Armenia, monastero di Tatev: storia e struttura

Tutte le informazioni che servono per conoscere e visitare il monastero di Tatev durante un viaggio in Armenia.

Durante un viaggio in Armenia una meta da non perdere è costituita dal magnifico monastero di Tatev. Si tratta di uno dei luoghi di culto più suggestivi da vedere all’interno del territorio del meraviglioso Paese asiatico.

Armenia, monastero di Tatev

L’Armenia è un Paese ricco di fascino, che costituisce una perfetta destinazione per un viaggio all’insegna della cultura e del relax. All’interno del suo territorio si trovano splendide località e bellissimi paesaggi naturali. Inoltre, i luoghi sacri del Paese sono decisamente suggestivi, vista la loro particolare collocazione. Uno dei luoghi da non perdere durante una vacanza è il bellissimo monastero di Tatev. Si tratta di un luogo sacro arroccato su una splendida fortificazione naturale.

Advertisements

Il monastero sorge nell’ambito del territorio della gola del Vorotan, sopra un borgo che porta lo stesso nome. La costruzione dell’edificio risale a un’epoca molto antica, che precisamente si colloca all’interno del IX secolo. Per godersi a pieno la bellezza del luogo, è interessante conoscere la storia e la struttura del suggestivo monastero di Tatev.

tatev armenia

Storia del monastero

La cittadina di Tatev durante il X secolo era un centro florido, all’interno del quale abitavano circa 1000 persone. I villaggi che sorgevano intorno al monastero appena costruito facevano capo alla proprietà della struttura e alimentavano l’economia del luogo. Durante il XIII secolo ci fu il periodo di massimo splendore della comunità, che contava un numero incredibile di villaggi. Al monastero in quel periodo appartenevano addirittura 680 villaggi vicini, ricchi di abitazioni e di campi coltivati.

Durante il devastante terremoto del 1931 ci furono gravi danni in tutto il territorio, eppure la costruzione restò in piedi. Si trattò di un avvenimento particolare che mise in rilievo la maestria con cui fu costruita la struttura del monastero.

La struttura

Il monumento più importante del complesso architettonico è la Chiesa Poghos e Petros, che risale al periodo che va dal IX al X secolo. Lo stile della struttura è quello che tipicamente costituiva gli edifici sacri armeni durante l’epoca medievale.

Questo particolare si può notare ammirando le splendide cupole tondeggianti che si trovano sulla sommità del monastero. In una posizione leggermente distaccata dal complesso principale, verso meridione, durante il XIII secolo fu edificata un’importante chiesa dedicata a San Grigor. Uno dei monumenti più belli del luogo è una stele oscillante alta ben 15 metri, detta Gavazan. Il monumento sorge all’interno del giardino del monastero e fu costruita con funzione difensiva. Attualmente si può ammirare il Gavazan in tutta la sua bellezza, nell’ambito di una visita presso il magnifico monastero.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Strade colorate, Lisbona: quali sono e cosa vedere

San Gimignano, cosa vedere con bambini: le attrattive più belle

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.