Notizie.it logo

Ferrara cosa vedere nei dintorni: tutte le attrazioni

ferrara cosa vedere nei dintorni

Ferrara possiede palazzi che sono vere e proprie opere d'arte.

Ferrara è una città che si trova al centro della regione Emilia Romagna, nella pianura padana che ne condiziona anche il clima, infatti Ferrara è caratterizzata da estati molto calde ed umide e inverni molto rigidi. Ma non per questo Ferrara non offre niente di bello ai tanti turisti che volessero visitarla. Infatti la Città emiliana è stata storicamente al centro di molte invasioni da parte di diversi popoli i quali hanno tutti lasciato un segno sul suo territorio e in tutto quello limitrofo, quindi se deciderete di passare alcuni giorni a Ferrara di certo non en rimarrete delusi.

Ferrara è conosciuta anche come la città delle biciclette questo perché il suo centro storico è poco trafficato da mezzi a motore quindi anche una passeggiata nelle vie del centro potrà essere molto rilassante. Qui vi sembrerà di respirare ancora l’aria medievale che principalmente caratterizza questa città.
Di seguito cercheremo di guidarvi all’interno delle attrattive principali della città e di tutto il suo comprensorio così da darvi un idea su quello che vi attende durante la vostra permanenza nella città di Ferrara.

Ferrara cosa vedere nei dintorni

Castello Estense

Questo castello che a prima vista sembra più una roccaforte, fu costruito a metà del 1300, più per una questione di protezione verso i propri cittadini piuttosto che dagli invasori.

A quel tempo i signori di Ferrara erano i D’Este che non erano molto ben visti dai loro concittadini.

Erano frequenti le sommosse e le rivolte, quindi si decise di costruire questo castello. I nobili della città abitavano tutta la parte alta del castello, mentre tutta al parte bassa era abitata dalla servitù e veniva anche adibita a scuderia, cappella e carcere. Una visita a questo castello vi farà vivere immersi in una classica giornata medievale all’interno di un castello.

La Cattedrale

A pochi passi dal castello Estense si trova la cattedrale, il massimo simbolo religioso della città. Appena arrivati ci si trova davanti una massiccia ed enorme facciata totalmente in marmo bianco, al centro del portale vi è raffigurato San Giorgio che uccide il drago, infatti proprio a lui è dedicata questa cattedrale.

L’interno della cattedrale però non è originale perché venne distrutta da un enorme incendio, ricostruita poi in stile barocco, appena si entra sembra che l’esterno e l’interno facciano parte di due cattedrali diverse ma la sua bellezza vi farà restare a bocca aperta.

Nella vicina chiesa chiesa di San Romano potrete trovare il museo della cattedrale, se siete curiosi di sapere com’era la cattedrale in origine qui troverete di certo molte risposte.

Il Palazzo dei Diamanti

Questo palazzo è una delle prime opere edificate per l’allargamento della città di Ferrara imposto dai D’Este.

Fu costruito alla fine del 1400 e tutte le sue pareti esterne sono totalmente ricoperte di blocchi di marmo bianco con delle striature rosa, questo serviva per poter ottenere degli effetti di luce che ancora oggi possono essere visti.

All’interno il palazzo presente un enorme giardino con al centro un pozzo. Il palazzo dei diamanti viene oggi usato per delle esposizioni e delle mostre d’arte per il piano terra mentre al primo piano troverete la pinacoteca nazionale di Ferrara.

Palazzo Schifanoia

Un bellissimo palazzo voluto sempre dai signori di Ferrara, i D’Este. Il nome non è stato scelto a caso infatti fu pensato e progettato proprio per essere usato per oziare. L’interno del palazzo è totalmente contornato con un ciclo di affreschi che ritraggono le vittorie e il buon governo dei D’Este aiutati anche dagli astri e dall’oroscopo.

Un’ opera di una portata gigantesca. Purtroppo però oggi si possono solo visitare la sala dei Mesi e Quella degli stucchi, che sono le più caratteristiche, a causa del terremoto del 2012.

Queste sono le attrazioni principali che potrete trovare se vorrete passare qualche giorno a Ferrara, ma la città Ha da offrire anche molto altro, molto verde, molte vie caratteristiche e naturalmente dell’ottimo cibo.

© Riproduzione riservata
Leggi anche