Notizie.it logo

Astroturismo, cos’è e dove andare

astroturismo

Un modo tutto nuovo di concepire il viaggio, ecco cosa si cela dietro l'astroturismo.

Cos’è l’astroturismo?

Il fascino delle stelle cattura uomini e donne. Pare che negli ultimi tempi siano stati tantissimi coloro che abbiano scelto la meta per una gita fuori porta o per una vacanza, in base alla visuale del cielo. Ecco perché si è cominciato a parlare a tutti gli effetti di astroturismo, un fenomeno in costante crescita e che vede protagoniste persone di ogni età.

Si tratta di appassionati di stelle che amano godere dello spettacolo offerto dal cielo, dei suoi giochi di colore e soprattutto della quantità di stelle visibili anche ad occhio nudo. Ciò è testimoniato dalla possibilità di recarsi in determinate mete ideali per coloro che hanno voglia di sperimentare la bellezza dell’astroturismo.

Dunque è giusto parlare anche di una scelta ecologica volta a dare valore in primis alla bellezza naturale.

Matera e la sfida dell’astroturismo

Negli ultimi mesi una delle città italiane che ha avuto il più grande boom di visitatori è senza alcun dubbio Matera.

La città lucana infatti è Capitale Europea della Cultura 2019. Un aspetto non da poco e che ha contribuito con decisione alla sua grande crescita anche per quel che concerne l’astroturismo.

In tal senso infatti il Belvedere di Murgia Timone è uno spettacolo autentico per coloro che vogliono praticare astroturismo. Da qui si può ammirare una visuale mozzafiato e soprattutto priva di luci artificiali che altrimenti finirebbero inevitabilmente per ridurre la visibilità.

D’altronde non è certo una novità che questa zona del Parco del Pollino abbia uno dei cieli più nitidi e puliti dell’intera penisola italiana. Ecco perché Matera negli ultimi mesi è stata presa d’assalto da coloro che amano perdersi nella bellezza naturale delle stelle.

Il tutto tenendo presente che la location di Murgia Timone è qualcosa di straordinario dato che si tratta di un antico insediamento paleolitico molto ben curato.

Astroturismo ad Ossona

Non tutti sanno che esiste una vera e propria certificazione di “Cielo più bello d’Italia“.

Si può parlare a tutti gli effetti di un titolo non certo trascurabile e che ha una grande importanza paesaggistica e turistica.

Ad oggi quello che viene considerato come il cielo più bello d’Italia è quello di Ossana, una località del Trentino Alto Adige e più precisamente nella Val di Sole. Qui c’è un inquinamento luminoso ridotto ai minimi termini e in uno scenario quasi da favola si può godere di una vista letteralmente unica.

Il che è dimostrato dall’enorme quantità di astroturisti che in qualsiasi periodo dell’anno affolla hotel e b&b di questa zona. Le location per poter ammirare lo spettacolo offerto dal cielo sono molto semplici da raggiungere: dunque non bisogna fare percorsi difficoltosi o comunque strade di montagna complicate da praticare nelle ore serali.

La vicina località Valpiana è un’altra delle mete più ambite da parte di coloro che amano l’astroturismo.

Astroturismo, altri cieli italiani

Sono tanti coloro che, anche sentendo parlare per la prima volta di astroturismo, hanno voglia di conoscere quali località italiane facciano al caso loro.

Partendo da Ustica, in Sicilia, che offre delle visuali di cielo incredibili dato che si mescolano al mare alla perfezione.

Senza dimenticare l’Umbria, in cui si trova il Castello di Petroia, vicino Gubbio, dove sembra di fare un passo indietro nella storia.

Anche l’Abruzzo offre diversi posti molto emozionanti dove poter ammirare la bellezza incontaminata del cielo: si potrebbe parlare del Gran Sasso, che permette di godere di una natura totale, a tratti selvaggia, che si sposa perfettamente con la luce delle stelle.

Fino ad arrivare alla Sardegna in cui si trova l’Isola di San Pietro dove la quantità di luci artificiali è davvero ridotta all’osso. Va citata indubbiamente la Toscana, altra zona dove la natura regala scenari da sogno per vivere totalmente l’astroturismo: Grosseto è una delle zone ideali per ammirare il cielo.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche