Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Indocina: cosa vedere a Laos

laos

Laos, fascino a metà tra l'esotico e il mistico tipico dei paesi orientali. Un luogo, tante sfaccettature.

Il richiamo dell’estremo oriente è invitante e parla direttamente al cuore di ogni vero viaggiatore. L’Indocina, in particolare, negli ultimi anni è stata meta di viaggi di turisti da tutto il mondo. Godere delle bellezze di questa regione ha il sapore dell’avventura, il fascino a metà tra l’esotico e il mistico tipico dei paesi orientali. Dei vari stati appartenenti a questa regione, oggi vogliamo esplorare le principali attrattive e capire cosa vedere a Laos.
Se state pensando di partire per l’Indocina , consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Antichità e natura, le ricchezze del Laos.

Lo stato del laos è attraversato da uno dei più importanti fiumi della regione, il Mekong. Il corso del fiume è costellato di una miriade di isole, ognuna delle quali presenta caratteristiche uniche rispetto alle altre. La sola esplorazione di questo fiume è, di per sé, un viaggio lungo e ricco di soddisfazioni.

Dal punto di vista geografico è possibile attuare una suddivisione all’interno del territorio del Laos. Il nord del paese è montuoso, brullo e selvaggio, adatto ai veri avventurieri. Il turismo di massa si concentra soprattutto nelle grandi città come Luang Prabang e Vientiane. Per chi non disdegna un’esplorazione più rilassante, il sud è caldamente consigliato, con i suoi panorami mozzafiato. La meta sicuramente più frequentata è Luang Prabang.

La cosa che colpisce al primo sguardo è la particolare conformazione orografica, con il centro cittadino sviluppato su una penisola collinare, bagnata dal Mekong. In cima alla collina svetta il tempio buddhista di Phousi, il principale e maggiormente panoramico di questo luogo che ne vanta numerosi, caratterizzati dallo stile locale.

Non per nulla il centro rientra nel patrimonio dell’UNESCO.

Ben diversa nello stile è la capitale Vientiane, più a misura di turista. Dopo il faticoso viaggiare e spostarsi per le campagne e le foreste, questo centro abitato è l’ideale per ricaricarsi in quanto provvisto di tutti i comfort. Ci si può svagare nel mercato cittadino, passeggiando serenamente e facendo acquisti. Risulta leggermente carente dal punto di vista delle attrattive, rappresentate principalmente dai templi di Wat Si Sakhet e Phra That Luang, il più sacro della nazione.

Tra i principali punti d’interesse, il Laos ne offre uno avvolto dal mistero. La piana di Phonsavan, meglio nota come piana delle giare, è disseminata di centinaia, se non migliaia, di enormi giare. La zona non è interamente visitabile, a causa delle mine inesplose risalenti al conflitto in Vietnam. Nessuno è ancora riuscito a far totalmente luce sulla funzione di questi enormi contenitori, anche se gli studiosi hanno cominciato a concordare sull’ipotesi di una funzione funeraria.

Come anticipato poco sopra, visitare il Laos significa anche affrontare un’autentica avventura.

Ecco, quindi, per i più temerari, un’occasione più unica che rara. Le caverne di Konglor, si inoltrano nel ventre del Laos centrale per decine di metri. Attraverso una tipica lancia orientale, sarà possibile addentrarsi nelle profondità e nelle tenebre di queste grotte calcaree, tra le più spettacolari e suggestive al mondo.

Emersi dalle profondità della terra, per gli amanti della natura incontaminata la direzione da prendere conduce verso la regione settentrionale del Bokeo. Qui si estende il parco nazionale di Nam Ha, che negli anni registra un’affluenza sempre maggiore di visitatori. L’area ospita tribù di montagna che offrono alloggio e una guida per le escursioni a prezzi bassissimi. Immersi nel verde lussureggiante sarà possibile scorgere elefanti, tigri ed altre specie animali rare.

Proiettandosi dalla parte opposta del paese, nei pressi della città meridionale di Pakse, si apre una vasta zona dedita alla produzione di caffè, papaya e frutti tropicali.

L’unicità di questo sito risiede nelle numerose e spettacolari cascate che si tuffano tumultuose nelle acque del Mekong. L’occasione perfetta per assistere allo spettacolo e alla potenza della natura.

I luoghi d’interesse sono veramente numerosi, dalle riserve naturali agli svariati templi che sorgono come d’incanto nel bel mezzo delle campagne. Ciò che caratterizza il Laos è la continua commistione di bellezza naturale, così pura e incontaminata, e fascino culturale, espresso in tutta la sua eleganza dagli innumerevoli edifici sacri. Ma il Laos, così come tutta la regione dell’Indocina, regala emozioni che non possono essere solo raccontate e che non vedono l’ora di essere vissute.

© Riproduzione riservata
Leggi anche