Notizie.it logo

Cosa vedere a Gubbio in un giorno, curiosità sulla cittadina medievale

cosa vedere a gubbio in un giorno

Gubbio, uno dei borghi medievali più belli d'Italia.

Gubbio è un comune italiano situato in provincia di Perugia, in Umbria. Il suo territorio è prevalentemente caratterizzato da montagne e colline, causando durante l’inverno, forti cambiamenti tra il clima più freddo e quello un pochino più mite, essendoci l’Appennino. Durante l’estate, invece, le temperature sono molto calde, ma sicuramente più arieggiato rispetto ad altri comuni o città italiane.
Ciò che caratterizza Gubbio sono i numerosi negozi di artigianato che vanno dalla produzione di ceramica fino ai laboratori di oreficeria e di modellismo. Scegliamo insieme cosa vedere a Gubbio in un giorno.

Cosa vedere a Gubbio in un giorno

Iniziamo con il Teatro Romano e l’Antiquarium: il teatro è uno dei resti appartenenti alle vestigia di Eugubium, risalente a molto tempo fa, circa al I sec.

a.C. Visto che è situato all’interno di un grandissimo parco verde, è possibile scattare foto anche in primo piano con lo sfondo della cittadina. Inoltre, c’è uno spazioso parcheggio, cosicché nel caso vi muoveste con la macchina, sarà possibile parcheggiarla senza nessun problema.

Per quanto riguarda Antiquarium, è un museo dove vengono conservati i resti di qualche scavo condotto qualche tempo prima. È molto vasto, quindi, occorrerà un po’ di tempo per visitarlo tutto.

Una volta terminate le visite al Teatro Romano, è possibile raggiungere in poco tempo la Chiesa di San Francesco, passando attraverso un tunnel. La Chiesa è stata eretta nel XIII secolo, mentre il campanile nel XV secolo. All’inizio la Chiesa era caratterizzata da soli affreschi, ma dopo il restauro avvenuto nel XVIII secolo, questi non ce ne sono più.

Piazza 40 Martiri e le Logge dei Tiratori: al centro della piazza è possibile vedere un monumento eretto in memoria delle persone cadute, da qui il nome 40 Martiri.

Accanto, è possibile vedere un grande edificio, all’inizio era l’ospedale Santa Maria, ma in seguito nel XVII secolo è diventato un tiratoio, ovvero, luogo in cui si tiravano i panni.

Duomo di Gubbio: è stato costruito in onore dei due santi Mariano e Giacomo. L’abside è buia, ma basta lasciare una piccola offerta e si accende la luce, rendendola tutta luminosa. La sua facciata, invece, presenta una formazione semplice.

Chiesa di San Giovanni Battista: è stata costruita tra il XIII e il XIV secolo. Presenta uno stile semplice al suo interno, una facciata di stile gotico e il campanile costruito in stile romantico. Di sera è meravigliosa perché la piazza si illumina completamente.

Piazza Grande: il nome dice tutto, di fatti è immensa. Presenta un bellissimo panorama per scattare qualche foto, anche perché basta affacciarsi ed è possibile vedere tutto il territorio umbro.

Palazzo dei Consoli e Museo Civico: all’interno del museo, ci sono le sette tavole lugubine.

Sono di un inestimabile valore, fatte di bronzo e scritte sia in lingua umbra che in lingua latina. Il museo è formato da tre piani e conserva quadri e crocifissi del Medioevo e del Rinascimento. È possibile godere di un paesaggio fantastico.

Torre Romana: è alta ben 29 metri e, all’inizio, era un porta che faceva accedere all’interno della cittadina. È stata costruita nel 1400 ed è possibile salire fino in cima per poter vedere ancora meglio il paesaggio di Gubbio.

Basilica di Sant’Ubaldo: lui protegge la città dai terremoti. Viene conservato all’interno di una teca sopra l’altare della Chiesa. È stato mummificato e il corpo è rimasto intatto. All’interno della Basilica, ci sono tre ceri che vengono portati durante la Festa dei Ceri.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche