Notizie.it logo

Cosa vedere a Oslo in due giorni, i nostri consigli

cosa vedere a oslo in due giorni

Oslo: tra natura e cultura.

Oslo è la capitale della Norvegia, tuttavia spesso quando si organizzano viaggi in questo bellissimo stato, si tende ad evitare completamente la città, in realtà molto interessante. Infatti, non essendo troppo grande, due giorni risultano perfetti per visitare Oslo e per rimanere completamente incantati sia dagli spettacoli naturali che offre, sia dalle persone, cordiali e disponibili. Ecco cosa vedere a Oslo in due giorni

Oslo, cosa sapere

Oslo è una città moderna, verde, e pulita, dove la coscienza ambientale è un fattore molto importante, infatti pochissime sono le auto circolanti ed ancora meno quelle non elettriche; inoltre la conservazione delle aree naturali è un impegno costante per la città.

Per questo motivo i servizi di mezzi pubblici sono molto efficienti e puntuali, ma in ogni caso il centro risulta così compatto da essere perfetto per una passeggiata o per l’affitto di una bici.

La città è energica, con i suoi quartieri, la cucina innovativa ed una grande attenzione alla moda e all’arte, infatti moltissimi sono gli spettacoli di opera e balletto durante tutto l’anno, nonché i concerti di musica live.

Cosa vedere ad Oslo in due giorni

Giorno 1

La galleria nazione è una tappa must di Oslo, infatti non solo contiene le opere più importanti del pittore Norvegese Edward Munch (autore dell’Urlo), ma anche la storia dell’arte norvegese durante i secoli, non molto conosciuta ma sicuramente da apprezzare.

L’Opera house è un magnifico esempio di architettura contemporanea, con le sue magnifiche vetrate che si specchiano sul mare. Si può gratuitamente salire sul suo tetto bianco e godere di una magnifica vista sul fiordo.

Sempre nell’incantevole porto di Oslo è d’obbligo passeggiare per gli incantevoli moli, dove si trovano inoltre, moltissimi locali alla moda della città e anche lo spettacolare museo d’arte moderna.

Progettato da Renzo Piano, possiede una particolarissima forma che richiama il mare e le vele, mentre al suo interno contiene un’interessante collezione d’arte.

Ci troviamo ancora sul molo per visitare il famoso castello fortezza di Akershus costruito circa nel 1300, ed usato negli anni sia come base militare che come residenza reale. Questa posizione privilegiata ai piedi della città è quindi il luogo ideale per godere del bellissimo tramonto norvegese.

Secondo giorno

Con un viaggio di appena 15 minuti si arriva all’incantevole penisola di Bybdoy, sede di quattro importantissimi musei norvegesi: Mueso Folkloristico, Museo delle navi vichinghe, Museo Fram e Museo Kon-Tiki. Visitare tutti e quattro i musei risulta dal punto di vista logistico molto difficile, quindi si tende spesso a sceglierne solo due, in modo da sfruttare al meglio le tempistiche.

Il parco di Vigeland, che si trova leggermente in periferia, è un luogo magico.

Infatti si trovano qui ben 212 statue, che raffigurano persone di ogni età mentre svolgono attività quotidiane. Osservare all’ombra dei moltissimi alberi, i dettagli che caratterizzano ogni statua è sicuramente un’esperienza impagabile.

Oslo ed il divertimento

Se si cerca una vacanza all’insegna di cultura e natura questo è l’itinerario perfetto. Oslo però offre anche una vastissima scelta di attività sempre nuove ed aggiornate: per esempio per chi ama sciare sono assolutamente da consigliare l’Oslo ski center e Winter park.

Inoltre basta controllare le attività presenti nell’area durante il periodo da noi scelto per capire quanto ancora la città ci possa offrire, sia per quanto riguarda concerti e spettacoli, ma anche rievocazioni vichinghe e molto altro ancora.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche