Notizie.it logo

Camminare al freddo fa bene: i posti migliori in cui farlo

camminare al freddo fa bene

Camminare al freddo fa bene, e sono diversi i vantaggi che ne derivano. I luoghi migliori per passeggiare.

La scienza lo conferma: camminare al freddo fa bene alla salute, e sono tanti i vantaggi che ne derivano. Per renderlo ancora più piacevole, è fondamentale trovare il posto migliore per la passeggiata ristoratrice.

Camminare al freddo fa bene

La stagione invernale è il periodo in cui i più sedentari si chiudono in casa e si dimenticano di dedicarsi ad attività motorie.

Tuttavia, questo è il periodo ideale per fare passeggiate all’aria aperta. Questa attività, infatti, porta molteplici effetti benefici.

camminare

I vantaggi

I vantaggi del camminare al freddo sono:

  • Fare il pieno di vitamina D, fondamentale per la salute di ossa e denti, grazie all’esposizione alla luce
  • Rinforza le difese immunitarie, previene gli stati infiammatori e consolida la salute del sistema immunitario
  • Attiva il metabolismo, e aiuta a tenersi in forma e a perdere peso
  • Migliora l’umore, aumenta la concentrazione e migliora la memoria
  • Risolve i problemi di insonnia e diminuisce lo stress

Alcuni la chiamano la Terapia della luce, che aiuta a contrastare la depressione stagionale portata dall’inverno e dalla carenza di luce. Infatti, all’aria aperta si produce la vitamina D che attiva il rilascio di serotonina, rafforza l’assorbimento del calcio, combatte le infiammazioni e potenzia il sistema immunitario.

Dove camminare all’aperto

Abbiamo visto che sono tanti i benefici che porta una semplice passeggiata all’aria aperta anche durante i mesi più freddi, ma adesso vediamo quali sono i luoghi perfetti per una camminata al freddo.

Nel Piemonte, un luogo splendido in cui passeggiare, poco lontano da Torino, è la Riserva naturale della Vauda, uno splendido parco ideale per camminare e per fare escursioni.

Un luogo meraviglioso ricco di colori in cui passeggiare sarà ancora più piacevole è il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, lungo il confine delle regioni Emilia-Romagna e Toscana.

Nel Friuli Venezia Giulia, invece, potrete passeggiare tra gli splendidi laghi ghiacciati nei pressi di Tarvisio.

Scendendo in Calabria, invece, il luogo ideale per una camminata nella natura, è la Sila, con i suoi monti e i suoi itinerari perfetti per fare trekking.

Tra alberi secolari, ruscelli, e riserve naturali, ad ogni passo vi sentirete più forti e più felici.

Per i più coraggiosi, è possibile scegliere tra tantissimi cammini italiani, tra spettacoli naturali, panorami mozzafiato, e sentieri suggestivi, che vi arricchiranno anche a livello culturale.

Infine, per gli amanti dei viaggi, sono tanti i cammini europei tra cui scegliere per immergervi nella natura anche oltralpe.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche