Cilento: cosa vedere in camper, le tappe da non perdere

Cilento cosa vedere in camper: percorsi e luoghi da non perdere.

Scopri cosa vedere nel Cilento in camper e le tappe da visitare. Esteso per più di 180 mila ettari, il parco del Cilento è il secondo in Italia per estensione, ed è ricco di ambienti bellissimi e tutti diversi tra loro. Un modo per vivere un viaggio intenso e immerso nelle sue bellezze è quello del camper.

In questo modo non perderete neanche una bellezza che il parco ha da offrire.

Cilento: cosa vedere in camper

Il parco del Cilento è uno dei più vari dal punto di vista paesaggistico. Comprende, infatti, arre che spaziano dalla costa, regno della macchia mediterranea e dell’olivo, a colline e montagne con boschi.

Grazie alla moderna viabilità, gli spostamenti sono agevoli. In più, sull’area sono presenti diversi campeggi a cui rivolgersi.

Advertisements

Tutto ciò rende il Cilento la meta perfetta per un viaggio in camper.

L’accesso diretto alla costa, arrivando da nord, è l’uscita di Battipaglia della A3 Salerno-Reggio Calabria. La statale 18, conduce ad Agropoli, dove la statale 267 si porta sul versante settentrionale di Punta Licosa.

Il promontorio, che si affaccia sulle acque della prima riserva marina istituita d’Italia, e servito da un camping, è la zona ideale per fare escursioni nella natura, con partenza da Punta d’Ogliastro.

Arrivati a Punta Licosa, di fronte alla quale si trova la selvaggia isoletta omonima, si può far ritorno lungo la stessa strada.

Cilento

Acciaroli

Una decina di chilometri più a sud, superati il bivio per Montecorice e la frazione di Agnone, Acciaroli è una piccola località balneare.

Qui sono tantissime le spiagge splendide in cui rilassarsi.

Pioppi

La litoranea, poi, prosegue sulla falesia raggiungendo Pioppi, dove si visita l’interessante museo del Mare, allestita nel seicentesco palazzo Vinciprova.

Oltrepassata la più densa concentrazione abitativa della frazione costiera di Casalvelino, si raggiunge Castellammare di Velia, dove si trova una delle aree archeologiche più importanti della regione.

La visita di Elea richiede almeno mezza giornata. L’antica città, fondata dal popolo dei Focei nel VI secolo a.C., assunse dal I secolo a.C.

il nome romano di Velia ed è stata dichiarata patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Una visita davvero emozionante e suggestiva.

Ascea

Una breve deviazione conduce alla frazione costiera di Ascea, dove si possono trovare altri campeggi e un’area attrezzata per i camper.

Da non perdere il borgo medievale e il caratteristico centro di Pisciotta, incastonato nelle colline affacciate sul mare e centro di produzione di una varietà di olive molto apprezzata.

Pisciotta

Capo Palinuro

Capo Palinuro è il punto da cui inizia uno dei tratti più belli della costa tirrenica: fino alla punta degli Infreschi si alternano spiagge di sabbia, insenature e pareti rocciose affacciate su un mare.

Un luogo eccezionale, più volte premiato con la Bandiera Blu.

Nei dintorni, da non perdere, la baia dell’Arco Naturale, quella del Buon dormire, cala Fetente e la roccia forata dell’Architiello. Da vedere, inoltre, la famosa Grotta Azzurra, così chiamata per i riflessi delle acque dovuti a giochi di luce provenienti da un’apertura sommersa.

Architiello

Servizi

Sono tanti i campeggi attrezzati sul territorio a cui si aggiungono aree attrezzate. Ci sono anche soluzioni per la sosta nei dintorni dell’area archeologica di Paestum.

  • Ascea Marina. Area di servizio comunale a pagamento, con dotazione di camper service tra Viale Kennedy e Via Berlinguer. Prezzo giornaliero 10 euro.
  • Battipaglia. Area privata Camperstop Lagomare, via Andrea Doria 1, Loc. Lago. Corrente elettrica (max 2 KW al giorno), docce calde, servizi igienici, carico acqua potabile, scarico acque grigie e nere, lavatoi e wi-fi; prezzo giornaliero 20 euro .
  • Marina di Camerota. Area privata El Colombiano, via Comite. Scarico acque reflue, scarico wc chimico, acqua, elettricità. Prezzo giornaliero 18 euro .
  • Paestum. Area camper Park Mandetta, via Torre di Mare 2 – loc. Capaccio. Dista un chilometro dall’area archeologica e 500 metri dalla spiaggia. Area attrezzata, a gestione famigliare, con 20 posti camper, camper service, blocco servizi igienici con acqua calda e docce calde a gettone, lavanderia con lavatrice a gettone. Prezzo giornaliero, da novembre a marzo 15 euro; da aprile ad agosto 25 euro.
  • Palinuro. Località Pié di Molpa, tel. 3247839278. Area attrezzata presso l’affittacamere Il Moro della Molpa. Servizio di carico e scarico; possibilità di scarico e carico di acqua. Colonnine per allaccio elettrico. Prezzo giornaliero 20 euro.
Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Monte Rushmore: chi sono i presidenti?

California: cosa vedere in 10 giorni, i luoghi da visitare

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.