Notizie.it logo

Hurghada, cosa fare e vedere nella perla del Mar Rosso

hurghada cosa vedere

Piccola località nel Mar Rosso, Hurghada è un viaggio da sogno

Hurghada, dopo il boom degli anni Ottanta, si è trasformata da villaggio di pescatori a città in continua espansione. Oggi conta infatti circa 200.000 abitanti ed è diventata una delle località turistiche più importanti di tutto l’Egitto. Bagnata dalle acque del Mar Rosso, è un piccolo paradiso apprezzato per le sue spiagge sabbiose che si estendono lungo la costa per 36 chilometri e i bellissimi fondali marini.

Se state pensando di partire per il Mar Rosso, consigliamo di consultare expedia o volagratis per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Il paradiso d’Egitto

La città si estende per circa 30 chilometri ed è ricca di resort che si affacciano sulle spiagge dorate. Hurghada si presta molto ad un tipo di vacanza all inclusive, dove i turisti possono godersi il mare e le spiagge e allo stesso tempo essere coccolati dallo staff dei resort ed usufruire di tutti i servizi offerti: dalle escursioni ai siti archeologici allo snorkeling nella barriera corallina. Proprio per la presenza della barriera corallina che Hurghada è diventata una meta turistica. Grazie alle immersioni è infatti possibile ammirare la meravigliosa flora e fauna marina che questa zona ha da offrire e perlustrare anche le isole circostanti.

La città

Hurghada, essendo molto recente, non ha particolari luoghi di interesse come musei e monumenti, ma uscendo dai resort è possibile passeggiare nelle strade della città, ad esempio per contrattare con i vari commercianti del luogo. La città è divisa in tre zone principali: El Dahar, il quartiere più vecchio a nord della città e ricco di negozi di souvenir e mercati dove è possibile acquistare prodotti tipici e passeggiare per le strade; Sekala è invece l’area più moderna della città e nella zona della costa è possibile trovarvi hotel di categoria intermedia ed è il luogo perfetto per delle passeggiate serali.

Questa zona della città offre anche una vivace vita notturna per chi cerca qualche discoteca; i club più famosi sono certamente “Calypso” e “Sinbad”. L’ultima zona è quella più meridionale, non lontano dall’aeroporto, dove si trovano principalmente tutti i resort.

hurghada città

Cosa vedere: tra spiagge e snorkeling

Il Mar Rosso che bagna Hurghada è ricco di isole totalmente disabitate che sono diventate una delle mete preferite dei turisti. L’isola più grande, Giftun, è sede di uno dei luoghi più belli della zona: il Parco Nazionale dell’isola di Giftun, istituito nel 1955. Famosa area protetta per la sua barriera corallina e la grande varietà di fauna marina avvistabile durante le immersioni, è raggiungibile in poco tempo con la barca. Un vero e proprio paradiso per gli amanti dello snorkeling, in questa zona è possibile ammirare razze, tartarughe marine, delfini e tanti altri pesci tropicali. Nell’isola si trova anche la bellissima spiaggia di Mahmya, un paradiso incontaminato dove potersi rilassare e godersi il mare cristallino.

Oltre a quella di Mahmya, altre spiagge che meritano sono quella di Makadu Bay, famosa per i banchi corallini, Zeytuna Beach, El Gouna e Mangroovy Beach. Ad una decina di chilometri dal centro città si trova Sahl Hasheesh, famosa per le strutture di lusso, mentre una delle più note è sicuramente Sharn El Naga, merito delle sue splendide scogliere rosse.

Per gli amanti dello snorkeling nei fondali più bassi non può certo mancare l’isola di Gota Abu Ramada, nota come “l’acquario del Mar Rosso” per la grande quantità di fauna marina presente in questa zona.

Escursioni

Immancabile, soprattutto per i più avventurosi, un’escursione nel deserto in jeep o in quad, oppure sul dorso di un cammello.

Sarà possibile visitare un tipico villaggio beduino scoprendo le tradizioni della tribù e mangiando le pietanze tipiche accompagnate da musiche e danze popolari.

Un’altra escursione da fare assolutamente per gli amanti di storia e archeologia è Luxor con il suo Tempio. Esso sorge nella valle del Nilo, tra le rovine di Tebe, un luogo perfetto per entrare in contatto con la cultura dell’antico Egitto. È possibile ammirare il complesso templare di Karnak ed il suo viale di sfingi e non distante si trova la meravigliosa Valle dei Re, che custodisce i tesori e le tombe degli antichi faraoni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche