Cosa vedere a Nettuno, tutto sulla città laziale

Nettuno, non solo mare!

Nettuno è sempre stata una delle località balneari più frequentate del Lazio. Non a caso tutti i turisti sono concentrati nel periodo estivo perchè presenta numerose località turistiche sia libere che a pagamento.
Non solo la città cattura con il suo fascino ma ci sono molte strutture che sono addette al ricevimento dei turisti e tutto la rende una città unica ed accogliente, oltre alle spiagge, scopriamo cosa vedere a Nettuno.

Cosa vedere a Nettuno

Il Borgo Medievale

Nettuno non è soltanto una località turistica marittima ma come ogni cittadina racchiude un passato tutto da visitare. Il Borgo Medievale è il posto caratteristico formato da case, chiese, palazzi che racchiude una bellezza di altri tempi anche se poco curato ci permette di poter ammirare il porto turistico.

Il Borgo fu realizzato quando si trovava sotto agli Orsini. Nonostante sia di piccole dimensioni il Borgo racchiude al suo interno differenti monumenti e vie suggestive.

Advertisements

Differenti sono i monumenti da poter visitare come il Palazzo Boronale, Palazzo Doria Pamphilij, la collegiata di San Giovanni Battista e infine il Borgo Medievale.

Il Santuario di Santa Maria Goretti

Il luogo di culto che attira migliaia di turisti in tutto il mondo é il Santuario di Santa Maria Goretti. Molti fedeli e praticanti cattolici si riuniscono ogni anno per poter visitare questo maestoso santuario.

Il Forte Sangallo

Nei pressi del lungomare troviamo il Forte Sangallo che fu costruito nel 1501 da Antonio Sangallo con lo scopo di poter garantire una notevole protezione per la cittá.

Il castello si presenta con una struttura quadrangolare che affaccia direttamente sul mare costruita su solide mura di oltre 5 metri. La struttura è stata governata da differenti proprietari e passò dai Borgia alla Camera apostolica fino ai Borghesi.

Eventi e Gastronomia di Nettuno

La festa in onore alla Madonna delle Grazie la padrona della cittadina di Nettuno non è altro che una festa patronale che viene festeggiata dal primo sabato di maggio.

In genere la festa del paese dura dal 4 al 12 e dove partecipano le persone sia del paese stesso che dei comuni vicini.

La festa consiste nella sfilata di bambini e bambine vestiti da angeli e pargoletti mentre le ragazze sfilano in costume. Una delle tradizioni che prevede la festa della Madonna delle Grazie é quella di bagnarsi nelle acque gelide, in genere, viene effettuato ogni 1 gennaio.

Infine, la Sagra del Fungo Porcino viene effettuata ogni anno a Settembre che racchiude un gran numero di turisti appassionati di funghi e della buona cucina italiana, la festa viene svolta nel parco Palatucci.

I piatti tipici di Nettuno sono ottimi ed adatti per tutti i palati. Ecco tutte le ricette tipiche della zona che potrete gustare se avrete l’opportunità di poter visitare la cittadina.

Ricette

I carciofi alla romana, una ricetta tipica della regione Lazio e risulta un piatto semplice sia da preparare che da gustare.

I fegatini alla romana, per tutti gli amanti del fegato ameranno sicuramente il fegatino alla romana aromatizzato e tagliato a pezzettini che lo rendono davvero unico nel suo genere.

I frascarelli, riso ben cotto mischiato con della farina bianca, risulta simile alla polenta ma alla fine della cottura vengono aggiunti pomodori, melanzane e salsicce. Le lasagne ai carciofi, per chi ama i piatti ben consistenti sicuramente amerà le gustose lasagne ai carciofi, un’alternativa più leggera alle classiche lasagne.

Il supplì, un piatto tipico della regione Lazio, non è altro che una grossa polpetta allungata con del riso e della carne lavorato con le uova e la mozzarella. Simile all’arancino della Sicilia ma dalla forma e la consistenza molto più grande.

Oltre ai primi ed ai secondi di certo non mancano i dolci tipici della regione Lazio come le crostate. La crostata alla ricotta viene preparata con cannella, vaniglia, zucchero, tuorli, ricotta e latte con delle gocce di cioccolato e scorze di arancia rifinita con delle strisce di pasta frolla.
La crostata di visciole non è altro che la classica crostata di marmellata tipica sempre della regione.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa vedere a Nantes e dintorni: mete imperdibili

Cosa vedere a Nimes, in Francia: i posti più popolari

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media