Il mio InterRail

sto

sto

Sono passati all’incirca piu di 3 anni dal mio primo ed ultimo
inter-rail , per questo dovrei ringraziar un po ai problemi della
vita, un po all’eta superata per usufruire di tale vantaggio, ed un po
alle FS che aumentarono sconsiderevolmente il prezzo del biglietto,
con servizi per nulla migliorati, ad ogni modo….
E all’incirca 3 – 4 anni fa’, che decisi di fare un qualcosa di
veramente pazzo, mi organizzai con un quantita di moneta, non
superiore alle 600 mila lire, comprai il biglietto inter – rail, con
incluse due zone, la prima includeva Austria , Svizzera , Germania e
Danimarca, la seconda che inglobava in se, tutta la penisola
scandinava. Ricordo che ero cosi emozionato , feci rifornimento di
scatolette di tonno e sgombro ed abbozzai ,con un mio amico, il
viaggio. Il progetto fu’ arduo per le modeste risorse economiche, 600
mila lire, quindi dovevamo progettare tappe in treno, di durata
minima di 7 – 8 ore, affinche’ si potesse dormire in treno, fatto
cio’, iniziammo il viaggio.
Partimmo da Napoli, con biglietto pagato fino al confine, e decidemmo
di farci ospitare, come prima visita, da quella splendida bomboniera
di citta’ , chiamata Venezia . Arrivammo all’alba nella citta
Lagunare, era bello vedere l’alba sorgere sulla laguna, una delle
immagini che la mia mente ha catturato, e mai dimentichera’, girammo
la citta’ sotto un cocente sole, e con zaini addosso (inizialmente
avemmo la malsana idea di risparmiare persino sul deposito degli zaini
alla stazione -_-).
La citta’ mi colpi molto, un po’ stressante visitarla col caldo e
zaini addosso, dopotutto, era il 3 agosto, ma ad ogni modo, fu
piacevole ammirare la struttura urbana di una perla sul mare, e li mi
permisi uno dei pochi lussi in viaggio ……

Il MC DONALDS o_O , dopo
aver preso quei battelli ,autobus, che girano la citta’, ed aver
ammirato piazza San Marco, mi stesi su una panchina, nelle vicinanze
del leone alzato al cielo, ed ammiravo il mare infrangersi sulla
banchina 🙂 si fece sera e partimmo.
Tappa sucessiva : Vienna!
beh’, arrivammo dopo aver dormito in treno , dormimmo abbastanza
freschi in verita’, forse, l’aria austriaca era piu fredda :P, dopo
un controllo nella notte dei documenti arrivammo a destinazione.
Vienna mi colpi subito per la sua maestosita’, il bel vedere, le
enormi cattedrali, se non sbaglio, come quella di santo stefano, ma
ahime’ sui nomi, sono un po vago, ne e passato di tempo, girammo in
lungo ed in largo, per soffermarci sul palazzo imperiale, e sui parchi
che accarezzano le rive del danubio, su cui vedemmo fare canottaggio a
molti austriaci ,e vedemmo passar batelli per quel famoso fiume blu ,
peccato che il danubio, non sia del blu intenso di cui si dice…

lol
,ma cmq ,stupendo, dopo aver girato per vienna con quei famosi tram
color rosso fuoco, ritornammo alla stazione, obiettivo terza meta! (in
verita’, non facemmo il biglietto ^^sui tram, fortuna che non ci
beccarono ^^) .
La terza meta fu Munchen , Monaco, non mi ha colpito moltissimo
anche se e circondata da belle piazzette, dove si puo sedere ed
ordinare un wrustel , beh’, li iniziai a capire una cosa : :”Germania
Patria dei Wrustel” , mi dissi, erano ovunque e dovunque, si
trovavano locali che vendevano wrustel cotti a vapore, bolliti,
attorniati da contorni vari ,quasi uno stile di vita direi , a Monaco
non notai altro che cattedrali, delle piazzette con tavoli in legno
dove consumare seduti con un boccale di birra questi panini con i
mitici wrustel citati ma per il resto nulla piu’,difatti non ci rimasi
a lungo, ed annoiati, io ed il mio amico, puntammo a Bonn! la quarta
tappa!.
Il viaggio verso Bonn, fu stupendo, attraversammo in treno la foresta
nera, facemmo scalo a francoforte, per poi riprendere verso Bonn li,
ammirammo gli enormi battelli ,che navigavano il Reno, e sopratutto
l’intensa nube di umidita’, che campeggiava sul fiume, rendendo il
tutto ,un qualcosa di mistico.

Bonn, mi deluse molto, forse, un po’
per l’enorme umidita’, del fiume, fummo accolti da una pioggia
incessante, era inutile intrattenersi ulteriormente , uno spuntino
della sera e via! direzione Berlino! eh, beh’, dovevamo pur dormire,
e per dormire in treno, la tratta Bonn – Berlino e ottima, un tempo
di viaggio, che permette di dormire in treno per numerose ore lol.

Berlino! l’entrata in Berlino, colpisce!^_^ ci si rende subito conto
della mestosita’ della citta’, a partire dall’entrata in postdam,
arrivati alla stazione, nel quartiere zoo, iniziammo a cercare un
hostello, lol, uno dei pochi che frequentai per 2 giorni LOL , beh’,
alla stazione a volte ci sono persone, che vi chiedono addirittura se
cercate hostelli! LOL, se la cosa vi interessa ^^tenetene conto, cmq,
tornando a noi, da alcune guide sugli ostelli cercammo il nostro
nelle vicinanze e lo trovammo. Il giorno seguente, aver dormito un bel
po , sveglia presto! e decidemmo di vedere il famoso zoo di berlino.

beh’, uno zoo bello e particolare per gli animali ,almeno molti ,non
chiusi in gabbia, ma limitati da dei fossati, anche se alcuni chiusi
in gabbia ce ne sono, uno zoo, carino da vedere ma nulla di piu, si
fece sera facemmo una passeggiata per la citta’ , una metropoli
attraente, ma, forse, quello che mi ha colpito di piu, sono stati i
Berlinesi! allegri, vivaci ,socievoli, insomma! sfatiamo un mito dei
tedeschi popolo freddo ! .
Il giorno seguente, prendemmo, sotto consiglio di una signora tedesca,
il BUS NUMERO 100 che non e un bus turistico, ma e’ un bus cittadino
che fa il giro della parte storica di Berlino ^^ ,la signora ce l’ho
comunico in Italiano che culo 🙂 becammo ,come informatrice, una
tedesca, che per molti anni aveva vissuto a Firenze ^^ .Prendemmo il
bus 100 e ci fermammo ad ammirare Alexander plaz, la porta di
brandeburgo e la via che conduice al reichstag, una via immersa nel
verde, poi, prima ancora sostammo alla statua dell’angelo , li ricordo
che quasi stavo per rischiar la vita ^^ , in breve ,nel avvicinarmi
guardando alla statua dell’angelo, attraversai, inconsapevolmente, la
strada °_° macchine che ad altissima velocita skizzavano ovunque, non
so ancora come sia sopravissuto lol, dopo aver visto un po berlino
feci i miei saluti e puntai a Malmoe! °_°.

Malmoe, mi e piacque tantissimo , semplice ma nei suoi fiumi sale
tutta la frescrezza e la limpidezza della natura scandinava ,che
inizia a farsi sentire sulla pelle e nei polmon,i con il suo
misticismo , una citta’ tranquilla, c’era un piccolo mercatino e lo
girammo un po’, all’improvviso vedemmo un macchina che
irrefrenabilmente si scaraventava su un altra macchina, parkeggiata,
un BOOM, e subito udimmo un bambino piangere, noi poveri viaggiatori
ci accostammo e prendemmo il bambino, andammo nel mercato e spiegammo
in inglese l’accaduto, un negoziante ci ringrazio, dicendo di poter
individuare la madre, noi ci rassicurammo e prendemmo la nostra strada
, mah’ il bambino nel sollevare il freno a mano, ebbe una pessima
idea ^^ ,fortuna che incontro noi Italiani, brava gente, almeno cosi
dicono ……….^^
Mi addormentai in un bellissimo parco, immerso nel verde, che si
affacciava su un fiume, e su quella panchina di marmo, tra il rumore
degli uccelli, e il rumore delle splendide acque del fiume, sembrava
di vivere un sogno, l’aria fredda, ma accogliente, fecero il resto
dormii per un bel po’, poi dopo un ulteriore giro, e di nuovo in
treno! destinazione : Stoccolma!
Stoccolma: veramente mi piacque tantissimo, il viaggio in treno meno,
era un treno talmente affollato, che dormii a terra , per intenderci
ai lati dell’apertura degli scompratimenti, dove di solito ci si
cammina, ad ogni modo, mi organizzai bene arrivammo in mattinata nella
capitale Svedese.

All’ arrivo in Stazione, ci accoglie una biondona con gonnellino
Bianco trasparente, e tanga bianco sotto, che dire, roba da sudare
freddi ,ma la tipologia di viaggio non permetteva molti sforzi in quel
senso, mangiavamo a stento…. lol
In questa citta’, le Donne esistono eccome…..! non vorrei dire, ma
ne avessi vista una brutta!O_O tutte, belle, alte, slanciate ,fisico
da fotomodelle e perfette, persino, la voce era incantevole come la
cantante dei cramberries!O_O insomma, sembrava un sogno, forse non e
proprio cosi , 1 solo giorno per giudicare Stoccolma e poco, ma per
quello che ho visto, me parsa cosi 🙂 quello che a stoccolma non
bisogna perdere e il Vasa Museum, un vascello completo, mi pare, del
1600 ,che fu ritrovato nei pressi delle acque di stoccolma, e’ enorme
io in vita mia, non ho mai visto un qualcosa del genere, vedere un
vascello del 1600 cosi nella sua completezza fa sentire cosi piccoli,
credo fosse alto piu di 40 metri, forse, cmq enorme °_°.
Questa citta’ e bella perche e’ immersa nei laghi ed unita dai ponti,
le strade sono vivibili e cmq, traffico quasi zero, l’aria fresca fa
il resto, e bello vedere tutti quei giochi d’acqua di laghi, che
confluiscono tra loro, e tutti quei ponti poi che dire…ahhhhhhh^^
Inoltre, si puo ammirare anche la foresta, che circonda il lago da una
parte , e i battelli turistici che lo navigano ^^, lasciamo a
malincuore stoccolma direzione OSLO! .
L’entrata in oslo con il treno ,lascia credere che si stia andando in
una citta’ immersa nella foresta , poi cmq, la citta’ all’arrivo si
mostra ai nostri occhi, francamente, non me sembrata un granche’,
eccezzion fatta per qualche parco, e i musei vichinghi, che poi non
hanno gran che di reperti ,giusto qualche barchetta, piccola ^^,
quindi, decidiamo di puntare a Bergen ,piu a nord!.
La tratta Bergen – Oslo e un capolavoro, guardatela da svegli e
possibilmente effettuatela di giorno, almeno una volta °_°, monti che
piangono dallo scioglimento dei ghiacciai, enorme distese alternate
tra zone immerse d’acqua e ghiaccio ^^, insomma, uno spettacolo che da
un po l’idea dell’infinito e di esser ormai ai confini della realta’.
Arrivammo a Bergen , carinissima ,secondo me, doveva esser la vera
capitale della norvegia per bellezza, cmq, in se non c’e’ qualcosa di
particolare da vedere ,ma vista nel suo complesso, per i suoi paesaggi
per il castello bianco ,(di cui non ricordo il nome, ahi me) per la
statua di quel capitano di marina che guarda al cielo, il cielo….
mah’, saro pazzo, ma non tutto il cielo e uguale, li il cielo in
quelle terre, e qualcosa di diverso, e qualcosa che noi qui ,in questo
paese difficilmente potremmo immaginare……
Vedere la fredezza del fiordo, ammirarlo nella sua sacralita’, e un
esperienza unica, ma vi consiglio davvero di prender la funicolare di
bergen, per vedere il fiordo dall’alto, fatelo in tarda ora, verso le
11 pm di sera, li e ancora giorno e vedrete qualcosa che io non
dimentichero mai ;_; francamente, mi commuovo ancora a immaginare cio
che si e impresso come immagine nella mia anima, vedere il sole
riflettersi sul fiordo in 3 – 4 parti O_O ,quel silenzio, O_O
quella natura O_O, beh’, posso dire che non so’ se dio esista, ma
li, si percepisce ,in quella visione, qualcosa di mistico,
credetemi…. qualcosa, che non dimenticherete mai.. alle spalle di
quel luogo, vi e’ poi una piazzetta, dove c’e’ un troll gigante ^^,
poi pian pianino, mi so addentrato nella foresta per un sentiero, ma
poi vista l’ora, siamo ritornammo all’ ostello ,che si chiamava YMCA,
lol il nome dell’ostello ,mi fece un po ridere, sembrava una caserma,
in uno stanzone enorme pieno di letti a castello, ervamo almeno in 50
a dormire ^^.
Infine, dopo aver visato il famoso mercatino del pesce di Bergen, dove
una Norvegese carina ci offriva una salsa di salmone, decidemmo di
passare alla tappa sucessiva, si saliva piu su, destinazione :
Throndeim.
Piccola parentesi : purtroppo, le ferrovie norvegesi, per quanto
effecienti ,forse, hanno problemi di viabilita’, difatti, per salire
su a Throndeim, dovemmo riscendere a Oslo -_-, cosa che non mi piacque
tanto ,visto che la norvegia non e di certo Oslo… ad ogni modo, un
occasione per rivedere la magnifica tratta Bergen – Oslo.
Arrivati ad Oslo ,dopo aver mandato qualche email ,gratis ,partimmo
per Throndeim! il pranzo?_? tonno ovviamente!-_-

Un informazione lampo : notate bene, in stazione ad Oslo,ce un centro
con dei computer, che vende giochi ,un negozio che con cortesia, vi
permette di mandare email ,gratis, dai suoi pc, basta attendere il
turno ^^.

In viaggio verso Throndeim: la frescura si iniziava a farsi sentire,
l’abbigliamento a strati ci rinforzava, arrivati a Throndeim
,iniziammo a girararla ,una citta’ con un fiordo bellissimo, e una
cattedrale stupenda , ma seguitemi e vi diro di piu…
I parchi sono curatissimi e pieni di fiori , il fiordo e attorniato
da una sequenza di case in legno a tetto spiovente poste su palafitte,
vedere centinaia di gabbiani che sorvolono il fiordo ed il sole che
nasce difronte a voi, che ammirate in piedi, su di un ponte, e
bellissimo ^^ , l’unico problema c’e’ un puzzo di pesce putrefatto ,
che impregna parte della citta’, forse a causa di qualche industria
peschiera -_-.

Altri luoghi in cui ci inoltrammo, beh’ ,uno stupendo promontorio con
dei cannoni antichi, che puntuno da un prato verde, sul mare ^^ ed
infine, accadde l’assurdo! O_O LOL ci avventurammo a caso per la
citta’, forse andammo molto in periferia, sta di fatto che salendo per
un monte, ci ritrovammo in una posizione altissima che dominava tutto
il fiordo su un prato verde circolare ,ben curato, ai cui opposti
c’erano 4 blocchi di granito protetti da alberi ed in fondo una T
enorme di granito, che si affacciava su un precipizio a cielo aperto
sul fiordo, non so dire cosa essa sia, e come ci siamo arrivati, ma se
qualcuno sa magari parli pure ^^.
Beh’, questa fu per me Throndeim, alla stazione decidemmo di partire
dsestinazione Bodo , prima pero c’era da comprare il pranzo, sempre
tonno NO!^_______^ Scorpimmo allora,che c’erano all’interno della
stazione dei negozi, ed acquistammo una tortina di vainiglia, sulla
cui confezione figurava un disegno di una nonna , ma era cosi pesante
da mangiare, e cosi poco costosa, che ci sazio per giorni ^______^
una manna dal cielo! O_O per noi ormai ridotti alla miseria LOL.

Bodo questa sconosciuta……
Qualche piazzetta ma nulla di che’, dopo aver comprato un po di pane
caldissimo, ma inzipido, lo divorammo per strada ,dalla fame ,poi allo
scalo portuale di bodo, ci unimmo ad alcuni italiani, direzione?
Loofoten!^_^

Il viaggio alle loofoten duro all’incircai 4 – 5 ore , non ricordo
benissimo, ricordo solo che il mare era in tempesta, e rimettevano
tutti , ed il mio amico ed io giocavamo a mantener equilibrio fuori
coperta, mentre la nave oscillava tanto, che dalla prua si poteva
vedere il mare a poppa LOL ^_^ difronte a noi ^^
cmq, era rinfrescante esser annacquati dagli scrosci di mare
ghiacciato ,che ci bagnavano , forse, una forma estrema di un
contatto con la natura, di quel luogo, chissa’, cosa volevo provare in
quel momento,magari semplicemente rinfrescarmi LOL, nemmeno fossi
arrivato in marocco LOL ^^.

Arrivammo alle Loofoten ,affittamo una delle tante case su palafitte
, sembrava di aver comprato la casa di heidi ^^ ,tutta in legno, ma
per di piu sul mare, con palafitte!°_° ahi me’, dopo un escursione sul
fiordo dell’isola, ed dopo aver ammirato i ghiacciai che si
scioglievano dalle sue montagne, il tempo inclemente ci fece
ripartire :(((
Alla fine, considerando le disponibilita’ economiche, ormai esigue,
dopo all’incirca 20 giorni di viaggio, decidemmo di ritornare,in
verita’, eravamo al verde, LOL, gli ultimi giorni non mangiammo nulla,
purtroppo, avevamo nausea da tonno -_- non avevamo, una lira, per
comprare un po di pane per dirla tutta! 🙂 e quindi ritorno a
casa!!!! ahi me’, -_- da narvik primo scalo dalle isole lofooten
prendemmo un pulman che ci condusse per una foresta enorme, una strada
strettissima, e rettilinea, attorniata da alberi altissimi, e
tutt’intorno la foresta norvegese, per km e km ^^.

Scendemmo verso oslo, malmoe, amburgo….
Beh’ si’, ci vedemmo anche Hamburg, bello quel fiordo, nulla a che
vedere coi fiordi norvegesi , ma carinissimi quei cigni
nell’insenatura del fiordo ^^ .

La citta’ molto giovanile lasciava presagire una notte di grande
divertimento, ma per noi ,ormai, non era tempo di permanenza, tra
l’altro nella tratta per arrivare ad amburgo, prendemmo un treno un po
piu veloce, con un supplemento e noi non avevamo soldi per pagarlo, ma
per fare prima insomma,sapete in queste situazioni capita……

beh’ ci becco il controllore,gli spiegammo la situazione, il
controllore tedesco capi benissimo, gli dammo qualche corona per far
vedere che pagavamo, simbolicamente, il supplimento lui ci fece un
occhioliono e ci grazio! LOL
Al ritorno in italia fu bello ,ma traumatizzante e bello vedere delle
scritte nella propria lingua, ma prendere a Milano il treno dei
deportati verso il sud ,che passava da genova, fu frustrante, mi
sentivo un deportato…-_- vagoni affollatissimi, gente che si
stendeva dai finestrini, uno spettacolo degno dei treni dei deportati,
dei carri bestiame…per il resto arrivammo dopo queste peripezie a
Napoli consci di cio che avevamo visto, e che forse, un giorno,
chissa’, rivedremo……… Scandinavia non ti dimentichero mai……
terra di natura e ghiaccio di stupenda bellezza, li la natura si e
offerta nel suo splendore e nella sua semplicita’, senza veli, li ti
dominava e ricordava al tuo io, uomo cittadino, che tu sei parte di
essa, e che lei puo’ rubare il tuo animo, seppure per un solo fatidico
instante, che si imprime nella tua mente per un intera vita, e questa
la grandezza di tutto cio..questa, e la poesia di un cielo freddo, di
un fiordo, dei suoi riflessi, della terra dei troll, forse, degli
elfi, questa in fin dei conti e la descrizione di un paradiso, che
chiamano Norvegia…..

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Eastpak Traf'ik Light apple pick red
60.72 €
Compra ora
Hardware Bubbles Valigia di cabina 4 ruote S 55 cm lemon
71 €
Compra ora
Foppapedretti Seggiolino Auto Go! Evolution
65 €
74 € -12 %
Compra ora
Littlelife Portamerenda termico - LittleLife - Pinguino
23 €
Compra ora