Notizie.it logo

Gerusalemme: cosa vedere in due giorni

gerusalemme cosa vedere in due giorni

I turisti ne restano affascinati e si immergono completamente nella città Santa. Scopriamo Gerusalemme.

Meta turistica tra le più ambite, Gerusalemme è una città dal fascino unico e sorprendente come possono testimoniare le migliaia di visitatori che ogni anno si riversano tra i vicoli della città vecchia, o ne affollano i principali siti di interesse culturale e religioso.

Se anche voi siete desiderosi di mettere piede nella città santa di Gerusalemme, ma avete a disposizione solo due giorni per farlo, questa guida potrebbe fare al caso vostro.

Gerusalemme cosa vedere in due giorni

Visitare Gerusalemme in due giorni costituisce certamente una sfida e mai, come in questi casi, l’organizzazione è tutto. Per evitare inutili complicanze, partite ricordando di mettere in valigia un abbigliamento consono ai luoghi che intendete visitare, soprattutto se si tratta di siti religiosi, e tenete a mente che durante lo shabbat molti servizi potrebbero non essere attivi.

Il Muro del pianto o Muro Occidentale, è tutto ciò che resta del Secondo Tempio, distrutto dalle legioni di Tito nel 70.

Cuore di un’intenso pellegrinaggio religioso, è tradizione infilare tra le pietre del muro bigliettini dove vengono trascritti pensieri, preghiere o desideri.
Se vi sentite avventurosi, potreste decidere di prenotare una visita guidata ai sotterranei del muro del pianto. Si tratta di tunnel che corrono lungo tutto il perimetro interrato del muro occidentale e arrivano a sfiorare quello che era il Sancta Sanctorum, cuore del Tempio e luogo dov’era custodita l’Arca dell’Alleanza.

Il monte del tempio o Spianata delle Moschee è il luogo più sacro per i tre principali monoteismi e, per questo motivo, oggetto di un lungo contendere. Ritenuto dagli ebrei il luogo dove sorgeva il primo Tempio, sulla spianata sorgono la magnifica e antichissima Cupola della Roccia, con la caratteristica cupola dorata, e l’imponente moschea di Al Aqsa.
Al monte del tempio possono accedere anche i non musulmani, ma solo in determinati orari e passando sul ponte di legno che si trova accanto al Muro del Pianto.

Il Santo Sepolcro meta di pellegrini di ogni parte del mondo, la basilica del Santo sepolcro è tra gli edifici più importanti per i fedeli di confessione cristiana.

Fu costruita per volere dell’imperatore Costantino su quello che si ritiene essere il luogo dove Gesù morì, fu sepolto e infine risorse.
All’interno vi si possono ammirare il Calvario, riccamente decorato, la Pietra dell’Unzione, dove sarebbe stato deposto il corpo di Gesù prima dell’inumazione, la Pietra dell’Angelo e l’edicola del Santo Sepolcro.

La Città di Davide è probabilmente il più importante sito archeologico del posto. Pur trovandosi al di fuori delle mura di cinta, si tratta del primo nucleo di insediamento della città. Il sito è un complesso parco archeologico comprendente la zona degli scavi, accessibile ai visitatori, numerosi reperti e il sistema idrico sotterraneo, noto come tunnel di Ezechia, che raccoglie le acque dalla sorgente di Gihon.

Il museo di Israele fondato nel 1965, raccoglie numerose collezioni d’arte che spaziano dalla moderna alla contemporanea, e reperti archeologici. Da non perdere il Santuario del Libro che custodisce fra i tanti documenti di pregio, i famosi rotoli del Mar Morto.

Altro museo da non mancare è lo Yad Vashem, il memoriale dell’Olocausto inaugurato nel 1957.

Vi si possono trovare, tra le altre cose, una copia della lista di Schindler, la Sala dei nomi e il museo d’arte dell’Olocausto. Costruito sul lato occidentale del monte della Memoria (Monte Herzl), il memoriale è una struttura imponente e per lo più sotterranea. Al suo interno è ospitato il Giardino dei Giusti.

Appena fuori da Gerusalemme, Il monte degli Ulivi è il luogo perfetto dove godere di una vista panoramica e davvero suggestiva della città. Ai piedi del monte si trova il giardino del Getsemani, il luogo dove si crede Gesù passò le ore che ne precedettero l’arresto, e che ospita piante di ulivo secolari.

Si tratta di luoghi che invitano alla pace e alla contemplazione, perfetti per chiudere degnamente la vostra intensa due giorni nella città di Gerusalemme.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche