Notizie.it logo

Cosa mangiare in Andalusia

Cosa mangiare in Andalusia

Che la cucina italiana sia la migliore al mondo nessuno ha dubbi. Tuttavia ciò non vuol dire peccare di chiusura mentale. Il nostro pianeta è una sorgente di tradizioni, novità e contrasti agrodolci: per quanto siamo legati al nostro territorio non possiamo fare a meno di sperimentare (e molte volte apprezzare) i sapori e gli odori di altri Paesi.

L’Andalusia, terra densa di fascino e mistero, è nota anche per le sue specialità gastronomiche in grado di soddisfare persino i palati più esigenti. Il piatto tipico per eccellenza della regione spagnola è il gazpacho, una zuppa di verdure fredda condita con cetrioli, pomodori e peperoni, olio, aceto e aglio, servita con ghiaccio. È il piatto ideale per combattere la sete e il caldo torrido tipico della regione, e questo grazie alle vitamine, l’acqua e i minerali contenuti al suo interno.

Non solo gazpacho.

Tipici sono anche i minestroni di legumi e verdure, gli stufati e il pesce, soprattutto nella sua variante di pescado frito, una classica frittura mista di pesce. Ad Almeria sono famose le torte di farina e grano, los gurullos di pernice o lepre, spezzatino di aglio e gli stufati di fave verdi. Malaga, invece, propone piatti a base di base di uva moscata, gazpacho e pesce. Famosi sono gli spiedini di sardine, il risotto alla marinara, la zuppa di rape, il tonno farcito alla malaguena, la pastasciutta alla malaguena e le patate in ajopoleo. Granada è invece nota per la tortilla sacromonte e le fave alla granatina.Il tutto naturalmente accompagnato da squisiti vini locali: Jerez, Malaga, Montilla-Moriles e Huelva sono conosciutissimi a livello mondiale.

I più golosi non devono preoccuparsi.

L’Andalusia risente molto della tradizione araba e molte ricette hanno subito le influenze religiose, come ad esempio il capello di angelo, il famosissimo tocino de cielo, o le ossa di santo. Altri dolci tipici andalusi sono le ciambelle di Jaen, le frittelle e le torrijas, ma anche le frittelle al miele di Cordova, i polvorones di Estepa (biscotti con lo zucchero), gli alfajores (biscotti farciti al cioccolato) e gli amaretti di Utrera. Ottime anche le ciambelle di Loja, le melojas di Jerez, il pandispagna malagueno, il sufflè di patate dolci, i soffietti di mandorle e le brioche di panna di Almeria.

© Riproduzione riservata

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
0 Commentatori
più recenti più vecchi
Il lato umano e le attività di Malaga: incontro tra blogger

[…] dei miei compagni preferiti in questo weekend è stata Helen, giornalista che scrive di gastronomia e twitter ufficiale di questo incontro tra Blogger di viaggio. Ho avuto la fortuna di incontrarla […]

Leggi anche
Leggi anche