Capsule Hotel, a Tokio si pernotta anche così. Incredibile.

Che cosa sono i Capsule Hotel a Tokyo

Siamo alla fine degli anni 70 in Giappone; qui i Salary man, ovvero gli impiegati delle grandi aziende, sono spesso costretti ad affrontare orari di lavoro massacranti. Si attardano in ufficio ed una volta usciti non riescono più a tornare a casa: la maggior parte di loro infatti sono pendolari che ormai hanno perso l’ultimo treno.

Per merito, o per colpa, dell’etica del lavoro giapponese questa situazione inizia a ripetersi frequentemente in molte delle città più grandi come Osaka e Tokyo: inizia ad esserci bisogno di una soluzione. Nascono così i Capsule Hotel a Tokyo.

Come funzionano i Capsule Hotel

Quando vi si apriranno le porte di una di queste strutture ricettive non vi ritroverete di fronte ad una grande Hall o ad una raffinata reception ma davanti ad una piccola postazione, spesso automatizzata, in cui dovrete procedere al check in.

Advertisements

Da qui sarete indirizzati in una zona dove depositerete le scarpe e ritirerete delle ciabatte da usare all’interno della struttura. Non appena avrete indossato le ciabatte potrete accedere ad una zona in cui depositare il bagaglio; infatti non porterete in camera con voi la vostra valigia ma la lascerete tutta la notte in questa zona custodita e sicura.

A questo punto vi verranno consegnati diversi asciugamani, prodotti per la pulizia del corpo, spazzolino da denti, dentifricio e, in alcuni casi, una divisa da utilizzare negli spazi comuni.

Ora sarete finalmente liberi di raggiungere la vostra Capsula.

Nei Capsule Hotel infatti non esistono stanze ma solo delle piccole alcove – larghe circa un metro, profonde due ed alte un metro e venti o poco più – in cui potrete passare la notte. Ovviamente la Capsula è fornita di tutti i comfort: un comodo materasso, un cuscino, prese per il ricircolo dell’aria e per la corrente elettrica, un piccolo televisore, una luce da lettura e l’accesso ad Internet.

Qui potrete trascorrere una tranquilla notte di riposo isolandovi dalle altre capsule che vi circondano tirando le tende o chiudendo lo sportello che sigilleranno l’unico spazio aperto della capsula, ovvero quello da cui siete entrati.

Se prima di dormire o durante la notte aveste bisogno di utilizzare il bagno ne troverete uno comune sul vostro piano che sarà frequentato solo da membri del vostro stesso sesso: i Capsule Hotel infatti preferiscono ospitare uomini e donne su piani separati.

Se invece aveste bisogno di altri servizi l’offerta sarà diversa da albergo ad albergo: alcuni saranno estremamente spartani altri incredibilmente lussuosi. Tra i servizi più comuni troveremo saune, lavanderie a gettone, distributori di snack, di bevande, di cravatte e di calzini.

Perché dormire in un Capsule Hotel

Probabilmente la scelta di dormire in un Capsule Hotel è dettata da tre fattori: la praticità, il budget e la voglia di fare un’esperienza.

La praticità di questi alveari infatti è innegabile: a Tokyo se ne trovano diversi in tutte le zone principali e sono sempre vicini ai migliori mezzi di trasporto, diventando così soluzioni ideali per chi volesse pernottare ogni volta in un quartiere diverso visitando la città nel dettaglio e con comodo.

I Capsule Hotel inoltre offrono ospitalità per tutti i budget, con stanze a partire da circa 25€ per notte in strutture sempre pulite ed attrezzate: un prezzo ben al di sotto di quello proposto da molti alberghi della capitale.

Alcuni Capsule Hotel inoltre permettono di risparmiare in maniera significativa offrendo ai propri residenti la possibilità di usufruire di una cucina comune.

Se viaggiate in coppia però tenete a mente che, salvo rare eccezioni, nella maggior parte di queste strutture non potrete dormire assieme ed il prezzo di due alcove non è troppo inferiore a quelle di una camera doppia in alberghi di buon livello.

Infine potreste scegliere di pernottare in un Capsule Hotel per osservare da vicino uno spaccato della realtà giapponese vivendo un’esperienza che varrà la pena raccontare. Qualora foste particolarmente alti ma vorreste comunque vivere l’esperienza dell’hotel alveare potreste scegliere di spendere una notte in una struttura extra lusso che gode, oltre a servizi extra di ogni genere, di capsule più alte e spaziose.

Se soffriste invece di una forma anche leggera di claustrofobia l’esperienza è decisamente sconsigliata.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cascate del Niagara, come arrivare da Toronto

Leggenda dell’Etna: storia

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media