Le attrazioni turistiche più affascinanti del Belgio

Storia, cultura, religione, canali e panorami mozzafiato sono solo alcune delle attrazioni del Belgio.

Il Belgio è un paese stupefacente dove si possono ammirare la bellezza, la cultura, la storia e le molte attrazioni turistiche che ha da offrire.

Belgio: attrazioni turistiche

Il Belgio può essere un piccolo paese dell’Europa occidentale, ma racchiude un sacco di storia all’interno dei suoi confini: cavalieri che andarono alle crociate, il luogo dove Napoleone incontrò la sua Waterloo e sentì gli effetti della prima e della seconda guerra mondiale.

Essendo così piccolo, i visitatori possono raggiungere quasi tutte le attrazioni turistiche del Belgio con un viaggio in treno di tre o quattro ore. Il Belgio è anche il luogo che ha dato al mondo i waffles belgi, se avete bisogno di un ulteriore incentivo per viaggiare lì, eccovi serviti!

10. Municipio di Lovanio

Il municipio di Lovanio sembra più una cattedrale che una sede del governo, forse perché le 236 statue che lo adornano sono ambientate in scene religiose.

Queste statue si trovano su tutti e tre i piani del municipio, ognuna delle quali rappresenta persone diverse che sono state importanti per il patrimonio della città. Costruito verso la metà del 15° secolo, il municipio gotico è molto ornato. Ancorata al grote markt, o piazza principale della città, si trova di fronte alla chiesa di San Pietro.

9. Campanile di Mons

Mons è una città medievale che oggi è la capitale della provincia di Hainaut.

Ospita l’unico campanile barocco del Belgio. Il campanile si trova nel punto più alto di Mons, in una piazza che un tempo ospitava un castello; oggi si possono vedere i resti di questo castello. Il campanile è alto 87 metri, con un carillon di 49 campane in cima; la campana più grande pesa cinque tonnellate. Il campanile, costruito nel XVII secolo, è coronato da una cupola a cipolla.

8. Castello di Bouillon

Il Château de Bouillon si trova su una collina che domina la città di Bouillon. Si crede che risalga ai Romani, anche se viene menzionato per la prima volta alla fine del X secolo. Uno dei suoi primi proprietari lo vendette per finanziare la sua partecipazione alla Prima Crociata. Il castello ha tre ponti levatoi, segrete e una camera di tortura che i visitatori vedranno scendendo dalla cima. Il castello, considerato uno dei più belli del Belgio, ha un sistema di difesa unico, a strati, progettato per proteggerlo dagli invasori.

7. Grote Markt, Mechelen

Il Grote Markt di Mechelen è una grande piazza che forma il cuore della città; è la piazza principale della città. A un’estremità della piazza pedonale acciottolata si trova la Cattedrale di San Romboldo, la più grande chiesa della città, mentre il municipio occupa l’altra estremità. Ristoranti e negozi, un tempo case private, completano gli altri due lati. Quando la piazza fu dotata di un parcheggio sotterraneo nel 2004, furono trovati i resti di una strada del XIII secolo. Oggi, la piazza ospita un mercato il sabato mattina.

6. Anversa Centrale

La Stazione Centrale è la principale stazione ferroviaria di Anversa, nelle Fiandre. L’edificio in pietra è una delle attrazioni turistiche più riconoscibili; inaugurato nel 1905, presenta una facciata imponente ai viaggiatori. È coronata da un’enorme cupola alta 44 metri. La stazione è considerata il più bell’esempio di architettura ferroviaria in Belgio. È anche considerata una delle più belle stazioni ferroviarie del mondo. I treni partono e arrivano su 14 binari su quattro livelli. La stazione centrale è anche in grado di ospitare treni ad alta velocità.

5. Cattedrale di Tournai

Il cattolicesimo è stato una religione importante nella città vallona di Tournai fin dal VI secolo, anche se la costruzione della Cattedrale di Nostra Signora (Notre-Dame de Tournai) non è iniziata fino al XII secolo. Ha tre stili architettonici: romanico, transitorio e gotico.

La cattedrale ha cinque campanili con soffitti che raggiungono i 157 piedi di altezza. La chiesa ospita anche La vicenda delle anime del Purgatorio, un dipinto del grande artista fiammingo Peter Paul Rubens. La cattedrale è attualmente in fase di ristrutturazione dopo aver subito gravi danni in un tornado del 1999.

4. Gravensteen

Guardando il castello di Gravensteen del 12° secolo, si possono quasi immaginare cavalieri in armature scintillanti che escono dai cancelli su cavalli bianchi. Il che non sarebbe lontano, visto che il castello è stato ispirato da quelli visti dai cavalieri durante la Seconda Crociata nel Medioevo.

Nel corso dei secoli fu usato come prigione e fabbrica, con case costruite nel cortile. Anche se era prevista la sua demolizione, la città di Gand la salvò nel 1885 e la ristrutturò. Ora è una delle attrazioni turistiche più popolari del Belgio. All’interno si trova un museo di strumenti di tortura utilizzati a Gand nel corso dei secoli.

3. Campanile di Bruges

I visitatori devono essere in buona forma fisica se vogliono scalare il Campanile di Bruges, poiché ci sono 366 gradini ripidi e stretti fino alla cima. Coloro che completano la salita su questo importante simbolo di Bruges saranno ricompensati con una splendida vista sulla città.

Il campanile medievale risale al 1240, ed è stato costruito in un periodo in cui Bruges era uno dei principali attori dell’industria tessile. Fu ricostruita dopo essere stata distrutta da un incendio 40 anni dopo, e nei secoli successivi ci furono altri incendi. Le campane suonano ancora oggi dalla torre.

2. Grande piazza

La Grand Place (o Grote Markt) è un must per i visitatori di Bruxelles. Infatti, questa piazza centrale è il principale punto di riferimento della città. Circondata dal municipio e dalle corporazioni, la piazza non è molto grande rispetto alle piazze di tutto il mondo, ma i vecchi edifici che ne costeggiano i lati la rendono molto speciale. La Grand Place risale all’XI secolo, quando qui si tenevano i mercati. Oggi, ogni due anni in agosto, un enorme “tappeto di fiori” viene steso sulla Grand Place per alcuni giorni. Un milione di begonie colorate sono installate in schemi che coprono gran parte della piazza.

1. I canali di Bruges

A causa dei suoi canali, Bruges è spesso chiamata la “Venezia del Nord“. Nel Medioevo, il fiume “Reie” fu sviluppato in una rete di canali che permetteva ai mercanti di portare le loro merci alle grandi sale d’acqua del mercato. Oggi, una gita in barca lungo questi famosi canali è un ottimo modo per vedere alcuni dei luoghi più belli di Bruges.

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

I 5 villaggi più affascinanti della Croazia: località fiabesche

Belgio: le regioni più belle, storia e attrazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media