Ostia Antica

Ostia Antica, l’antico porto di Roma, è un vasto sito archeologico visitabile facilmente con un giorno di viaggio a Roma. Nicoletta Di Livio, una guida turistica autorizzata da Overome, una società di tour di Roma che offre visite guidate di Ostia antica, ci dà uno spaccato del popolo di Ostia durante il II secolo quando Adriano era imperatore e Ostia era al suo picco come importante città portuale.

Nicoletta dice:

” Ostia Antica era una città molto importante durante l’impero romano. Ma perché questo nome? In latino Ostium significa “foce del fiume”; Infatti, l’antica città fu fondata nel IV secolo A.C. alla foce del fiume Tevere, un luogo strategicamente importante. Era l’ingresso a Roma per le persone provenienti dal Mar Tirreno ed era soltanto a 30 chilometri dalla città.

Inizialmente, Ostium non era una città ma un castrum, una fortezza militare per la difesa e il controllo. Il primo villaggio era vicino a uno dei prodotti più preziosi dei tempi antichi: il sale. Le Saline di Ostia sono state una grande fonte di ricchezza per i romani. Il sale era usato per mantenere il cibo fresco ed era così importante che la parola italiana salario deriva dall’usanza di pagare i soldati con un sacchetto di sale. Una volta estratto e modellato in lastre, il sale fu portato nell’entroterra lungo la Via Salaria. Poi ha raggiunto il mare Adriatico passando l’Appennino. L’importanza di Ostia e il suo sale sono ricordati ancora oggi.

Ora parliamo degli abitanti di Ostia. Durante l’età di Adriano c’erano circa 50.000 abitanti, quasi come oggi in alcuni quartieri di Roma. Essi differiscono notevolmente dagli altri perché Ostia era probabilmente il più grande porto dell’Impero, così che lì si riunirono tutti i gruppi etnici come una vera e propria torre di Babele. Le statue che abbiamo ancora oggi dimostrano la grandezza di questo impero: ogni faccia, ogni forma ci racconta una storia di sentimenti ed emozioni, l’essenza delle persone che vi abitavano.

L’impero romano ha aperto la porta al popolo sottomesso creando la più grande società multietnica della storia. Ostia era una città straordinariamente varia, con diverse lingue e religioni che coesistevano senza problemi perché le persone erano unite da una filosofia comune: ” la legge di Roma”. Se qualcuno non si piegava alle autorità significava che era contro il sistema e quindi un nemico.

Una volta che questa regola era accettata i romani erano completamente liberi. Potevano scegliere cosa indossare, la lingua da parlare e di adorare il proprio Dio. Non c’era nessuna discriminazione per colore della pelle e la società era basata su un sistema meritocratico. Anche i vinti erano accolti se rispettosi delle leggi.

Un esempio fu Septimius Severus. Egli fu un grande imperatore, anche se lui era della Libia, un territorio nemico di Roma. Il suo forte accento africano, la sua pelle scura e la sue origini berbere non gli impedirono di raggiungere il livello superiore della società romana.

Scritto da Anna Santoriello
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Bed and Breakfast nella Toscana settentrionale

L’Architettura di Amsterdam: La torre all’angolo “Schreierstoren”

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zocalo città del messicoZocalo, Città del Messico: storia e attrazioni

    Tutte le informazioni per conoscere Zocalo, da visitare a Città del Messico.

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • ZagatZagat
  • 
    Loading...
  • YulefestYulefest
Entire Digital Publishing - Learn to read again.