Cinque motivi per visitare la Provenza in primavera

Ci sono luoghi dove la bellezza può essere vista, toccata, odorata e anche assaporata. E non si può pensare a un posto migliore da visitare di una regione come la Provenza. Panorami leggendari catturati da Cezanne, mercatini all’aperto,

antiquariato.

Queste sono solo alcune delle ragioni che rendono questo un posto che vale la pena di visitare.

Le principali ragioni sono qui sotto elencate.

1. Assistere all’arte che si anima
La Provenza stessa è un’opera d’arte ed è raffigurata nei quadri di artisti come Van Gogh, Gauguin, Cezanne, Matisse e Picasso. Si possono attraversare i campi ben curati attorno alla bella campagna. Cezanne, un nativo della
Provenza, imprigionò sia la bellezza sia l’amore per la città natia nei propri quadri come Montagne Sainte-Victoire.

Advertisements

2. Il color porpora
Mentre si viaggia per la campagna è difficile ignorare le profonde tinte color porpora che coprono le colline del Nord della Provenza. I campi di lavanda ondeggiano nel vento che trasporta l’aroma di infiniti profumi e fiori. Per provare le emozioni della lavanda in piena fioritura è meglio viaggiare nei mesi di giugno e luglio ma le sue bellezze possono essere ammirate fino a metà ottobre.

3.

Mercatini all’aperto
Il profumo di lavanda insieme al miele, ai prodotti di stagione (di qualsiasi stagione) e alle baguette fresche si sentono nell’aria dei mercatini. Ogni giorno porta con sé un mercatino di una regione diversa. I venditori ambulanti aprono solitamente intorno alle otto e finiscono la giornata alla una. Questo non solo offre del buon cibo ma anche un perfetto contorno per gente che ricerca e si immerge davvero in una cultura.

4. Tesori nascosti
Ogni viaggio non sarebbe completo senza un diario dei vari momenti o di qualcosa che catturi il carattere e la cultura del luogo. La Provenza dona ampie opportunità di trovare tali tesori con i suoi molti negozietti di antichità e mercati delle pulci. Alcuni sono ben conosciuti: il Marché à la Brocante a Villeneuve-les-Avignon e l’Isle-sur-la-Sorge a Vaucluse. Che sia un armadio del 18° secolo o, per i portafogli più pieni, un cappello vintage di paglia, è possibile trovarli qui insieme a autentici pezzi di ceramiche di provincia.

5. Qualcosa di originale
E finalmente per quelli come voi a cui piace l’autenticità, c’è l’originale Arco di Trionfo che fu costruito nel 26 Anno Domini. Niente è certamente più autentico di questo. Tutto questo assieme a una statua dell’Imperatore Augusto ed un antico anfiteatro romano può essere procurato ad Orange nell’estremità nord della Provenza.

E’ un viaggio, questo, che risveglia davvero i sensi!!

Scritto da Linda Tonello
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Come si celebra il Capodanno Cinese in Indonesia

Cinque motivi per preferire Siviglia a Barcellona

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zante: come arrivare, cosa vedere e dove dormireZante: come arrivare, cosa vedere e dove dormire
  • wismarWismar: luoghi d’interesse e come arrivarci dall’Italia

    Linee guide per raggiungere dall’Italia la città di Wismar e consigli utili sui luoghi di interesse principali da visitare una volta giunti a destinazione.

  • Weekend San Valentino con bambiniWeekend San Valentino con bambini
  • 
    Loading...
  • Weekend San Valentino benessere a RadenciWeekend San Valentino benessere a Radenci
Entire Digital Publishing - Learn to read again.