli spettacoli teatrali del famoso Cantiere internazionale d’arte, al tradizionale Bravìo delle Botti, in cui i rappresentanti delle otto contrade poliziane spingono le grandi botti per il borgo, con lo scopo di arrivare primi al traguardo. Questa manifestazione si tiene in occasione della festa patronale di San Giovanni Decollato ovvero l’ultima domenica d’agosto.

Da vedere è anche il Palio dei somari di Torrita di Siena, che si svolge a marzo e rappresenta l’emulazione del più famoso Palio di Siena, ma al posto dei cavalli utilizza gli asini. Via Ricci è la via commerciale di Montepulciano, ma è anche parte del corso dedicato alla cultura e all’arte; qui è possibile ammirare le residenze rinascimentali e medievali della borghesia poliziana. In questa via si trova il Museo civico e la Pinacoteca Crociani; all’interno risiedono diverse opere pittoriche della scuola senese e fiorentina del XIII e XVIII secolo, oltre a una ricca collezione di sculture di terracotta smaltate appartenenti ad Andrea della Robbia.

Nelle vicinanze vi è il palazzo Ricci, che accoglie l’Archivio storico e la Biblioteca comunale che possiede un fondo antico di ben 15.000 volumi.

La scoperta di ogni elemento della cultura locale, non può non passare dal simbolo di Montepulciano, nel mondo: il vino nobile che, assieme al Chianti e al Brunello di Montalcino, è uno dei vini italiani più famosi al mondo. La cantina Rodi, è il luogo in cui è conservato il Nobile vino di Montepulciano, all’interno di uno dei sotterranei più scenografici tra le tante cantine presenti sotto i palazzi storici della città.

Il Nobile è il vino ideale per accompagnare la cucina locale, a base di prodotti semplici ma saporiti: prosciutto, crostini con milza e fegatelli, il pansanto e la fragrante bruschetta. Anche per i dolci c’è un particolare tipo di vino amabile, detto Vinsanto, da accompagnare ai tradizionali biscottini alle mandorle, detti cantuccini.

Montepulciano Hotel

Le splendide colline intorno a Montepulciano, rappresentano la meta ideale per chi ha voglia di vivere un’esperienza emozionante, fatta di natura e sapere. Sono tante le offerte tra, alberghi e agriturismi, che è possibile scegliere; ne abbiamo selezionate alcune tra le più richieste.

La Pievina

Agriturismo a conduzione familiare immerso nella campagna toscana, a 3 km da Montepulciano, La Pievina offre una vista panoramica sulle colline e sui vigneti circostanti, oltre ad allevamenti e produzione propria di prodotti agricoli con camere dal design rustico, ma dotata di ogni comfort. È possibile rilassarsi nel giardino dotato di tavoli, sedie, un gazebo e un barbecue. Ogni mattina vi attende la colazione, a base di specialità preparate in casa.

Villa Nottola

Un’antica residenza nobiliare affiancata ad una azienda vinicola. e vanta un’ampia terrazza solarium con piscina. Le eleganti camere vantano soffitti con travi in legno e volte in mattoni originali, e le pareti sono dipinte in delicati colori naturali che si adattano perfettamente agli arredi in stile toscano; all’esterno vi è una grande terrazza solarium con piscina.

La Corte del Cavalierino

Immersa in 50 ettari di vigneti e uliveti privati, La Corte del Cavalierino è una cascina di fine ottocento, divenuta poi azienda agricola. Al suo interno vi è un giardino privato con piscina, e vanta una terrazza solarium con lettini; una zona fitness e una vasca idromassaggio. È possibile acquistare vino biologico, grappa e olio d’oliva, e usufruire di un barbecue in giardino.

Montepulciano Terme

Grotta lunare

Montepulciano Terme-Grotta Lunare

Lo stabilimento termale di Montepulciano è il complesso termale famoso non solo per le numerose diverse specializzazioni proposte, ma anche per la splendida collocazione nell’ambito delle “Crete Senesi”, ovvero il paesaggio ondulato tipico di questo angolo di Toscana. L’impianto costruito appunto sull’antica sorgente di Sant’Albino possiede un particolare tipo di acque dette sulfuree-salso-bromo-iodiche.

La presenza di numerosi minerali rendono adatte queste acque a diversi scopi curativi ed è molto indicata nell’ambito della medicina sportiva e nel termalismo pediatrico. La prima testimonianza relativa alle acque termali di Montepulciano risale a degli scritti del 1571, per essere poi divulgata nei secoli successivi dai più insigni studiosi del termalismo in Italia, tra cui Leonardo da Capua e Targioni Tozzetti.

E’ noto che fino alla seconda metà del Novecento, le proprietà medicamentose delle acque termali restano note soltanto fra gli abitanti della zona i quali, in assenza di strutture e stabilimenti termali, sfruttavano i bagni liberi per le loro abluzioni estemporanee. Lo stabilimento termale come lo conosciamo oggi fu costruito solo nel 1966, dopo che il pozzo che consentiva di captare le acque a 132 metri di profondità fu completato, in modo da preservare dal contatto i preziosi minerali dal contatto con l’aria.

Le proprietà dei minerali contenuti in esse, fanno di queste acque una cura molto efficace per l’udito, ma anche per il trattamento di affezioni delle vie respiratorie, dell’apparato muscolare e per i disturbi ginecologici, artroreumatici e vascolari.

Relax e trattamenti estetici viaggiano all’unisono con il benessere della persona, poiché l’acqua Sant’Albino contiene zolfo, che agisce efficacemente sulla pelle curando problemi dermatologici; il bromo rilassa le tensioni muscolari e corrobora il relax psico-fisico, mentre lo iodio produce un effetto tonificante riattivando la motilità e l’energia del corpo. E’ importante sottolineare che tutti i trattamenti curativi e terapeutici, sono convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, fra i quali inalazioni, fitness, fitoterapia e riabilitazione vascolare e ortopedica.

Una delle principali attrazioni che arricchiscono il fascino delle terme di Montepulciano è la recente “Grotta Lunare”: si tratta di uno spazio termale, che simula un ambiente stellato, con piscina salina, coperta da una volta luminosa e da suoni rilassanti, per ricreare i benefici influssi rilassanti di un cielo stellato. Lo scopo di questa grotta sta nell’ indurre uno stato di relax molto intenso, per godere appieno delle proprietà naturali e spirituali, in un luogo unico al mondo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche