Notizie.it logo

Grotta della poesia, dove si trova

grotta della poesia

Un angolo incantevole della Puglia, imperdibile.

Dove si trova la Grotta della Poesia

Il solo fatto che si chiami Grotta della Poesia la dice lunga su quanto questo luogo sia incredibilmente, per l’appunto, poetico. Si tratta in effetti di uno dei angoli più belli ed incontaminati dell’incantevole Puglia, una terra che quanto a bellezze naturali ha ben pochi rivali al mondo. Siamo nel cuore del Salento, un autentico angolo di paradiso che con le sue spiagge paradisiache e i borghi antichi a picco sul mare non ha nulla da invidiare alle più note mete tropicali del calibro di Maldive, Seychelles e così via.

E la Grotta della Poesia lo dimostra ampiamente, lasciando a bocca aperta chiunque abbia la fortuna di visitare questo luogo sospeso tra storia e leggenda.

Ma dove si trova la Grotta della Poesia? A metà strada tra Torre dell’Orso e San Foca, a Rocca, in uno scenario mozzafiato composto da insenature uniche al mondo e scogliere dall’alto delle quali è possibile dominare un mare che definirlo cristallino sarebbe alquanto riduttivo.

Siamo e 20 km da Otranto e a 23 circa da Lecce, altre due mete imperdibili per chiunque si rechi in Puglia per ammirare da vicino tutte le meraviglie che questa splendida terra ha da offrire.

Leggenda Grotta della Poesia

La Grotta della Poesia è, in soldoni, una piscina naturale circondata da un complesso di grotte che si snoda nel sottosuolo e che si può raggiungere sia via terra che via mare. Le due grotte principali, quella della Poesia grande e quella della Poesia piccola sono collegate l’una all’altra da un cunicolo sottomarino che non è tuttavia facilmente raggiungibile.

Se lo scenario che ci si trova dinanzi non appena si giunge nei dintorni della Grotta è incredibile, anche la leggenda che si cela dietro questa splendida piscina naturale è affascinante come poche. Si narra che vi fosse, in passato, una principessa che amava tuffarsi nella grotta e sguazzare in quelle acque limpide ed incontaminate.

Una fanciulla così bella che ogni giorno, così si dice, tantissime persone provenienti da ogni parte della Puglia accorrevano a Roca Vecchia per poterla ammirare mentre si faceva il bagno in quella piscina naturale.

Secondo la leggenda, questa fantomatica principessa ha ispirato al tempo diversi poeti che alla sua bellezza, eleganza e delicatezza hanno ben pensato di dedicare versi romantici e ricchi di passione.

Da qui l’appellativo di Grotta della Poesia, un nome che le si addice perfettamente e che è particolarmente rappresentativo dell’atmosfera suggestiva che si respira in questo piccolo angolo di paradiso nel cuore della Puglia.

Origine Grotta della Poesia

Questo luogo non è solo oggettivamente incantevole e meritevole, pertanto, di una visita. La Grotta della Poesia è anche oggetto di grande interesse per gli appassionati di archeologia sottomarina, visto e considerato che i suoi fondali custodiscono il prezioso lascito di una civiltà che fiorì a cavallo tra il secondo ed il terzo secolo a.C.

Sul fondo della Grotta stessa sono peraltro stati rinvenuti alcuni resti che risalgono alle civiltà turche, greche, romane e saracene, rendendo questo luogo ancor più unico nel suo genere. A livello geologico, invece, la Grotta della Poesia è stata modellata dal mare e dal vento che, in tutta la zona di Roca Vecchia, hanno plasmato gallerie, grotte e cunicoli regalando a turisti e residenti dei paesaggi che sono una gioia per gli occhi e per il cuore.

Le grotte che gli agenti atmosferici hanno scavato nelle scogliere calcaree del Salento sono peraltro state utilizzate, in passato, come luoghi di culto dai monaci brasiliani, che a picco sull’Adriatico hanno vissuto come eremiti per molti, moltissimi, anni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche