Notizie.it logo

Sri Lanka cosa vedere in 7 giorni

sri lanka cosa vedere in 7 giorni

Sri Lanka, il vero gioiello dell'Asia.

Lo Sri Lanka è uno Stato situato in Asia e per la sua forma caratteristica viene anche chiamato ‘Lacrima dell’India‘.
La sua capitale è Sri Jayawardenapura Kotte. E’ circondato dall’Oceano Indiano eccetto per il Ponte di Adamo, un piccolo collegamento che lo unisce all’India.
Le religioni più diffuse sono il Buddismo Theravada e l’Induismo.

Cosa sapere

Le lingue più diffuse sono l’inglese e il singalese, la valuta utilizzata è la rupia.

Il periodo maggiormente indicato per visitarlo è quello che viene definito ‘la stagione asciutta‘, ovvero un lasso di tempo che va da dicembre a marzo.
E’ un posto caratterizzato da una folta vegetazione e da spiagge di sabbia bianca ed è immerso nella cultura, nella religione e nelle sue tradizioni antiche.

Sri Lanka cosa vedere in 7 giorni

Lo Stato possiede il ‘Triangolo Culturale’ una divisione ricca di monasteri, monumenti e rovine antiche che si coinvolge tre diverse città : Anuradhapura, Kandy e infine Polonnaruwa.

Anuradhapura

Anuradhapura è la città sacra dello Sri Lanka.

Essa è circondata da una folta foresta divenuta Patrimonio dell’UNESCO.

Vi è il monastero Mahavihara e fu uno dei più importanti centri del Buddismo Theravada. La comunità di quest’ultimo entrò in conflitto con quella del monastero Abhayagiri perchè un monaco appartenente alla prima comunità fu espulso per una poca fedeltà alla disciplina del monastero e si trasferì nella seconda struttura.

Un altro monastero presente è quello di Jetavana, dove vi sono un numero elevato di rovine, alcune delle quali risalenti persino al tempo di Buddha.
Questi tre monasteri fanno parte del Recinto Sacro.

Kandy

La città di Kandy fu fondata nel quattordicesimo secolo e fu una città fondamentale per la sua particolare posizione.

Vi è un tempio, chiamato Tempio del Dente dov’è custodita la reliquia del sacro dente di Buddha. Esso è un componente dello stabile del Palazzo Reale che si trova più a nord.

Quest’ultimo fu la residenza reale del monarca dello Sri Lanka, fa parte del complesso precitato insieme alla Sala del Pubblico Reale, il Palazzo della Regina, l’Ulpange (padiglione balneare della Regina), i Quartieri Harem del Re e il Tempio del Dente.

Polonnaruwa

Per concludere, la cittadina di Polonnaruwa è un importante centro culturale, religioso ma soprattutto è una significante area archeologica.
Qui vi può visitare il Vatadage, una struttura buddista a forma circolare.

Fu costruito per la protezione di un piccolo stupa, una costruzione che conteneva al suo interno delle reliquie, utilizzato per meditare ;

Successivamente vi è il Gal Vihara, un tempio la cui caratteristica sono le quattro sculture in rilievo del Buddha, scolpite in una grande parete rocciosa di granito.

Infine, ma non meno importante, lo Shiva Devale n.2, un tempio Indù, anch’esso Patrimonio dell’UNESCO.

Siti archeologici

Per quanto riguarda lo Sri Lanka centrale individuiamo lo Sigiriya, un sito archeologico che raggruppa le rovine di un palazzo reale antico, la Porta dei Leoni ed un muro affrescato. E’ situato su di una placca rigida di un vulcano eroso.

Un altro sito archeologico importante è il Tempio d’Oro di Dambulla, situato a 72 km a nord della città di Kandy. E’ un tempio di roccia composto da torri che dominano le pianure intorno.

Vi sono più di ottanta grotte, ma le principali sono cinque che contengono svariate reliquie : ‘Grotta del Divino Re’, ‘Grotta dei Grandi Re’, ‘Grande Nuovo Monastero’ e infine le altre due che sono le più piccole e sono molto più recenti rispetto alle precedenti.

Parchi nazionali

Molteplici sono i parchi nazionali, ma il principale è il Wilpattu National Park nel quale ci sono laghi naturali e alcuni animali a rischio di estinzione come i leopardi, gli elefanti e il cervo macchiato.

Ma non solo! Vi sono anche molte specie di uccelli (come gufi e acquile) e di rettili (tra cui il cobra e il pitone indiano).

Inoltre ha una rilevante importanza la Riserva forestale di Sinharaja, una zona naturale protetta che scampò all’utilizzazione commerciale perchè difficoltosa da raggiungere. Gi alberi raggiungono i 50 mt di altezza ma sono presenti anche molti animali.

Spiagge

Infine per quanto riguarda le spiagge la più suggestiva è la Hikkaduwa Beach, privilegiata per le attività acquatiche (come le immersioni e lo snorkeling sulla barriera corallina) e per il relax.

Mentre Kalpitiya Beach è famosa per gli elevati avvistamenti di cetacei di svariate dimensioni.

© Riproduzione riservata
Leggi anche