Notizie.it logo

Prese elettriche nel mondo, come adattarsi in viaggio

prese elettriche nel mondo

Avere gli adattatori giusti durante una vacanza in giro per il mondo è fondamentale!

Ogni giorno le persone viaggiano che sia per una vacanza o per lavoro o per altro, tuttavia è risaputo, qualcosa la si dimentica sempre!
Per esempio si potrebbe scordare che da nazione a nazione cambiano le tipologie di prese elettriche.

Prese elettriche nel mondo, quali sono

Purtroppo esistono tantissime tipologie di prese elettriche ognuna diversa dall’altra ma quelle principali sono solo tre per fortuna:

  • La presa elettrica Europea che risulta di tipo C ( la quale presenta due spine tonde);
  • Di tipo A, quella usata in America (la quale presenta due spine verticali);
  • Inglese, chiamata anche tipo G (la quale presenta tre spine rettangolari)

Nonostante ciò, anche in Italia utilizziamo molto spesso prese diverse dalla classica di tipo C, infatti alcune delle prese che utilizziamo risultano essere di paesi differenti.

Il tipo di presa elettrica, non è però l’unica cosa che può risultare diversa in base al paese in cui ti trovi infatti anche il voltaggio può risultare diverso, quindi risulterà diversa anche la potenza della ricarica.

Cosa fare prima di partire?

Ovviamente una persona consapevole di dover partire per un’altra nazione si dovrà preoccupare anche del poter caricare i propri dispositivi (dal più comune degli smartphone al computer più avanzato), però non conoscendo la tipologia di presa elettrica presente in quella nazione, cosa conviene fare?

Principalmente si possono fare solo due cose:

  1. Informarsi in maniera opportuna e acquistare la presa elettrica adatta.
  2. Comprare un adattatore ‘universale‘ così da essere al sicuro.
    Senza alcun dubbio, la seconda scelta è quella più consigliata poiché non si rischia di rimanere senza caricatore.

Quindi è chiaro cosa fare per adeguare il caricatore alla presa di una nazione nuova, ma se non dovessero essere presenti sufficienti prese cosa sarebbe meglio fare?

In qualsiasi caso si decida di partire è una cosa fondamentale portare una multi-presa, anche una semplice tripla poiché molto spesso capita che in hotel non ci siano sufficienti prese per caricare ogni dispositivo, in quei casi qualcosa potrebbe andare storto, proprio per questo motivo bisogna sempre portare con se se una multi-presa così da avere abbastanza prese per caricare qualsiasi dispositivo che è in vostro possesso.

Cosa fare in caso di emergenza?

Quante volte vi è capitato che uscendo, proprio nel momento in cui vi serve il telefono per un’emergenza, lo trovate spento a causa della batteria scarica?
Immaginate la piccola differenza tra l’essere con il telefono casa ‘vicino’ casa e l’essere senza cellulare in un’altra nazione.

Questo ovviamente non deve accadere perché il cellulare potrebbe essere anche una salvezza in certi momenti.
Per evitare ognuna di queste possibilità spiacevoli, una cosa che molto spesso viene raccomandata è quella di portare con se un ‘power bank’.

Il power bank non è altro che un dispositivo che dovrete caricare prima di partire e nel momento del bisogno, basterà attaccare ad esso un cavo USB e poi attaccarlo al cellulare, così avrete con voi un caricatore per il cellulare o qualsiasi altro dispositivo elettronico a portata di mano in qualsiasi situazione.

Prezzo di questi oggetti?

Questi oggetti ‘pre-viaggio’, sono molto utili ovviamente, ma il loro costo su quanto si aggirerà?

Per qualsiasi cosa tu voglia acquistare, ricorda che quasi sempre il prezzo viene fatto dalla qualità, se comprerete un power bank di 30€ ovviamente avrà una qualità superiore al power bank di 4€ e così via…

Se bisogna partire, ognuna di queste cose è fondamentale, dalla presa elettrica compatibile al power bank, sono piccoli accorgimenti che potrebbero salvarci la giornata grazie alla loro utilità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche