Il Campanile di Giotto a Firenze: storia, altezza e come visitarlo

Nel 1334 iniziarono i lavori del Campanile di Giotto a Firenze, dalla cui cima si può godere il panorama dei colli toscani, soprattutto al tramonto

Firenze è una delle città più belle del mondo, ricca di fascino, cultura e tante opere d’arte. Il Campanile di Giotto è il simbolo della città, ma è giudicato il più bello d’Italia. Si trova in piazza Duomo ed è, infatti, la torre campanaria del Duomo Santa Maria del Fiore, alto ben 84.7o metri e largo 15.

Dopo aver salito 414 scalini si possono ammirare dalla sua cima un panorama emozionante e degli scorci indimenticabili, come la Cattedrale e la Cupola del Brunelleschi, in particolare al tramonto. I lavori iniziarono nel 1334 grazie all’artista Giotto ed è una vera testimonianza di arte gotica del Trecento.

cb78b7d1b0aff613b7f26819b94d7308

Campanile di Giotto a Firenze: storia, altezza e come visitarlo

Il Campanile fu progettato e voluto da Giotto, nel 1334 iniziarono i lavori. L’artista purtroppo non riuscì a vedere l’opera conclusa, perchè morì tre anni dopo l’inizio della costruzione. Andrea Pisano continuò il progetto del maestro e concluse i primi due piani e abbellì tutta la parte esterna. I lavori, a causa della peste nera, si fermarono per un breve periodo, dal 1348 al 1350, ma furono poi ripresi e conclusi da Francesco Talenti.

L’artista dotò il campanile di luce grazie alla costruzione di finestroni, bifore accoppiate e di grandi trifore timpanate. L’ultima opera realizzata nel 1359 è la grande terrazza panoramica, nonostante Giotto avesse previsto una copertura a guglie cuspidata in perfetto stile gotico. Un lavoro immenso per l’epoca, la torre, infatti, è alta 84.70 metri, ma oggi più che mai si può capire quanto fu importante.32674545 1289978827801085 5362262408448442368 n

Storia, altezza e come visitare il Campanile di Giotto a Firenze: un’esperienza unica e indimenticabile

Per accedere al Campanile di Giotto è necessario acquistare un biglietto d’ingresso, valido per il Grande Museo del Duomo, che dà la possibilità di accedere a tutti monumenti e ha una validità di 72 ore dal primo ingresso. Per arrivare alla terrazza panoramica non ci sono ascensori, ma si devono fare ben 414 scalini a piedi, quindi è fortemente sconsigliato a persone che soffrono di cuore, claustrofobia o di vertigini. Si può entrare solo pochi alla volta e accompagnati da una guida. La fatica e l’attesa, però, saranno ripagate dalla vista finale. Si consiglia di prenotare in anticipo il biglietto, perchè c’è sempre molta richiesta, ma questo non deve scoraggiare, perchè si ha il tempo di visitarlo fino alle 19:45. Il consiglio è proprio quello di aspettare le ore del tramonto per godersi un panorama ancora più unico. 0a47af490973e1a061e8b3f8bec822a7

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Inverno 2021 in Svizzera: la riapertura degli impianti sciistici

Come si festeggia Halloween in America: tradizioni e curiosità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media