Notizie.it logo

Capitali europee da vedere a settembre: consigli e idee

capitali europee da vedere a settembre

Le capitali europee sono tutte strepitose. A Settembre, però, dove è meglio andare?

Molti non hanno la possibilità di girare il mondo o l’Europa nel periodo più caldo dell’anno; luglio ed agosto si prestano molto bene al viaggio fuori porta ed alle lunghe passeggiate in luoghi nuovi e da scoprire. C’è però chi non può o non vuole viaggiare nel periodo più afoso dell’anno e preferisce giugno o settembre per godersi il meritato riposo dal lavoro. Oggi si scriverà principalmente del mese di Settembre, che a nostro dire è il miglior mese per viaggiare tra le capitali europee, sia per un netto risparmio economico che per un clima più fresco e meno afoso.

Capitali europee da vedere a settembre

Madrid, Spagna

Come non cominciare da Madrid? La Spagna regala al mondo una delle città migliori per un viaggio a settembre. Madrid in estate ha un clima torrido, dove le temperature nel centro città sfiorano anche i 40 gradi ma che fortunatamente nel mese di settembre calano drasticamente, si scende intorno ai 27 gradi.

Si consigliano indumenti che comunque possano sopperire all’escursione termica notturna.

Madrid regala eventi di ogni sorta, da quelli culturali sportivi, feste popolari, mostre concerti ed opere teatrali.

Ha una buona quantità di monumenti storici e di caratterizza per musei di altissimo livello. Da visitare a tutti i costi la Plaza Mayor ed ammirare la Puerta del Sol, che regalano non solo architettonicamente ma soprattutto storicamente, spunti di altissimo livello culturale.

Si consiglia di visitare assolutamente i mercati madrileni, ce ne sono 4 principali sparsi per tutta la città e regalano sprazzi di cultura popolare da conoscere assolutamente.

Ottimo il parco del Re se si vuole trascorrere un po’ di tempo in tranquillità e da visitare a tutti i costi il museo di Reina Sofia, dove gli amanti del cubismo resteranno pienamente soddisfatti.

Atene, Grecia

Non crediamo ci sia bisogno di presentazioni, la capitale greca porta con sé la storia infinita di filosofia ed arte.

Il clima è tipicamente mediterraneo ed Atene permette temperature medie a settembre ancora calde ma non torride ed afose.

Con le sue 9 ore di sole quotidiane è una delle città più visitate in questo mese.

La piccola città vanta tanti monumenti storici e siti archeologici unici al mondo; si consigliano sopra tutti l’Agorà greca e l’Agorà romana. Ma bellissimi anche il museo nazionale Benaki e la piazza Syntagma che con l’antica Acropoli fanno risaltare ancor di più il Partenone ed il quartiere Planka li vicino.

Tutto circondato da un mare blu e dalle coste bellissime che portano tanti visitatori nell’evento annuale di settembre del Festival di Atene all’interno del teatro Odeon di Erode Attico, nel pieno centro dell’Acropoli.

Lisbona, Portogallo

Lisbona, come riportano tutti i libri di geografia è la capitale del Portogallo, ha diversi vantaggi nell’essere visitata nel mese di settembre: le temperature sono ottime ( tra i 18-25 gradi ), ed i cittadini del luogo vanno in vacanza nei mesi di luglio ed agosto, ciò implica che a settembre i negozi e le attività siano del tutto riavviate.

Paese che regala vacanza di mare e cultura: le spiagge sono non troppo piene e l’acqua regala bagni rilassanti.

Si consiglia di visitare la Baixa, è il centro storico dove si potranno osservare le particolari opere architettoniche delle abitazioni.

Tappa fondamentale è arrivare fino alla cittadina vicina di Belém, quartiere meraviglioso e ricco di opere e soprattutto di musei. Non si può non citare il museo nazionale di arte e tecnologia ed il museo di arte contemporanea.

Poi è una delle città europee con l’oceano più grande d’Europa, solo questo è un ottimo motivo per visitarla. In fine si consiglia di effettuare l’acquisto della carta mezzi, con una spesa di pochi euro c’è la possibilità di prendere tutti i mezzi pubblici e di avere forti sconti su musei ed opere da visitare, per una durata che varia dalle 24 ore ai 3 giorni a seconda della tipologia di carta.

© Riproduzione riservata
Leggi anche