Notizie.it logo

Cosa vedere a Nikko in un giorno, il nostro itinerario

cosa vedere a nikko in un giorno

Nikko, un vero gioiello ricco di templi e natura.

Nikko è una città che si trova in Giappone a pochi chilometri da Tokyo. In passato è stata una tra le località più importanti del buddismo giapponese, per poi diventare simbolo del sincretismo giapponese.
È una meta che viene spesso scelta dai turisti grazie alla vasta quantità di risorse che offre: può vantare, infatti, della presenza di antichi monumenti storici e di bellezze naturali, che soddisfano così le esigenze di tutti i turisti, sia coloro che amano la natura ma anche chi è interessato all’arte e all’architettura tradizionale. Scopriamo cosa vedere a Nikko in un giorno.

Cosa vedere a Nikko in un giorno

Il Tempio Rinnoji che è il più importante tempio di Nikko e contiene statue lignee di Amida, Senju-Kannon e Bato-Kannon. La Villa Imperiale Tamozawa; il Santuario Futurasam, che è dedicato ai kami di Nikko.

E ancora, tra le cose da vedere a Nikko in un giorno, l’abisso Kanmangafuchi, che dispone di una passeggiata a piedi nelle vicinanze del fiume, il giardino botanico, il ponte Shinkyo, ovvero il “sacro ponte“, uno dei tre migliori del Giappone.

Per gli amanti del lago e della natura troviamo il Chuzenji nel quale si possono trovare le terme, il museo di scienze naturali e il Santuario Futurasam.

Molto suggestiva è Yumoto Onsen, una piccola città termale che fa parte del Parco Nazionale della città; la palude di Senjogahara nel quale si possono fare emozionanti escursioni e la Cascata Kegon, una tra le più famose di Nikko.

Una tappa da non perdere per nessun motivo, proprio perché scelta da migliaia di turisti e gruppi di studenti, è il Tosho-gu e la visita alla tomba di Tokugawa leyasu: sarà incantevole per voi ammirare la stalla del cavallo bianco sacro.

La passeggiata all’abisso di Kanganmafuchi, lontano dalla confusione, è l’ideale. Dopo una passeggiata di 10 minuti si arriva in un piccolo orrido dove sulla riva siedono statue di antenati che indossano abiti rossi. Dal sacro ponte rosso si può godere della vista di un romantico tramonto, uno dei soggetti del paese maggiormente immortalati nelle fotografie dei giapponesi.

Quando visitare Nikko

Non c’è una stagione nella quale viene particolarmente sconsigliata una visita nella città, perché è meravigliosa in tutte le sue stagioni.

In autunno si possono ammirare il rosso e il giallo delle foglie nelle aree ad attitudine maggiormente elevata. In primavera, invece, si può osservare lo spettacolo dei ciliegi che fioriscono intorno al lago Chuzenji.

Nikko è situata a 130 km da Tokyo, e il metodo più conveniente per raggiungere la città è prendere un treno della Tobu Railway dalla stazione di Asakusa.
Il viaggio ha una durata circa di 100 Km. Ci sono due stazioni dei treni a Nikko dove la stazione di arrivo varia a seconda della direzione in cui hai scelto di prendere il treno a Tokyo.

I santuari e templi sono situati nella parte Ovest della città e si possono raggiungere a piedi in mezz’ora, percorrendo la strada principale della città.

Lì potete trovare un centro di informazioni turistiche dove vi verrà consegnata una mappa del territorio. In alternativa al percorso c’è un bus per 10 minuti. È una città giapponese ricca di eventi e festività, tra i più importanti c’è il Shunki Reitaisai, il Festival di primavera del Santuario Tosho-gu.

Particolarmente indicata per chi coltiva una profonda passione per santuari e templi giapponesi, ma anche per chi ama essere a contatto con la natura, Nikko è una città che vi sorprenderà con le sue numerose sculture e risorse naturali. Non ne rimarrete sicuramente delusi!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche