Notizie.it logo

Mare vicino al Giappone, le migliori spiagge orientali

mare vicino al giappone

Il Giappone è la terra dalle mille risorse, senza dubbio ci sorprende con una quantità così considerevole di spiagge da sogno.

Il Giappone è un paese ricco di storia e tradizioni ma sopratutto di spiagge incontaminate e che non sono visitate, quindi dei veri e propri paradisi terrestri. Questo succede perché nella cultura giapponese non vi è l’abitudine di andare al mare come è diffusa tra i paesi del mar mediterraneo. I pochi amanti del mare sono soliti recarsi alle vicine isole Hawaii e le spiagge giapponesi rimangono così preservate nella loro splendida natura. Scopriamo di più sul mare vicino al Giappone.

Mare vicino al Giappone

In particolare vi sono una serie di isole a sud del Giappone chiamato Okinawa che è la zona più frequentata dai nipponici che amano il mare. In queste isole si alternano varie tipologie di vacanzieri da quelli che amano le immersioni agli appassionati di snorkeling, In queste isole si ha un clima tropicale tutto l’anno e offrono al turista una cucina salutare.

Vi è da precisare che quasi tutte le isole sono circondate da una barriera corallina non distante dalla riva con diverse tipologie di coralli, tartarughe e molti pesci.

Una delle spiagge di questo arcipelago è quella situata nell’isola maggiore di Okinawa famosa per il colore smeraldo è visibile dall’aereo in procinto di atterrare all’aeroporto di Naha: la sabbia qui è finissima e il mare incantevole mentre alle spalle si è circondati da palme di cocco.

Un’altra spiaggia è quella di Naha che si trova vicino all’aeroporto con una distesa di due chilometri di sabbia bianca e fondali corallini con mare turchese, è una delle spiagge prive di stabilimenti balneari.

Un altro arcipelago di isole vicino a quella di Okinawa è quello delle isole Kerama che comprendono l’isola Tokashiki e Zamami che sono dotate internamente di foreste assai ricche di vegetazione.

Nell’isola di Zamami, in particolare vi è una spiaggia denominata Ama che è composta da una sabbia bianca sottilissima e tante conchiglie sparse con la possibilità di ammirare da vicino la barriera corallina con tanti pesci colorati e fare delle immersioni guidate.

Nell’altra isola Tokashiki vi è la spiaggia di Aharen che è utilizzata sopratutto dagli amanti del snorkeling visto che anche qui vi è la barriera corallina ed è in una zona dotata da numerose strutture alberghiere che accolgono ogni anno numerosi turisti europei.

A sud dell’arcipelago di Okinawa vi è l’isola di Miyako che offre un vero e proprio paradiso tropicale composto da acqua cristallina color turchese, barriera corallina e spiaggia bianca finissima attorniata da palme di cocco.

Qui vi sono due interessanti spiagge: una è quella di Yonaha Maehama che offre una spiaggia attorniata da rocce e la spiaggia di Sunayama che rimane piccola e riservata e presenta un arco di roccia naturale alto tre metri dove entra il mare e dal quale si può osservare la barriera corallina.

A sud rispetto a queste zona si trovano due isolette molto piccole denominate Ishigaki e Iriomote che rimangono piuttosto selvagge e incontaminate, adatte per un turista che cerca di rilassarsi isolandosi.

Ad Ishigaki si trova la spiaggia di Kabira Bay con un’acqua trasparente ed è definita la più bella di tutte le isole del Giappone dove è possibile fare snorkeling, kitesurf ed immersioni.

Nell’altra isola di Iriomote vi sono una serie di piccole spiagge circondate da cascate e fiumi adatta per praticare la canoa.

A nord di Okinawa si trova invece l’arcipelago delle isole Amami, vicinissime al Giappone: in una di queste isole vi è la spiaggia di Yoronto che è costituito da una isoletta di spiaggia finissima in mezzo alle acque trasparenti del mare e facilmente accessibile a piedi via mare grazie all’acqua piuttosto bassa.

Questa isoletta ha una particolarità: compare dopo le maree una volta al mese per poi scomparire.
Altre due spiagge sono quella di Yurigahama dove vi è un fondale molto basso e quella di Tomori dove invece vi è un mare dai mix tropicali misto tra turchese, verde smeraldo e azzurro.

Spiagge del continente giapponese

Vi sono delle spiagge meravigliose anche nel continente giapponese e quella più famosa è quella di Shirahama distante due ore da Osaka la quale è una distesa di sabbia bianca con mare turchese dove si pratica il surf: in questa zona vi sono attività rilassanti come le sorgenti termali all’aperto.

A cinquanta chilometri da Tokyo vi è la spiaggia di Yuigahama nella città di Kamakura raggiungibile in treno; questa è una spiaggia ampia e affollata, ha una sabbia scura e di solito viene utilizzata per fare windsurf e kitesurf visto che tira sempre molto vento.

L’altra spiaggia di Kamakura è Enoshima anch’essa frequentata sopratutto da serfisti e amanti della vela.

Infine, una serie di bellissime spiagge si trovano a sud del paese nella penisola di Izu dove vi è la spiaggia di Shirahama Ohama avente una forma circolare e protetta dal vento.

La spiaggia di Shikinejima che è un’insenatura a forma di mezza luna dove l’acqua è verde smeraldo e la sabbia bianca, la spiaggia di Goishigahama piccola accessibile mediante un percorso montuoso.

In ultimo, vi è da segnalare la spiaggia di Jodogahama nella zona di Miyako che d’inverno è una zona di vacanze invernale mentre d’estate offre al visitatore questa spiaggia di sabbia bianca, un mare verde smeraldo e una vista su una serie di scogli bianchi e faraglioni in mezzo al mare che la proteggono dal vento e dalle tempeste a poca distanza.

© Riproduzione riservata
Leggi anche