Notizie.it logo

Bruges Belgio: cosa vedere nella città belga

bruges belgio cosa vedere

Bruges, Belgio un luogo incantato ricco di storia e arte.

Bruges, Belgio, è una delle città più romantiche di tutta Europa ed è universalmente nota come la” Venezia del Nord”. Situata nel Nord-Ovest del Belgio, si distingue per i suoi canali che ricordano molto quelli Veneziani, per i suoi edifici medievali e il suo porto che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Il periodo ideale per visitare Bruges è dalla tarda primavera alla fine dell’estate, precisamente da maggio a metà settembre. Il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco dal 2000 ed è famoso per le stradine di ciottoli e i canali in cui è possibile scorgere balconi decorati con fiori, isolotti abitati da eleganti cigni e ponticelli romantici che si affacciano qua e là in questa piccola cittadina.

Bruges Belgio cosa vedere

All’interno del centro storico potete ammirare due grandi piazze: Il Grote Markt è la piazza principale della città fiamminga circondata da palazzi che risalgono al XVI e XVII secolo, con le loro facciate appuntite e i dettagli dorati che risplendono al tramonto.

Il Burg, un’altra piazza che vale la pena visitare che rappresentava il centro amministrativo della città, in cui è presente il municipio gotico che risale al 1300 e che presenta numerose guglie e finestre a ricoprirne la facciata decorata.

Nel Grote Markt è presente il Belfort, un’alto campanile di 83 metri in cui è possibile salire per godersi il meraviglioso panorama mozzafiato dell’intera cittadina.

Fate attenzione perché bisogna salire i 366 gradini per arrivare in cima, quello che potrebbe fermare non è la fatica che si può fare, ma i gradini che diventano sempre più piccoli.

Musei

Bisogna assolutamente visitare Il Museo Groening, un piccolo tesoro dell’arte fiamminga con opere del grande artista Jan Van Ejck, e opere di epoca della Bruges Barocca e Rococò.

Il Museo Memling, un antico ospedale fondato nel 1150, che venne poi trasformato in museo e contiene numerosi oggetti devozionali, come reliquie, statue dei santi esposti nelle teche, e anche strumenti di medicina, ma soprattutto è famoso per i capolavori dell’artista Hans Memling di cui due datati e firmati dal lui stesso.

Nella piazza del Burg è possibile ammirare anche la Basilica del Santo Sangue, realizzata in stile romanico e gotico che ospita un frammento del tessuto utilizzato da San Giuseppe d’Arimatea per asciugare il sangue di Cristo dopo la crocifissione.

Attrazioni romantiche

Un posto da visitare molto suggestivo è sicuramente il Lago Minnewater e il suo parco.

Soprannominato “il lago degli innamorati“, è un luogo molto romantico, ideale per una “fuga d’amore” e un rifugio di tranquillità, in cui sono presenti sempre eleganti cigni bianchi.

In passato è stato il bacino da cui le navi provenienti da ogni parte del mondo conosciuto, perfino dalla lontana Russia, arrivavano con le stive cariche di sete, vini, spezie, e lana e ripartivano con il carico del panno fiammingo, un tessuto molto pregiato tipico delle Fiandre.

Suggeriamo inoltre una visita al Ponte di San Bonifacio, un piccolo ponte nascosto dietro la Chiesa di Nostra Signora, circondato da antiche case a graticcio e piccole case fiamminghe, una piccola perla molto gettonata dai fotografi di passaggio.

E per chi vuole esplorare e avventurarsi ancora un poco di più, in una zona un po’ lontana dal centro storico, ma facilmente raggiungibile a piedi c’è una località dove si trovano i mulini a vento, conosciuta come il Parco di Kruisvest, di cui il mulino di Sint-Janshuis è il più famoso e in cui potete rilassarvi nel vasto ed il prato e godere di questa atmosfera particolare.

Ovviamente non perdete l’occasione di assaggiare le prelibatezze tipiche del luogo come i caldi e gustosi Waffles, il delizioso cioccolato, o le “Frites” simbolo del Belgio, magari mentre vi perdete in uno degli scenari mozzafiato tra i canali e i palazzi colorati per scoprire una Bruges da cartolina.

© Riproduzione riservata
Leggi anche