Notizie.it logo

Come spendere poco vacanza ad Ancona

Come spendere poco vacanza ad Ancona

Adagiata su un promontorio formato dalle pendici settentrionali del monte Conero, Ancona è una città portuale che vanta una storia millenaria nonché un centro storico ricco di monumenti e un litorale pieno di località balneari molto apprezzate dai turisti.

Trascorrere qualche giorno di vacanza in questa bella città marchigiana è possibile anche per chi ha un budget limitato che non lascia ben sperare. Scopriamo come.

Il modo migliore per spendere poco durante una vacanza ad Ancona, soprattutto nel periodo estivo, è puntare sulla bassa stagione preferendo quindi un soggiorno, più o meno lungo, nei mesi di giugno e settembre, che tra l’altro sono i più indicati per chi non ama le spiagge troppo affollate.

Preferire il B&B all’albergo è un’altra ottima soluzione. Altrettanto efficiente è la scelta di alloggiare in agriturismo che permette di assicurarsi una vacanza non solo più economica ma anche più rilassante e piacevole.

Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, la soluzione ideale, soprattutto per chi alloggia non troppo distante dal mare e dal centro cittadino, è muoversi in bicicletta.

Per quanto riguarda invece il mangiare, consiglio di evitare i ristoranti troppo centrali e rinomati e di eseguire un bel giro di ricognizione nella via dei locali per farvi un’idea dei prezzi attraverso i menù esposti all’esterno di bar, tavole calde e ristoranti. Evitate assolutamente quelli che non espongono i menù e se non avete troppa fame, soprattutto per pranzo, prendete un solo menù del giorno e mangiatelo in due. Se il cameriere vi guarda male, fregatevene. Niente vieta questa soluzione né a Roma né a Parigi né ad Ancona!

Visitare il centro storico ma anche il lungomare Vanitelli, un’area ricca di chiese e monumenti, non costa nulla, quindi optate solamente per le attrazioni all’aperto e i musei gratuiti.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche