Notizie.it logo

Cosa non fare in Brasile, tutto sul Paese della Samba

cosa non fare in brasile

Brasile, come godersi a pieno questo luogo colorato e allegro.

Oggigiorno, l’arte del viaggiare è sempre più praticata ed apprezzata dai turisti di tutto il mondo, e quale meta migliore del Brasile per trascorrere le proprie vacanze? Perché visitare il Brasile ma, soprattutto, cosa non fare in Brasile?

Brasile, cosa sapere

In generale, il Brasile rappresenta una meta di viaggio molto richiesta, economica ed apprezzata dai turisti, che hanno amato visitare la terra della samba, dell’allegria e delle spiagge da sogno.

Risulta quasi inutile citare le meravigliose e suggestive città di Rio de Janeiro, Brasilia e San Paolo, che si presentano vivacemente colorate in uno scenario completamente allegro e disinvolto e che sono dotati di monumenti caratteristici ed importanti per la cultura locale e di paesaggi spettacolari ed unici.

Infatti, quando si parla di Brasile, come si fa non menzionare le suggestive e splendide montagne del Pan di Zucchero e del Corcovado, che echeggia sulla magnifica città di Rio de Janeiro e che ospita una delle moderne sette meraviglie del mondo, rappresentata dal celebre Cristo Redentore, o le famosissime e bellissime spiagge di Ipanema e Copacabana?

Invece, la vivacissima città di San Paolo è particolarmente ricca di ristoranti, negozi, attrazioni ed istituzioni culturali e turistiche, indicate per esempio dal celebre museo d’arte e dalla pinacoteca.

La capitale brasiliana rappresenta una città altrettanto allegra, ma ricca di candidi e suggestivi edifici moderni, che sono stati realizzati principalmente dall’artista Oscar Niemeyer, e particolareggiata dalla presenza della celebre Torre della televisione, che offre un panorama mozzafiato dalla terrazza.
Inoltre, oltre alla cultura ed alle belle spiagge, il Brasile è caratterizzato anche dalla presenza di locali molto vivaci e caratteristici, dove poter vivere in prima persona la movida carioca ed assaggiare le gustose specialità culinarie locali, come il frango, le feijoes, la mocheca, la mandioca e l’assado.

Cosa non fare in Brasile

Come già detto in precedenza, il Brasile rappresenta indubbiamente una nazione meravigliosa, allegra e ricca di scorci naturali e suggestivi, tuttavia è bene considerare l’idea di adottare alcuni comportamenti durante la propria permanenza in questa favolosa nazione sudamericana, così da evitare l’insorgenza di eventuali e sgradevoli eventi di natura criminale ed offensiva.

Innanzitutto, bisogna avere molta pazienza in Brasile e non assumere mai degli atteggiamenti impulsivi e compromettenti per la propria sicurezza, soprattutto in caso di rapina, dove è molto consigliato non opporre resistenza.

Inoltre, è certamente utile imparare a parlare la lingua locale, ovvero il portoghese brasiliano, e non scambiarla con altre, come lo spagnolo, così da poter capire cosa viene detto, e non gesticolare con le mani, in quanto in molti casi può risultare molto offensivo per i brasiliani.

Un altro suggerimento è sicuramente quello di non indossare alcun gioiello o accessorio vistoso e luccicante e di non mostrare mai una grande quantità di denaro o anche portare con sé borse o zaini mentre si è in giro, in modo tale da non diventare un facile target per i malintenzionati.

Oltre a ciò, è anche utile prenotare un alloggio non troppo lontano dal centro storico delle città brasiliane, dato che i mezzi di trasporto del Brasile non sono solitamente il massimo di sicurezza ed efficienza, non intrattenere dei rapporti con le donne locali senza rispetto e tener conto del clima tropicale tipicamente bipolare, che è caratterizzato da acquazzoni improvvisi alternarti a sprazzi di sole.

Un ulteriore consiglio sugli atteggiamenti di sicurezza da assumere in Brasile è rappresentato decisamente dal non passeggiare nelle spiagge e nei quartieri più bui e malfidati delle città durante le ore notturne, così da evitare di essere eventualmente importunati da borseggiatori, cercando quindi di spostarsi da una zona o un locale ad un’altro/a tramite l’ausilio di un taxi.

Inoltre, le zone nordiche del Brasile sono alquanto pericolose e rischiose, quindi è bene avere delle conoscenze del luogo prima di incorrere a delle ingenti e sgradevoli difficoltà.

© Riproduzione riservata
Leggi anche