Notizie.it logo

Weekend 25 aprile a Montalbano Elicona

Weekend 25 aprile a Montalbano Elicona

Montalbano Elicona è un comune nella provincia di Messina, che oltre a rientrare tra i borghi più belli d’Italia, è stato eletto il “borgo dei borghi” del 2015.

La maggiore attrattiva storica di Montalbano è indubbiamente il suo castello, che si situa in centro città, ma in posizione sopraelevata, come dominando l’ambiente circostante.

Si ritiene che la costruzione fu fondata nel XII secolo per mano normanna su una base fortificata prima romana, poi araba e bizantina, per poi essere restaurata nei secoli successivi, anche passando sotto il controllo di popolazioni di etnie molto diverse (tra cui il re Federico II di Aragona), evidenziando un indissolubile legame con il contesto storico del territorio. Ben conservato grazie ai restauri effettuati, il castello è aperto al pubblico, oltre ad essere sede del museo delle armi, di numerose mostre e convegni; è indubbiamente una tappa immancabile come testimonianza di splendido castello medievale (senza trascurare l’annessa cappella reale bizantina).

Un altro fondamentale edificio del paese è il Duomo (Basilica minore di Santa Maria Assunta e San Nicolò Vescovo); prime testimonianze della sua esistenza risalgono al XIV secolo, tuttavia a metà del XV viene ricostruita, con aggiunta del campanile.

Nel vicino altopiano dell’Argimusco, dove sono stati rinvenuti dei megaliti con forme associabili a figure animali e umane; misteriosa è la loro origine, tanto che gli studiosi si dividono nello stabilire si siano opera di antiche popolazioni, magari per scopi sacri o astronomici, o creazione di fenomeni di erosione naturali.

Sicuramente però il visitarli è un’esperienza magica in cui immergersi. Non lontano si situa anche il bosco di Malabotta, vasta riserva naturale di immenso valore.

Se si vuole optare anche per un’escursione nei dintorni di Montalbano, a circa 25 km affacciato sul mare si trova Tindari (Messina), sede di un’area archeologica (dove si trova il famoso teatro greco risalente al IV secolo a.C.) nonché del santuario della Madonna Nera.

Dista una trentina di chilometri, invece, il comune di Randazzo (Catania), dove a 2030 metri di altitudine si trova la “grotta del gelo”: come il nome suggerisce, è una galleria di scorrimento completamente ghiacciata.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche