Notizie.it logo

Venezia cosa vedere in un giorno: tappe imperdibili

venezia cosa vedere in un giorno

Venezia, un fascino unico e intramontabile.

Venezia è una città unica al mondo. Proprio per questo motivo, vanta numerose imitazioni sia in Europa che al di là dell’Oceano, ma nessun luogo riesce a eguagliare l’originale. Come ogni altra città iconica del mondo, Venezia vanta alcune tappe imperdibili. Di seguito le cose da non perdere se si è scelto di organizzare la visita della città lagunare.

Venezia cosa vedere in un giorno

Piazza San Marco

Se si pensa a Venezia, la prima immagine che viene in mente è la celeberrima Piazza San Marco. Detiene un particolare record, essendo l’unica area a essere chiamata piazza dai residenti locali, i quali riservano il nome di campi alle altre piazze minori.

Un tempo teatro di processioni, fiere e tornei, oggi Piazza San Marco rappresenta il punto di partenza fondamentale per un aperitivo o il semplice osservare la moltitudine di turisti stranieri che affolla la piazza di Venezia in ogni mese dell’anno. Nell’antichità, invece, l’intera area era attraversata dal rio Batario, successivamente interrato su ordine del Doge.

Ponte Rialto e Ponte dei Sospiri

L’altra icona di Venezia è Ponte Rialto.

Non tutti lo sanno, ma Rialto è uno dei 354 ponti ospitati dal capoluogo veneto. Ogni giorno migliaia di visitatori stranieri attraversano il ponte più famoso della città, rimanendo affascinati dalla sua bellezza e dal panorama offerto a chiunque.

Un altro ponte capace di catturare l’attenzione della maggior parte dei turisti è il cosiddetto Ponte dei Sospiri. Viene chiamato così non per i sospiri degli innamorati, bensì per quelli dei condannati, che prima di essere portati in carcere avevano l’opportunità di vedere l’ultima volta la città lasciandosi abbandonare allo sconforto più assoluto.

Canal Grande

Il Canal Grande è il celebre corso d’acqua che attraversa Venezia. In alcuni punti della città raggiunge una larghezza massima di 70 metri. Per vedere la città lagunare da una prospettiva diversa, una delle migliori cose da fare è prendere parte a un tour organizzato da privati che abbia come protagonista lo stesso Canal Grande.

Di solito, le escursioni hanno inizio dalla stazione ferroviaria di Santa Lucia e arrivano fino all’ingresso di Piazza San Marco.

Durante il tour è possibile ammirare gli antichi palazzi che compongono il centro storico di Venezia, insieme agli stretti vicoli che hanno reso famosa Venezia in tutto il mondo.

Palazzo Ducale

Un tempo sede del potere dei Dogi, la nobile famiglia che dominò sulla Repubblica di Venezia per lunghi anni, il Palazzo Ducale oggi conserva un fascino intatto. I veneziani sono molto legati al Palazzo, che tra la fine del Settecento e i primi anni dell’Ottocento si trasformò nella sede amministrativa della nazione francese, a seguito della conquista di Venezia da parte del futuro imperatore Napoleone Bonaparte.

Nel corso della sua storia, Palazzo Ducale ha subito numerosi incendi, che ne hanno sempre stravolto lo stile architettonico nelle successive ricostruzioni.

L’ultima di esse è datata alla seconda metà dell’Ottocento, su volontà del neonato stato italiano. Al suo interno ospita splendide opere artistiche di alcuni dei più famosi pittori italiani, come ad esempio Veronese, Tintoretto e Tiziano.

Gallerie dell’Accademia

Venezia viene considerata una delle città d’arte più importanti d’Italia.

Merito dei suoi antichi palazzi e di alcuni luoghi storici che l’hanno resa famosa a livello globale. Sul piano prettamente artistico, impossibile non citare le Gallerie dell’Accademia, una delle principali attrazioni che Venezia offre ai suoi visitari durante i dodici mesi dell’anno.

Tra le opere ospitate dalle Gallerie veneziane si possono citare dipinti di Bellini, Giorgione, Tiepolo, Tintoretto, Veronese e Tiziano. Una delle principali opere custodite all’interno delle Gallerie dell’Accademia è l’Uomo Vitruviano, prodotto dal geniale Leonardo da Vinci.

© Riproduzione riservata
Leggi anche