Notizie.it logo

Parco nazionale Krka, informazioni sul parco della Croazia

Parco Nazionale Krka

Una natura rigogliosa fa da cornice al Parco nazionale Krka, e alle sue 7 meravigliose cascate.

La Croazia è famosa per i suoi paesaggi spettacolari e per il meraviglioso clima mediterraneo, soprattutto nella regione storica della Dalmazia che confina con il Mar Adriatico. A pochi chilometri a nord-est della città di Sibenik si trova il Parco Nazionale Krka, che è stato dichiarato tale nel 1985 ed è ora una destinazione molto popolare sia per chi è interessato alla storia croata, sia soprattutto per chi ama le cascate.

Come suggerisce il nome, il parco è situato attorno al fiume Krka e copre un’area di ben 109 km quadrati, incluse tutte e 7 le cascate del fiume. Da una prospettiva prettamente geologica, l’intera area è prevalentemente una topografia carsica, il che significa che le rocce sono di pietra calcarea rosa scolpita dall’acqua.

I fiumi che scorrono nei paesaggi carsici tendono a formare canyon profondi, solitamente accompagnati da caverne e corsi d’acqua sotterranei, le cui acque arricchite di calcare tendono anche a far crescere nuove rocce in modo simile alle stalattiti e alle stalagmiti. Nei fiumi, le nuove rocce di solito si manifestano sotto forma di mensole o sporgenze, ma a volte formano delle forme più complesse.

Le cascate del Parco Nazionale Krka

Il fiume che scende da un’altezza totale di 242 m, mentre attraversa una serie di cascate che sono generalmente considerate tra le più belle al mondo. Le due più basse sono quelle più visitate, ma tutte hanno una bellezza unica. Di seguito saranno elencate descritte le cascate a partire dalla più alta.

Bilusica Buk, che si trova a 9 km a valle di Knin e in passato sono stati fatti alcuni tentativi per limitare il flusso d’acqua al fine di prevenire le inondazioni.

Alcune parti della cascata sono state fatte saltare con la dinamite, ma rimane immensamente potente per tutto l’anno.

Brljan, situata 2 km a valle di Bilusica Buk dove il fiume esce dal suo stretto canyon e sfocia nel lago di Coric, che era formato in parte dalle basi e naturali in travertino e in parte dalla costruzione di una diga in calcestruzzo per regolare il flusso d’acqua per la centrale idroelettrica di Miljacka.

Manojlovac Slap, che segue il fiume per altri 500 m e arriva a quella che è la più grande e generalmente considerata la cascata più spettacolare sul fiume Krka.

Questa cascata ha un dislivello totale di quasi 60 metri e scorre su un percorso virtuoso di circa 80 metri di larghezza 1500 di lunghezza.

Ai piedi della cascata si possono vedere le rovine di vecchi mulini.

Rosnjak. Il fiume Krka attraversa un canyon stretto e ripido e dopo 1 km si trova la più segreta delle sette cascate. Definita localmente come “l’altare”, essa consiste in un singolo passaggio e una caduta di 8,4 m, motivo per cui è considerata inaccessibile e può essere vista solo a distanza.

Miljacka Slap. Dopo un altro chilometro, il fiume scende di circa 25 metri sopra la cascata Miljacka Slap, che è anche il sito dell’omonima centrale idroelettrica dove si possono vedere i resti dei primi mulini. A soli 100 metri sotto le cascate si trova la grotta di Miljacka II, che ospita molte specie rare tra cui il pipistrello dalle dita lunghe.

Roski Slap è la sesta cascata in cui le acque calano di 22,5 metri quando entrano nel lago Visovac.

Anche qui si possono trovare vecchi mulini, alcuni dei quali sono stati restaurati insieme ad altre caratteristiche interessanti come di pilastri di pietra e i fori di lavaggio precedentemente utilizzati nell’industria della lana.

Shradinki buk. L’ultima cascata portale acque combinate dei fiumi Krka e Cikola e si trova a 13 km da Roski Slap.

Qui ci sono una serie di 17 gradini la cui lunghezza è di 800 metri e la larghezza di circa 400 m. Inoltre, sono presenti molte piccole isole rocciose e persino delle grotte all’interno dell’area della cascata.

Ma oltre alle cascate, in questo parco possono essere ammirati diversi manufatti interessanti nei negozi di artigianato. Ma la vera caratteristica che rende questo parco davvero diverso dagli altri è il fatto che è permesso nuotare in alcune aree delimitate.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche