Notizie.it logo

Come visitare il Parque Nacional de Doñana in Spagna

Come visitare il Parque Nacional de Doñana in Spagna

Il Parco Nazionale di Doñana è una riserva naturale in Andalusia, sud della Spagna, nelle province di Huelva e Siviglia. Esso copre 543 km2 (209,65 km quadrati), di cui 135 km2 (52.12 mi mq) sono una zona protetta. Il parco è una zona di paludi, ruscelli poco profondi, e dune di sabbia di Las Marismas, il delta dove il fiume Guadalquivir sfocia nell’Oceano Atlantico. È stato stabilito come riserva naturale nel 1969, quando il World Wildlife Fund si è unito con il governo spagnolo e acquistato una sezione di paludi per proteggerlo.L’eco-sistema è sotto costante minaccia per il drenaggio delle paludi, l’uso di acqua di fiume per incrementare la produzione agricola irrigando terra lungo la costa, e l’espansione delle strutture turistiche.

Il Parco Nazionale di Doñana ha una biodiversità che è unica in Europa, anche se ci sono alcune analogie con il Parco Naturale Regionale della Camargue del delta del fiume Camargue in Francia.

Il parco dispone di una grande varietà di ecosistemi e ricoveri animali selvatici tra cui migliaia di uccelli migratori europei e africani, daini, cervi rossi spagnoli, cinghiali, tassi europei, manguste egiziane, e specie in via di estinzione come l’aquila imperiale spagnola e la lince iberica.

La riserva naturale di Doñana include sia il Parco Nazionale di Doñana, fondato nel 1969, e il Parco Naturale, realizzato nel 1989 e ampliato nel 1997, la creazione di una zona cuscinetto di protezione sotto la gestione del governo regionale. I due parchi, nazionali e naturali, da allora sono stati classificati come un unico paesaggio naturale.

Nel corso dei secoli 19 e 20, una mandria di dromedari selvatici vagavano nella zona. Essi possono essere stati introdotti durante la moresca conquista della Spagna nel secolo 8, o possono sono scappati da un allevamento introdotta dal Marchese de Molina come bestie da soma nel 1829.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche