La prima crociera nello spazio: nel 2027 potrebbe diventare realtà

Per il 2027 è prevista la prima crociera nello spazio, un progetto che rende il futuro sempre più vicino.

Sembra tutto pronto per iniziare a realizzare la prima crociera nello spazio, che aprirà ai turisti la possibilità di trascorrere una vacanza con vista sulla terra. Scopriamo, quindi, quali sono le prime notizie e i dettagli dell’ambizioso progetto.

La crociera nello spazio

Il futuro che abbiamo per anni immaginato, con viaggi nello spazio e macchine volanti, sembra sempre più vicino. Le tecnologie sono sempre più avanzate, e aprono nuovi scenari anche sul piano del turismo.

Uno dei progetti più ambiziosi partiti negli ultimi tempi sono le crociere spaziali, viaggi fuori dall’atmosfera terrestre dedicati ai turisti.

Il progetto ha persino una data piuttosto vicina per la sua realizzazione: il 2027. In appena sei anni i viaggi nello spazio potrebbero diventare realtà.

La stazione spaziale verrà costruita dalla OAC (Orbital Assembly Corporation) e, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbe chiamarsi Voyager.

Scopriamo tutti i dettagli e le curiosità sulla crociera spaziale.

Primo hotel nello spazio

Come sarà la stazione?

Stando alle prime indiscrezioni, la stazione spaziale avrà la forma di una gigantesca ruota suddivisa in tanti moduli dove alloggeranno i turisti. La struttura si presenta, quindi, ben diversa dalla Stazione Spaziale Internazionale dei nostri giorni, composta da moduli dove è impossibile osservare la Terra o lo spazio profondo perché non ci sono oblò.

Gli astronauti avranno a disposizione solo una grande finestra che potranno raggiungere a turno per lavoro. Dalla stazione spaziale turistica invece, si potrà godere della vista sulla Terra da ampie vetrate.

In più, si potrà camminare su un vero pavimento dove la gravità sarà simile al 40 per cento di quella marziana. Si potranno fare salti molto alti, ma non si fluttuerà come fanno oggi gli astronauti a bordo della ISS. Nella palestra il campo da basket avrà canestri ad un’altezza di circa 4 metri dal pavimento e questo perché la minor gravità permetterà “balzi da gigante”.

L’hotel assomiglierà ad una lussuosa nave da crociera. Non mancheranno, quindi, ristoranti, saune, palestre e teatri.

La stazione spaziale ruoterà una volta ogni 90 minuti. Ogni piccolo gruppo di turist abiterà un modulo che avrà dimensioni di 20 per 12 metri e attraccato ad esso vi sarà una navetta in grado di far evacuare velocemente tutte le persone in caso di necessità. Alcuni moduli, invece, saranno dedicati alla ricerca scientifica e tecnologica, messi a disposizione per enti privati o statali che potranno affittarli per periodi più o meno lunghi. Altri ancora saranno adibiti agli alloggi dell’equipaggio, e al materiale necessario per la sopravvivenza in orbita, come acqua, ossigeno, cibo e altre cose del genere.

Quando sarà costruita, la stazione spaziale sarà il più grande oggetto mai costruito dall’uomo nello spazio.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lanuvio: cosa vedere tra i Castelli Romani

Quando si tornerà a viaggiare? Tutte le novità sui viaggi

Leggi anche
  • Ztl Milano, quali sono modalità pagamentoZtl Milano, quali sono le modalità di pagamento

    Modalità di pagamento per le Ztl, ossia la zona a traffico limitato di Milano: le informazioni.

  • Wizzair voli economici da ItaliaWizzair voli economici da Italia: tutte le tratte

    Wizzair: voli economici dall’Italia, le tratte e le offerte del momento.

  • Loading...
  • nuova zelanda vulcanoWhakaari: il vulcano marittimo della Nuova Zelanda

    Whakaari: il vulcano più attivo della Nuova Zelanda.

  • viaggi premio aziendaliWelfare aziendale, i viaggi premio come benefit per i dipendenti

    Viaggi premio aziendali: come incentivare i dipendenti e fare team building originale.

  • Viaggi organizzati di gruppo per singleWaynabox, viaggi di gruppo: come organizzare una vacanza

    Waynabox e viaggi di gruppo: tutte le informazioni per organizzare una partenza.

Contents.media