Notizie.it logo

Castellamare del Golfo spiagge cani: dove portarli?

castellamare del golfo spiagge cani

Castellamare del Golfo, spiagge perfette per i nostri amici animali.

Castellammare del Golfo è una località marittima situata in Sicilia, in provincia di Trapani: la sua economia si sviluppa, oltre che per la presenza di numerosi monumenti architettonici di natura religiosa, civile e militare, soprattutto grazie al turismo marittimo dovuto al lungo un tratto di costa che prosegue per tutta la lunghezza della città.

La costa è caratterizzata dalla presenza di diverse spiagge, baie e cale che si sviluppano in numerosi bracci e tratti che, in perfetto rispetto della tradizione locale, hanno mantenuto negli anni gli stessi nomi con cui i pescatori si orientavano lungo le scogliere. Scopriamo quali sono le spiagge per cani.

Castellamare del Golfo spiagge cani

Se si decide di trascorrere le vacanze in questa località, sarà davvero molto difficile non riuscire a trovare quel che si cerca: la costa presenta specifiche zone di spiaggia sabbiosa e altre di spiaggia rocciosa, che consentiranno ai bagnanti di poter scegliere il punto che risulti più confacente alle proprie esigenze e alle proprie necessità.

Castellammare del Golfo gode inoltre della presenza di un mare cristallino e incontaminato, che consente la balneazione dei più piccoli e permette agli appassionati di snorkeling o di subacquea di poter osservare una fauna e una flora marina che lascia davvero senza fiato.

Ormai da anni, il comune di Castellammare del Golfo ha promosso un’iniziativa che possa contribuire a diminuire il tasso di abbandono degli animali domestici durante il periodo delle vacanze estive, decidendo di dedicare un intero tratto di spiaggia alla permanenza e alla balneazione dei propri amici a quattro zampe.

Si tratta di un’area di circa trecento metri, che si estende fino alla fittissima spiaggia sabbiosa Plaja, facilmente riconoscibile grazie ad appositi cartelli che delimiteranno l’area accessibile ai cani, in modo da renderla riconoscibile a tutti coloro che desiderano portare con sè i propri animali e a chiunque preferirebbe evitare di entrarci in contatto in spiaggia.

Castellammare del Golfo è uno dei pochissimi comuni italiani che mette a disposizione un’intero tratto di spiaggia dedicato ai cani: si tratta di un’iniziativa sicuramente molto positiva per limitare il fattore abbandono, ma anche ben ragionata per garantire al comune una maggiore competitività rispetto alla concorrenza balneare.

Norme di sicurezza spiagge per i cani

Sarà quindi possibile portare il proprio cane in vacanza con sè a Castellammare del Golfo e lasciare che possa divertirsi in spiaggia e in acqua, senza dover subire divieti o rimproveri, purchè si rispettino tutte le opportune norme di sicurezza, in modo da tutelare la salute e il benessere di tutti i bagnanti, compresi i loro amici a quattro zampe.

Innanzitutto il proprio cane dovrà essere legalmente iscritto all’anagrafe canina: in questo modo sarà possibile collegare con facilità animale e padrone in caso di incidenti o imprevisti di qualsiasi tipo, grazie alla presenza del microchip appositamente e obbligatoriamente installato dall’anagrafe durante i primi mesi di vita dell’animale.

Bisognerà inoltre far indossare al proprio cane un collare contenente una targhetta identificativa che comprenda nome, indirizzo e numero di telefono del proprietario, in modo da renderlo facilmente e repentinamente rintracciabile, in caso di smarrimento del cane, o nel caso in cui dovesse accidentalmente allontanarsi dalla spiaggia.

Il proprietario dovrà munirsi di tutti gli strumenti necessari a raccogliere gli escrementi del proprio animale, che andranno gettati in appositi contenitori, in modo da rendere la spiaggia vivibile e calpestabile da tutti i bagnanti.

Sarà inoltre necessario tenere sempre un guinzaglio a portata di mano per utilizzarlo in caso di necessità e risulterà di fondamentale importanza monitorare il proprio cane affinchè non si sposti verso le altre spiagge non attrezzate, sia attraverso la sabbia che via mare.

© Riproduzione riservata
Leggi anche