Salonicco mare, spiagge e cosa vedere

Salonicco, la seconda città greca per importanza, con tanti tesori da offrire ai turisti.

Tra le località greche maggiormente apprezzate dei turisti, accanto ad Atene spicca Salonicco, che non a caso è la seconda città della Grecia per importanza. Ma come mai Salonicco è una meta così gettonata? Senza dubbio la risposta va cercata nel suo mare cristallino, nelle spiagge che si trovano anche nei dintorni e nei tanti luoghi di interesse storico che si possono visitare.

Se state pensando di partire per Salonicco , consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Salonicco mare e spiagge

Il mare di Salonicco non è tra i più belli della Grecia, ma senza dubbio risulta comunque perfetto per una vacanza rilassante e durante la quale staccare la spina. Le acque del mare di Salonicco sono infatti abbastanza cristalline e pulite da rendere il soggiorno decisamente piacevole.

Stesso discorso si può fare per le spiagge: a Salonicco si può ad esempio andare in quella che è definita spiaggia centrale, che senza dubbio è la spiaggia più importante della città greca.

Nei dintorni di Salonicco si trovano diverse spiagge che meritano di essere prese in considerazione, tra cui ad esempio spicca quella di Perea: questa spiaggia si trova vicino all’aeroporto cittadino ed è perfetta sia per una vacanza con la famiglia che con gli amici.

Molto bella è anche Agia Triada, perfetta se si cerca una spiaggia non troppo frequentata. Infine, a circa 30 km dal centro cittadino, si trova la spiaggia di Potamos, la cui bellezza si percepisce fin dalla sua forma, che da la sensazione di un lembo di terra pronto a gettarsi in mare.

Cosa vedere a Salonicco

Come detto, Salonicco mare è la seconda città greca per importanza e ha molto da offrire a chiunque aspiri ad un viaggio fatto di cultura e storia, elementi di cui questa città risulta essere davvero ricca.

Tra i primi luoghi da visitare nel corso di una vacanza a Salonicco, vi è senza dubbio la Torre Bianca. Il motivo sta nel fatto che si parla, letteralmente, del simbolo più importante della città, la cui edificazione risale al 1430. Ad oggi è l’unico elemento che rimane delle mura che cingevano la città e che vennero distrutte nella seconda metà del 1800.

Il suo colore bianco dipende dal fatto che i greci, quando entrarono a Salonicco dopo averla sottratta agli Ottomani, decisero di darle un nuovo colore, in una azione che aveva quasi un qualcosa di purificante. Oltre ad avere la possibilità di godere di una splendida vista dall’alto dei suoi 30 metri, al suo interno si può visitare l’interessante Museo Bizantino.

Come detto, Salonicco ha molto da offrire anche per quanto concerne i luoghi di culto: basti pensare ad esempio alla Basilica di Santa Sofia, la cui edificazione risale al 7°secolo. Un tempo era la cattedrale cittadina, prima di venire tramutata in moschea dopo l’avvento degli Ottomani. Attualmente è un luogo di culto ortodosso ed è giustamente considerata uno degli esempi più importanti dello stile architettonico bizantino.

Sempre parlando degli edifici di culto, vale la pena ricordare anche la Tomba di Galerio, che un tempo era un luogo di culto costruito in onore i Zeus. Anche se venne intitolato a Galerio, le spoglie dell’imperatore romano non vi hanno mai riposato.

Due aspetti molto interessanti riguardano il fatto che secondo alcune fonti questa sarebbe la chiesa cristiana più antica del Vecchio Continente e che ancora oggi è presente il minareto, eredità del periodo in cui questo edificio funse da moschea. Il tour delle chiese potrebbe continuare e terminare con la Chiesa i Panagia Chalkeon: anche questo luogo di culto è molto interessante da un punto di vista architettonico perchè è un bell’esempio di architettura bizantino

Salonicco ha molto da offrire anche da un punto di vista museale: tra i tanti musei che si potrebbe pensare di visitare, vi è ad esempio il Museo della Cultura Bizantina: questo simbolo culturale di Salonicco si compone di 11 sale e per capire la sua bellezza basta pensare al fatto che nel 2005 venne eletto come il miglior polo museale del Vecchio Continente.

Prima di tornare a casa vale la pena inserire nel proprio itinerario anche il Museo Archeologico dove è possibile scoprire l’antichissima storia di questa città e in generale della zona della Grecia in cui si trova. Mezza giornata in questo museo sarà tra quei momenti che sicuramente non si dimenticheranno.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La Valletta Malta, spiagge migliori e cosa visitare

Viaggiare on the road, dove andare in Europa

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.