Notizie.it logo

9 strategie da adottare per viaggiare durante l’anno

9 strategie da adottare per viaggiare durante l'anno

I due più grandi ostacoli che spesso impediscono alle persone di viaggiare sono il tempo e il denaro.

Tuttavia, ci sono anche moltissimi falsi miti da sfatare al riguardo. Viaggiare può essere conveniente se lo affronti con il giusto approccio.

Inoltre, che tu sia uno studente, un libero professionista o un dipendente, ci sono molti modi per trovare il tempo per viaggiare.

  1. Studiare all’estero: se stai ancora frequentando la scuola, questa è un’opportunità da non sottovalutare. Studiare all’estero è un’esperienza da consigliare a tutti gli studenti. Puoi contattare la tua università oppure il tuo istituto superiore per conoscere i programmi di studio più adatti a te.
  2. Stage o volontariato all’estero: se ti sei appena laureato, un’esperienza di lavoro all’estero può dare una buona spinta al tuo curriculum; inoltre non ci sarà probabilmente un altro periodo della tua vita in cui avrai la possibilità viaggiare in tutta libertà come puoi fare ora. L’unica accortezza che devi avere nella ricerca di un impiego è la possibilità di qualche legame con ciò che vuoi fare nella vita: in tal modo sarà più facile che l’eseprienza all’estero ti sia di aiuto quando tornerai a casa e cercherai lavoro nel tuo paese di origine.

    Il volontariato è un’altra opzione possibile, se puoi permetterti di non guadagnare per un po’. Si tratta di un’esperienza che ha valore allo stesso modo di quella lavorativa per quanto concerne il curriculum perciò rifletti anche su questa opportunità.

  3. Chiedi un periodo di ferie più lungo: negli Stati Uniti, due settimane di ferie sono più o meno la prassi per i lavoratori a tempo pieno. Alcune aziende sono più rigide e rigorose riguardo alle politiche sulle ferie, ma non tutte. In ogni caso non potrai mai saperlo se non chiedi! Il momento migliore in cui parlarne è prima di accettare una nuova posizione lavorativa. Quando discuti il compenso salariale metti in chiaro che richiedi un certo periodo di ferie pagate: se per esempio ti offrono dieci giorni lavorativi, chiedine quindici.

    Quando stabilite la tua paga, ricorda che i datori di lavoro spesso hanno più possibilità di trattare sulle ferie che non sullo stipendio.

  4. Prenditi alcuni giorni liberi non pagati: se lavori in una azienda che è restia a concederti grandi periodi di ferie pagate, prova a chiedere di usufruire di giornate libere non retribuite. Non è il massimo, ma può darti la libertà di prenotare un viaggio un po’ più lungo, o magari più lontano.
  5. Prendi un unico periodo di ferie: poniamo che tu abbia due settimane di ferie. Quando pensi a come utilizzarle realizzi immediatamente che una di queste settimane verrà consumata visitando i tuoi familiari durante i periodi di feste istituzionali? Dai un’occhiata a tutti i periodi in cui puoi utlizzare le ferie pagate.

    Puoi decidere di utilizzare le due settimane in un unico periodo di ferie. Se per esempio desideri raggiungere una meta lontana, dopo un lungo viaggio in aereo, la cosa migliore sarebbe quella di una permanenza più lunga possibile. Non dimenticarti i weekend: due settimane di vacanza corrispondono a circa 17 giorni effettivi considerando il weekend, partendo di sabato e ritornando la domenica prima di riprendere il lavoro.

  6. Pianifica le vacanze vicino alle feste: recentemente sono stata in vacanza per due settimane in Brasile. Grazie alla festa della repubblica del 2 giugno, sono riuscita ad utilizzare soltanto nove giorni di ferie anziché dieci. Sfruttare le festività istituzionali è un modo per rendere più efficienti e lunghi i tuoi periodi di ferie.
  7. Accumula le ferie e fai viaggi meno frequenti ma più lunghi: il tuo datore di lavoro ti consente di accumulare le ferie nel corso degli anni? Puoi decidere di utilizzare una sola settimana di vacanza e conservere l’altra per pianificare un viaggio più lungo e in una destinazione più lontana per il prossimo anno.

    In alternativa puoi non usare del tutto le ferie e sfruttarle per un viaggio di un mese!

  8. Progetta con anticipo il lavoro o i traslochi: se stai per cominciare un nuovo lavoro oppure stai per spostarti in una nuova città, pensa a come scandire i tempi di questi cambiamenti della tua vita in modo da avere anche del tempo per viaggiare. Forse puoi fissare la data di inizio del nuovo lavoro un po’ più in là, oppure pianificare il trasloco in modo da avere un po’ più di tempo per programmare una piccola vacanza.
  9. Prenditi un periodo di libertà dal lavoro: se lavoro in modo autonomo oppure puoi stabilire con il tuo datore di lavoro un periodo di lavoro da remoto, considera di poter stare lontano dall’ufficio per qualche settimana o addirittura alcuni mesi.

    Ovviamente questa possibilità è prevista se il tuo lavoro può essere svolto anche a distanza, con un laptop o un computer. Dovrai viaggiare in località con un basso costo della vita e moltissimi bar con connessione Wi-Fi gratuita.

Con un po’ di creatività e una pianificazione strategica è possibile viaggiare per gran parte della tua vita. Non è detto che possano viaggiare solo i ricchi, i fortunati o i lavoratori autonomi. Se riesci a superare questi stereotipi limitanti e viaggiare è una priorità della tua vita, potresti ritrovarti a preparare la valigia molto prima di quanto pensi!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche