Notizie.it logo

24 ore a Bruxelles

24 ore a Bruxelles

Durante il nostro recente viaggio in Belgio per partecipare al festival delle fiandre abbiamo avuto la possibilità di fare una rapida visita a Bruxelles, la capitale d’Europa. Non so per quale motivo, ma avevamo dei preconcetti su questa città . Nel poco tempo che abbiamo avuto non abbiamo potuto vedere molto, ma quello che abbiamo visto e’ stato sufficiente per farci cambiare idea. Infatti Bruxelles ci ha offerto tante sorprese e ci ha lasciato a bocca aperta. E tutte queste sono cose che io amo. La vita si respira da ogni angolo e offre una moltitudine di attività per tutti i gusti e per tutte le età: musica, architettura, arte, gastronomia, musei …. La cultura qui è fondamentale e ci sono opzioni di tutti i tipi, anche se visitate la città con i vostri bambini.

Le mie 24 ore a Bruxelles
Purtroppo non ho avuto il tempo per visitarla come si merita:
17:00 arrivo all’aeroporto
In un aeroporto moderno ed efficiente come quello di Bruxelles partono ed arrivano tutte le principali compagnie aeree sia con voli di linea che con offerte low-cost.

Per questo c’e’ una grande disponibilità di offerte.
Abbiamo volato con Brussels Airlines
E tutto e’ andato come speravamo. L’aeroporto ha il vantaggio di essere molto vicino alla città e in pochi minuti ci siamo trovati in pieno centro.
I mezzi che vanno dall’aeroporto al centro sono l’auto, il bus ed il treno che e’ il nostro mezzo preferito a causa dei suoi comfort e del basso prezzo.
Il treno dei pendolari si trova nella zona inferiore dell’aeroporto e raggiunge la stazione centrale di Bruxelles in soli 15 minuti per soli 4,30 euro. Ci sono treni ogni 15 minuti. Se vuoi raggiungere altre località come Bruges, Anversa e Gand in Belgio trovi anche moltissimi treni diretti.

-18:00 alloggio presso Novotel Brussels Centre
Il Novotel ci ha incantati tutto quello che offre. È un hotel moderno, con alcuni servizi impeccabili e una posizione ideale per conoscere la città, dato che la Grand Place è a meno di 10 minuti a piedi e la bella Chiesa di Santa Cathenine è appena a lato.

La nostra camera è molto spaziosa ed è dotata di tutti i tipi di comfort: free wifi, accappatoio e pantofole, servizi di qualità, plasma tv con canali satellitari, macchina da caffè Nespresso, ecc. A proposito, la colazione a buffet è molto ricca! Qui troverete il mio video se volete vedere com’è questo Novotel.

19:00 Grand Place e dintorni di
Una delle cose che e’ obbligatorio vedere a Bruxelles e’ la Gran Place, la piazza centrale della città, che e’ una delle più belle del mondo ed il cuore della città. A causa della quantità di splendidi edifici rinascimentali che la circondano, è stata nominata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1988 ed e’ una piazza che difficilmente viene dimenticata da chi la visita. Dalla piazza si possono ammirare l’edificio del Municipio a sud, il Museo della città di Bruxelles a nord, il Palazzo dei Duchi di Bragante ad Oriente e Occidente, le meravigliose case delle corporazioni medievali come i barcaioli, gli ebanisti, i falegnami, i muratori e altri mestieri del tempo.

Un quadrato ipnotico che non mi stancavo mai di osservare. Da qualunque lato guardi dal centro della piazza vedi solamente cose bellissime.
Il sistema migliore per spostarsi a Bruxelles è comprare la Brussels card, che permette di muoversi liberamente con il trasporto pubblico dalla città durante 24, 48 0 72 ore a soli 20, 28, 33 euro. La carta offre anche l’accesso gratuito a 26 musei e sconti presso alcuni ristoranti.
[googlemaps https://maps.google.es/maps/ms?msa=0 & msid = 213534638932639593918. 0004cc286f7c0197b19b1 & ie = UTF8 & t = m & ll = 50.847844, 4.356508 & spn = 0.016258, 0.05579 & z = 14 & output = embed & w = 650 & h = 300]

-21:00 cena presso Les Brigittines
Con un decorazione art nouveau, dipinti originali ed un’aria regale di stile classico, questo elegante ristorante offre la cucina classica belga di altissimo livello. Abbiamo apprezzato molto la cena, circondati da commensali con giacca e cravatta venuti in gruppo per rilassarsi e mangiare bene. Così anche solo il pane con il burro ci ha deliziato, immaginatevi il resto.

zenne pot“,
E’ la specialità della casa consistente in una miscela base di salsicce, cavolo cotto, sangue salsiccia e lumache di mare con salsa.

Lo chef stesso ha spiegato questa creazione che vi consigliamo. E come piatto principale una spettacolare guancia di vitello a bassa temperatura con birra di Cantillon Kriek e purea di rafano. Sublime. Servono una deliziosa birra artigianale fatta da loro, come è usuale in molti ristoranti in Belgio, e vino. Una scelta eccellente se volete provare l’alta cucina belga. I piatti hanno un prezzo intorno a 20-25 euro.

-23:00 notte a piedi
Dopo la cena, per digerire bene, cosa c’e’ di meglio che una passeggiata nelle vicinanze della Grand Place. E li abbiamo incontrato il bambino più famoso del mondo che il simbolo di Bruxelles: il Manekken Pis.Sono sorpreso le sue piccole dimensioni e della grande quantità di persone che è si precipita al suo intorno. Questa famosa scultura ha una “sorella”, meno nota e noi abbiamo deciso di andare a cercarla.
Lungo il cammino vediamo di nuovo la Grand Place illuminato e l’illuminazione ci e’ servita ad orientarci meglio.

Abbiamo girato per vicoli stretti e semi bui cercando di trovare ambienti un po’ più giovani della città.

Nel Delirium Cafe
Qui abbiamo trovato un’atmosfera fantastica, piena di gente giovane e di alcuni turisti che vengono per provare alcuni fra i loro 2000 tipi di birra! Il Tremens dei deliri in tutte le sue varietà e’ sicuramente il piu richiesto ed il più consumato.

Appena a lato troviamo Jeanekke Pis, la ragazza che fa pis. Mi dicono che c’è anche un cane che fa pipì, ma in questo viaggio non abbiamo purtroppo il tempo per cercarlo.
La zona delle Fiandre è il territorio del mondo con più stelle Michelin per abitante del pianeta. Materie prime di altissima qualità, un gusto difficile da eguagliare, la cucina e una professionalità con lettere maiuscole, fa si che sia una destinazione ideale per gli amanti della cucina di qualità.

09:30 percorso comico
Dopo una colazione ristoratrice e abbondante nel buffet del Novotel, stiamo andando a passeggiare per la città per visitare i loro originali murales. Un idea super che ha permesso di restaurare alcuni muri abbandonati e in cattivo stato della città.Il risultato è il percorso del fumetto, dove si incontra un mondo allegro e colorato formato da alcuni dei loro piu famosi e divertenti personaggi di quest’arte tanto cara in Belgio. Un itinerario fantastico con 38 murales dei quali abbiamo pero potuto ammirarne solo una parte, ma che ci sono piaciuti molto. Infatti danno alla città un’aria molto giovanile e casual di grande successo. Tintin, Asterix, Spirou, i Puffi o Lucky Luke sono alcuni dei personaggi che troverete nelle facciate di molti edifici della città. Semplicemente fantastico!

Murales di Broussaille, il primo fumetto del 1991 e Ric Hochet,
Sono già le 11 e mentre ammiriamo il percorso del fumetto sentiamo n ricco odore di waffle. Cosa c’e di meglio di un ricco waffle per ricaricare le energie?. Qu sono quasi una religione e sono ottimi: con crema, cioccolato, fragole, banane…Per un euro si può godere uno delle più popolari specialità belghe.

-11: 30 Museo della città
Sul lato nord della piazza si trova il magnifico edificio che ospita il Museo della città di Bruxelles.
Musée de la Ville).
Al primo piano troviamo una esposizione della storia della città che include oggetti, mobili d’epoca, sculture, modelli, quadri ed al secondo piano una collezione molto speciale: 600 costumi su misura per l’icona della città, il Pis Manekken. È curioso vederlo vestito con costumi tradizionali di tutto il mondo, incluso uno da torero o addirittura da Elvis!

-12:30 Cattedrale di Bruxelles
Dato che a noi piace durante i nostri viaggi visitare le case di culto di qualunque religione siano, abbiamo deciso di visitare uno dei templi più importanti della città, la Cattedrale di San Miguel e Santa Gudola.
Questa splendida Cattedrale gotica cominciò ad essere costruita all’inizio del XIII secolo e ha un’enorme somiglianza a Notre Dame a Parigi, almeno così mi sembra. All’interno ci colpiscono subito le belle vetrate, “il tesoro” della Cattedrale, un set di pezzi religiosi e liturgici, il pulpito barocco del 1700 ed il suo impressionante organo con oltre 4000 canne. L’ingresso è gratuito.

13:30 pranzo presso La Taverne Du Passage
Sito nella famosa gallerie Saint Hubert, abbiamo incontrato questo locale che offre cucina belga con qualità eccezionale in tutti i suoi piatti. Ha un ampio menu’ dove è possibile scegliere molte specialità della ricca cucina del paese. Come antipasto abbiamo scelto una delle specialità della casa: pomodori con gamberetto grigio. Veramente un antipasto delizioso e rinfrescante. Poi e’ stato il turno del pollo Waterzooi con verdure, che viene cucinato in salsa. Eccellente, abbondante e molto calorico. Sicuramente un ottimo ristorante che ci ha lasciati molto soddisfatti..

Alcuni piatti tipici belgi sono: chips di patate, cozze e carbonadde flamande, uno stufato di carne in birra belga, li pomodori ripieni di gamberetto grigio, il coniglio con la senape e birra, le crocchette o gli indivia al gratin. E, parlando di dessert, cioccolatini, cialde e pancake sono sicuramente i migliori.

15:00 gallerie Royales Saint Hubert
Una delle prime gallerie commerciali d’Europa, del 1847, e’ a Bruxelles e merita una visita poiché rappresenta lo splendore e l’eleganza del XIX secolo. Con circa 200 metri di lunghezza e una cupola di vetro di grandi dimensioni, diversi negozi di moda, cioccolato o vetrine piene di gioielli, vale sicuramente una visita. Ci sono anche caffè e ristoranti di fama, come Taverne Du Passage.
-15:30 Chocopolis, l’arte del cioccolato belga
Il Belgio è il paese del cioccolato e si può incontrare dappertutto mentre si fa una passeggiata in qualsiasi città del paese. È Impossibile fare una lista dei negozi dove lo abbiamo visto durante il nostro viaggio. Quindi non potremmo andarcene da Bruxelles senza provare e comprare il suo famoso cioccolato. Casualmente siamo entrati da Chocopolis,
Situato molto vicino alla Grand Place e ci hanno servito i migliori piatti di cioccolato di questo paese. Spettacolare.

16,30 -Birreria mort subite
Uno di loro caffè Brasserie più famoso della città. Inaugurato all’inizio del XX secolo, prende il nome da un vecchio gioco di lettere che veniva giocato da alcuni dipendenti della Banca Nazionale Belga durante la pausa pranzo. Arredata in legno pregiato, ha un profumo stantio di vecchia caffetteria e un ambiente che non e’ mai cambiato dopo così tanti anni. Naturalmente qui si tratta di bere birra artigianale, la bevanda nazionale. Ce ne sono di cosi tanti tipi che ci siamo fatti consigliare dai camerieri per scoprire questo fantastico mondo.
La birra è la bevanda nazionale e con il cioccolato, l’orgoglio del paese. In Belgio si producono oltre 600 tipi di birra e per questo e’ sempre difficile fare una scelta: Bionde, Traviste, rosso, nero, bianco, di ciliegie …. Se siete amanti di questa bevanda siete nel paese ideale!

Come avete letto non avremmo potuto sfruttare meglio le nostre 24 ore nell’incantevole capitale belga anche se sono rimasto con la voglia di vedere più e di poter visitare la città con più calma .Spero che i miei piccoli consigli possano servirvi per visitare nel migliore dei modi questa città che offre molti cose di più di quello che uno può immaginarsi. Il resto lo scoprirò nelle prossime visite. Già non vedo l’ora di poterci tornare per tornare!

Informazioni pratiche
turismo a Bruxelles. Informazioni dettagliate sulla città.
Brussels airlines. Voli diretti dagli aeroporti spagnoli.
-Appartamento a Bruxelles: per non perderti e in formato PDF.
-Ristorante Les Brigittines. Cucina di alto livello in un classico amichevole. Prezzo tra i 40-50 euro.
-Tutte le informazioni sul percorso del fumetto: mappe, personaggi, autori, foto…
Restaurante Taverne Du Passage Excelente ristorante per gustare le specialità della cucina belga. Vicino alla Grand Place. Prezzo tra 30-35 euro.
-Per La Morte Subite. Rue Montagne-aux-Herbes Potagères 7. Uno dei birrifici più visitati a Bruxelles.

© Riproduzione riservata
Leggi anche