Copenaghen cosa non fare nella capitale danese

Copenaghen, bellissima capitale, anche molto precisa e intransigente.

Copenaghen o Kobenhavn in danese, è una delle principali destinazioni turistiche europee. Una magnifica città colorata, dove in ogni angolo sfrecciano biciclette, pulita ed ordinata, con il suo tipico ordine scandinavo, è in grado di far innamorare ogni suo visitatore. Lunghi canali dove passeggiare e vie pittoresche, fanno innamorare ogni turista rendendolo consapevole di essere immerso in un piccolo sogno nordico.

Ma come ogni grossa città anche Copenaghen ha i suoi tabù. Di seguito verranno analizzate alcune cose da non fare nella capitale danese.

Copenaghen cosa non fare

Schiamazzi sui mezzi pubblici

Innanzitutto i popoli del nord per loro cultura amano la riservatezza e la tranquillità. Proprio per questi motivi potrebbero essere infastiditi dalle persone che schiamazzano sui mezzi pubblici, arrecando disturbo. Infatti chiunque salga su un treno o su un bus in Danimarca, può notare un clima molto silenzioso e confortevole che fa presagire un comportamento molto discreto e tranquillo della popolazione locale.

Cambio della guardia

Celebre in tutto il mondo il cambio della guardia è un’operezione seguita da ogni turista in visita nella capitale danese. Alle ore 12 un plotone di guardie reali, si reca presso il castello reale di Amaliemborg per effettuare il cambio della guardia.

In quel momento occorre prestare massima attenzione alle indicazioni impartite dalla polizia locale, al fine di godere dello spettacolo senza incorrere in problematiche. Infatti durante le operazioni del cambio della guardia, i poliziotti indicheranno la distanza massima da mantenere dalle guardie reali ed il percorso da lasciare libero per l’esecuzione delle operazioni.

La polizia monitora scrupolosamente ogni turista per garantire ordine e sicurezza.

Christiania Free Town

A Copenaghen esiste un quartiere hippy denominato Christiania, dove è possibile commercializzare droghe leggere in un contesto molto particolare. Se si decide di visitare questo quartiere, ben isolato e delimitato da due portali di entrata e di uscita, è bene sapere che non sono gradite le fotografie al suo interno.

Difatti ci si può imbattere in frequentatori abituali del luogo che se colgono turisti a scattare fotografie, immediatamente intervengono intimando un ”NO PHOTO” ben scandito.

Questo probabilmente per mantenere nell’anonimato i frequentatori ed i venditori di droghe leggere. E’ bene sapere che l’utilizzo di stupefacenti a Copenaghen è consentito esclusivamente all’interno della free town Christiania, all’esterno viene considerato reato penale.

Le piste ciclabili e le biciclette

La città è un brulicare di biciclette che sfrecciano in ogni via ad ogni ora del giorno e della notte. La maggior parte dei danesi preferisce infatti spostarsi con biciclette, sia per comodità ed anche poichè vi è un’enorme pressione fiscale sulle autovetture.

Proprio per questi motivi, le piste ciclabili sono molto affollate soprattutto negli orari in cui si recano o escono da lavoro. Così è bene prestare attenzione a non invadere le piste ciclabili e le corsie riservate alle biciclette camminandovi in mezzo. I ciclisti potrebbero essere infastiditi, oltre che poter correre il rischio di essere investiti.

Pulizia e Ordine

Tipica dei paesi scandinavi la pulizia e l’ordine. Proprio per questi motivi occorre evitare di gettare rifiuti o mozziconi in terra, al fine di evitare spiacevili sanzioni.

Pagamenti, cambio e prezzi

In Danimarca la moneta ufficiale è la Corona Danese. I prezzi sono molto più elevati rispetto all’Italia, quindi occorre prima di effettuare un acquisto aver bene chiara la corrispondenza del valore in euro. Si consiglia altresì di effettuare tutti i pagamenti con carta di credito o di debito, in quanto metodo più sicuro.

La maggior parte dei negozi accetta anche gli euro, ma molti corrisponderanno il resto in Corone Danesi. Occorre quindi accertarsi che abbiano effettuato il cambio correttamente.

In questa città scandinava, molto romantica ed ordinata, è quindi necessario prestare alcuni accorgimenti, per trascorrere una vacanza unica ed in pieno relax.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cefalù dove si trova, e perchè visitarla?

Palio di Siena: la storia delle contrade

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.