Valencia con bambini, dove andare

Valencia, una città giovane e ricca di attrazioni, anche per i più piccoli.

Questa meravigliosa città è la terza per numero di abitanti della Spagna subito dopo Madrid e Barcellona, ed è il capoluogo della Comunità Valenciana. Situata lungo la costa sud est della Spagna, è una città metropolitana tutta da scoprire, capace di soddisfare praticamente qualsiasi gusto dei turisti che la visitano.

Ricchissima di arte, storia e cultura, ma anche divertimento, buon cibo, modernità e attrazioni sia urbane che naturalistiche, Valencia è una città che non annoia mai. Bella da vivere e da vedere, si rivela una scelta eccellente anche per chi decide di visitarla con bambini.
Ecco dunque cosa non perdersi coi più piccoli, per essere certi di andare a colpo sicuro e far divertire anche loro.

Valencia con bambini: dove andare

Advertisements

Il complesso della Città delle Arti e delle Scienze è una tappa obbligata a Valencia, a prescindere dalla presenza di bambini o meno. Questo insieme di ben cinque strutture che comprendono il Palazzo delle Arti Reina Sofia, l’Hemisferic, l’Agorà, il Museo delle scienze Principe Felipe, e l’Oceanografico, rappresentano uno spettacolo unico già da sole e sono diventate in pochi decenni il simbolo della città. La magnificenza architettonica delle strutture progettate dal celebre architetto Calatrava riesce a lasciare a bocca aperta anche il più disinteressato dei bambini.

Tale polo di arte, cultura e natura, offre poi un grande potenziale in termini di divertimento. Il museo delle scienze è qualcosa che lascia il segno: non il classico tedioso museo da visitare passivamente, ma un gigantesco parco giochi dove toccare e provare con mano è la prima regola!

Imperdibili poi gli spettacoli dell’Hemisferic, o una visita alle meraviglie dell’Oceanografico, che è uno fra i più grandi acquari d’Europa dotato di numerosissime specie diverse.

Per visitare tutto non basta certo una giornata, e già solo girare per questo magnifico complesso potrebbe richiedere qualche giorno della vacanza.

Giardini del Turia e Parco Gulliver

Poco lontano dal complesso de la Ciudad de las Artes y las Ciencias, sorgono gli immensi giardini del Turia. Si tratta di un enorme area verde attrezzata di tutto ciò che può servire a rendere la visita particolarmente piacevole in presenza di bambini: piste ciclabili e parchi, fontane e tantissimo verde.

Lungo ben nove chilometri, segue il corso ormai asciutto del letto del fiume Turia, e la sua grande estensione gli consente di arrivare a toccare una buona moltitudine di aree della città fra cui appunto il complesso della Città delle Arti e delle Scienze, ma anche parte dei quartieri storici di Valencia.

Una menzione importante va poi al Parco Gulliver, un parco giochi situato proprio al centro dei Giardini del Turia. Si tratta di uno dei parchi giochi più grandi e scenografici della città, dove un gigantesco Gulliver adagiato al suolo costituisce la meta di scalate e arrampicate per bambini di ogni età, ricco di scivoli e passerelle da attraversare in cima.

Il Bioparco

Un’altra meta naturalistica molto apprezzata con i bambini è il Bioparco. Si tratta sostanzialmente di un grande classico in fondo: lo zoo! Ciò che rende speciale questo particolare zoo è che i vari habitat ricreati per ospitare gli animali siano estremamente realistici, naturali ed ampi.

Non dunque sbarre e vetrinette dove mettere le varie specie in esposizione come oggetti, ma ampie zone in cui possano vivere senza stress, creare il proprio territorio e farsi ammirare e conoscere dai visitatori nel pieno rispetto della reciproca sicurezza.

La sua peculiarità principale è la presenza di un grande assortimento di habitat prevalentemente africani, in cui i bambini possono incrociare giraffe, leoni, rinoceronti, zebre ed elefanti. Particolarmente amata da grandi e piccini poi è l’area dedicata al Madagascar, dove i lemuri si guadagnano facilmente l’affetto di tutti grazie alla loro tenerezza e simpatia. Una visita dunque divertente ed educativa.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cassata siciliana, storia della ricetta originale

Vermont: cosa vedere e clima

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media