Notizie.it logo

Strasburgo, cosa vedere

strasburgo

Strasburgo, la città cosmopolita dalla doppia identità.

Strasburgo è una città dalle due anime, dato che è stata a lungo contesa tra la Germania e la Francia, la sua attuale nazione, ed è anche un simbolo della storia europea.

Attraversata dal fiume Reno, sul quale si possono effettuare delle interessanti gite in battello, attualmente è una delle città più importanti dell’Unione Europea, infatti vi hanno sede tre istituzioni di grande importanza come il Parlamento Europeo, il Consiglio d’Europa e la Corte dei diritti dell’uomo.

Questo continuo passaggio tra Francia e Germania ha dato a Strasburgo una doppia identità e ne ha fatto una città cosmopolita, molto affascinante anche sotto il profilo artistico ed architettonico, tanto da essere una meta turistica di notevole importanza.

Cosa vedere a Strasburgo

La Cattedrale di Notre Dame

Eretta in stile gotico, la Cattedrale di Notre Dame è senza dubbio uno dei monumenti più importanti di Strasburgo.

Il grande Victor Hugo la definì un “prodigio di grandezza e leggiadria“. Venne eretta a partire dal 1015 sulla base di un tempio antico dedicato al culto di Ercole e la sua costruzione durò per circa 800 anni con la torre che venne completata solo nel 1878.

La sua guglia è alta 142 metri e permette di godere di uno straordinario spettacolo che comprende sia la città che la Grande-Ile. La facciata è caratterizzata da un portale sul quale si possono ammirare episodi della Bibbia, da sculture che rappresentano episodi della vita di Gesù che si trovano sopra il portone, e nella parte più alta della facciata le figure della Vergine con Bambino e di Re Salomone raffigurato con 14 leoni.

La cattedrale di Strasburgo ha un interno semplice nel quale si possono ammirare una serie di vetrate colorate e un Orologio astronomico che risale al 1527 davanti al quale si trova il Pilastro degli Angeli.

La particolarità di questo orologio è data dal fatto che tutti i giorni alle 12.30 si mette in moto un meccanismo grazie al quale si vedono Gesù Cristo che benedice, gli Apostoli in processione ed il gallo che come narrato nella Bibbia, canta 3 volte.

Nella piazza della cattedrale si trovano anche altri importanti edifici storici cittadini, come la Maison Kammerzell, una delle più belle case della città, e la Farmacia del Cervo, nata nel 1268, e la più antica di tutta la Francia.

Il quartiere della Petite-France

Quartiere romantico per eccellenza la Petite-France sembra una cartolina ed è senza dubbio il quartiere più intatto del centro storico. In questo quartiere hanno abitato per molto tempo pescatori, mugnai e conciatori, e le sue case, con i classici tetti spioventi, le finestre a filo d’acqua ed i balconcini ricolmi di gerani, sono ancora quelle del 1500.

I magazzini ed i fienili sono stati invece sostituiti dai negozi che vendono souvenirs e da laboratori di artigianato.

In questo quartiere si trovano i “Ponts Couverts” che sono tra gli scorci cittadini più immortalati dai turisti nelle loro fotografie.

I “ponti coperti” hanno conservato l’antica denominazione anche se le coperture sono state tolte nel 1700 ed hanno ancora le torrette erette come bastioni difensivi in caso di attacco alla città. Un altro monumento di stampo militare che si trova nel quartiere è la casa – diga Vauban che serviva per inondare la parte sud della città in caso di attacco. Sopra la diga si trova anche un punto panoramico da cui si gode di una bella vista sulla città.

I musei di Strasburgo

Nella città francese sono molti i musei, tra i quali si segnalano Palazzo Rohan e il Museo di Arte Moderna e Contemporanea.

Il primo in origine era l’alloggio dei vescovi e si trova in pieno centro, nelle vicinanze della cattedrale ed al suo interno si trovano oggi tre musei, quello Archeologico, quello delle Arti decorative e quello delle Belle Arti.

Il Museo Archeologico, che si trova nei sotterranei, propone la storia della regione di Strasburgo, l’Alsazia, partendo dai mammuth e dai loro cacciatori per arrivare all’età dei Romani passando per quella dei Galli.

Nel Museo di arti decorative si possono ammirare le ricchezze possedute in passato dai cardinali, come quadri, vasellame, sculture, porcellane e gioielli.

Il museo delle Belle Arti, oltre ad essere il più importante tra quelli di Palazzo Rohan è anche uno dei più importanti dell’intera Europa. Al suo interno un percorso porta il visitatore ad ammirare opere di artisti di tutti i paesi, compresi quelli italiani come Giotto, Botticelli, Raffaello, Tiepolo, Canaletto e Veronese.

Molto numerosi anche i pittori spagnoli come Goya, Murillo, Zurbaran e El Greco e gli olandesi come Rubens.

Tra i pittori francesi presenti opere di Courbet, Corot, Chasseriau e Delacroix, artisti del 1800. Nel Museo di Arte Moderna e Contemporanea, che è stato inaugurato nel 1998 e si trova all’interno di un edificio in vetro, si trova nelle vicinanze della Diga Vabuan.

Al suo interno si riprende il percorso iniziato in quello delle Belle Arti, le cui opere più recenti risalgono al 1870, e offre la visione di opere di Picasso, Duchamp, Monet, Ernst, Kandinsky e Gorè, al quale è riservata una intera galleria.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche