Venezia: cosa vedere in 3 giorni

Venezia è ricca di tesori da vedere e visitare. Ogni angolo della città è un museo a cielo aperto per i turisti: ecco un itinerario di 3 giorni.

Le parole e gli aggettivi non bastano per questa città che, da secoli, incanta i suoi visitatori con il fascino di un luogo sospeso tra passato, presente e futuro. Venezia mantiene intatto il suo fascino storico, culturale e artistico, un vero e proprio museo a cielo aperto: romantica e intrigante, splendida e umile, elegante e suggestiva.

In questo articolo vi aiuteremo a viverla al meglio, anche se avrete solo tre giorni a disposizione.

Venezia, cosa vedere: giorno 1

Campo Santo Stefano

Iniziamo il vostro tour di Venezia da un luogo che non troverete come primo nella lista tra i consigliati appena arrivati, ma che merita assolutamente di essere visitato e vi porterà da subito dentro l’atmosfera autentica della città. Dirigetevi nel sestriere San Marco, e andate al Campo Santo Stefano.

Suggestivo, unico, è un campo meraviglioso che ospita la chiesa omonima. Dopo la visita culturale, architettonica e storica, durante la quale potrete vedere anche il capolavoro de L’ultima cena, potrete godere dell’anima del luogo rilassandovi in uno dei tanti caffè, magari durante le diverse installazioni artistiche o gli eventi che si svolgono durante buona parte dell’anno.

Un classico senza tempo: Piazza San Marco

Dopo esservi immersi in uno dei campi più grandi di Venezia, ad aspettarvi nel pomeriggio c’è lei, la protagonista delle vacanze veneziane di qualunque visitatore sia passato, anche solo per poche ore, nella splendida laguna: Piazza San Marco.

Il nostro consiglio è: respirate l’aria che vi circonda, non siate frettolosi, osservate e rigeneratevi. Siete in uno dei luoghi più antichi d’Italia, immergetevi nella sua bellezza e nel suo circondario, tra caffè storici, librerie e locali tipici. Perdetevi tra le particolarità del Palazzo Ducale e del Campanile San Marco.

Venezia, cosa vedere: giorno 2

Rialto: un luogo, un simbolo

Siamo nel sestiere San Polo, dove potrete intravedere subito il profilo e le linee del famoso ponte di Rialto. Simbolo di Venezia, opera di Antonio da Ponte, inaugurato nel 1591, si erge sulle due sponde del Canal Grande con le sue dodici arcate simmetriche. Considerate che siete nel cuore pulsante della città, dove si riuniscono i mercati più importanti e frequentati di Venezia. Dopo pranzo potrete salire in cima alla Scala Contarini del Bovolo, merita sia la fatica che la vista spettacolare con affaccio sul Campanile di San Marco.

Venezia, cosa vedere: giorno 3

Tra le note romantiche del Ponte dei Sospiri

Il nome introduce la magia: Ponte dei Sospiri. Realizzato su progetto dell’architetto Antonio Contin, in passato veniva utilizzato come passaggio per i reclusi che dovevano recarsi dalle prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato. Denominato come uno dei luoghi più romantici d’Italia, ha ispirato artisti e letterati. Ovviamente, a questo punto, e come regalo per il vostro giorno di partenza, prenotate un giro in gondola tra i canali di Venezia. Potrete scegliere tra un ampio ventaglio di prezzi, ma vedrete la città e le sue caratteristiche dalle angolature che più la rispecchiano.

Scritto da Elena Mascia
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Una giornata a Bologna: cosa vedere

Maschio Angioino: storia e interni

Leggi anche
  • roma centro panoramaUn professore: le location

    Un professore: le location. Girato a Roma tra centro storico e periferia, le ambientazioni principali della fiction RAI

  • borealeAurora boreale in Norvegia: dove e quando vederla

    Aurora boreale in Norvegia: dove e quando vederla. Ecco tutti i dettagli per non perdersi lo spettacolo durante il proprio viaggio al Nord.

Contents.media