Tempio di Wat Phra Dhammakaya: dove si trova

Le informazioni e la storia del grandissimo Tempio di Wat Phra Dhammakaya.

Un luogo davvero curioso e straordinario è il Tempio di Wat Phra Dhammakaya, in Thailandia. Scopriamone le informazioni e la storia, e tutto ciò che c’è da sapere per la visita.

Tempio di Wat Phra Dhammakaya

Wat Phra Dhammakaya, un luogo suggestivo che non somiglia a nessun altra costruzione esistente.

Spesso, infatti, viene paragonato ad un ufo che si è appoggiato sul suolo terrestre. Eppure, questa incredibile struttura che si trova in Thailandia è, in realtà, un tempio, ed è il più grande del mondo.

La struttura, infatti, copre 320 ettari ed è costituito da 150 edifici. Si tratta del tempio buddista più grande al mondo e si trova a Khlong Luang District, a circa 16 chilometri a nord del Bangkok International Airport di Bangkok.

Il Wat Phra Dhammakaya, tuttavia, è anche al centro di un controverso movimento Dhammakaya, una setta buddista fondata nel 1970, che è stata attaccata per i suoi insegnamenti religiosi non convenzionali e la commercializzazione del buddismo.

Una delle sue più curiose particolarità e la sua cupola, su cui sono installate 300.000 statue d’oro di Buddha, ma ve ne sono più 700.000 anche all’interno del tempio.

Wat Phra Dhammakaya

Struttura

Lo strano tempio Thailandese è stato costruito su un terreno enorme di terra nel 1970.

La struttura fu fondata da Chandra Khonnokyoong, più conosciuta con il nome di Kuhn Yay Acariya, una monaca devota all’insegnamento della meditazione. Decise, così, di creare un tempio con l’aiuto di un altro monaco nel lontano 1944.

Nel dettaglio, il tempio è formato da due grandi dischi volanti separati al centro da una grande sala coperta da un tetto per la meditazione che riesce ad ospitare fino a 100 mila persone.

Per attraversare questa sala occorrono quasi 10 minuti, e quotidianamente ci sono centinaia di persone che si prestano ad ascoltare e meditare, a volte una meditazione talmente profonda che sembrano dormire.

Ma la struttura offre anche molto di più. Infatti, sotto la sala di meditazione ci sono parcheggi, bagni, docce e alcune stanze per fare ginnastica, sport e per seguire lezioni.

Il tempio, negli anni, è cresciuto notevolmente, soprattutto grazie alle donazioni anche di personaggi famosi e persone benestanti. Infatti, per tale motivo ha ricevuto numerose critiche sulla reale attività del tempio e far pensare che ci fosse un sistema di riciclaggio di denaro e corruzione, smentito negli ultimi anni. Ogni oggetto presente nel tempio, dalle piastrelle alle tegole, riporta il nome di chi ha fatto la donazione. Ma in questo tempio c’è anche qualcosa in più. Infatti, oltre alla firma, le donazioni presentano anche l’impronta digitale del donatore. Il tutto viene inciso in un elegante cerchio di metallo presente in ogni angolo delle piastrelle.

tempio Thailandese

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Reggio Calabria, cosa vedere nella città della Magna Grecia

Zona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.