Deserto del Tassili: cosa vedere

Tutte le informazioni che servono per conoscere e visitare il deserto del Tassili,

Durante un viaggio in Algeria uno dei luoghi più spettacolari da visitare è il deserto dei Tassili. Si tratta di una porzione del famosissimo deserto del Sahara, che è assolutamente da visitare almeno una volta nella vita.

Deserto del Tassili

Il deserto del Sahara è una delle aree desertiche maggiormente note a livello mondiale.

Una porzione di quest’area decisamente suggestiva si trova all’interno del terriorio dell’Algeria. Si tratta di un luogo caratterizzato da una bellezza incredibile e da un ambiente estremamente variegato. Nella zona dell’Atlante Sahariano si possono ammirare ammassi di pietre che ricoprono gran parte della superficie del deserto. Spingendosi verso il centro dell’area desertica il paesaggio cambia completamente, grazie alla presenza di dune di sabbia. Inoltre, nella zona orientale del deserto che confina con la Libia, si può ammirare la catena montuosa del Tassili n’Ajjer.

Advertisements

All’interno del contesto territoriale di questi suggestivi monti si può visitare un meraviglioso Parco Nazionale, che fa parte della lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

deserto tassili

I monti del Tassili

La splendida catena montuosa del Tassili n’Ajjer costituisce una delle attrattive principali che si possano vedere all’interno dell’area desertica dell’Algeria. Il punto più alto si trova presso il monte Afao, la cui vetta raggiunge addirittura 2158 metri di altezza. In questa zona montuosa si trovano dei reperti decisamente interessanti da vedere. Si tratta di antichissime pitture rupestri e di incisioni, che rappresentano alcune delle più importanti testimonianze della preistoria che si possano ammirare all’interno del territorio africano.

Nella zona dei monti del Tassili n’Ajjer si trova una ricca presenza di florida vegetazione, che costituisce un’eccezione all’interno dell’area desertica dell’Algeria. In questo bellissimo contesto naturalistico è possibile vedere specie rarissime di mirto sahariano e del cipresso del Sahara.

Il centro del deserto

Nella zona centrale del deserto si possono ammirare delle suggestive grotte, all’interno delle quali si trovano altre antichissime pitture rupestri. Le guglie di roccia che sorgono tra l’oasi di Djanet e Tamanrasset si alternano a splendide dune di sabbia rosa.

Le dune dell’Erg d’Admer e quelle dell’Erg Tihoidaine cambiano inoltre colore nel corso della giornata. Nella regione dell’Hoggar si possono infine ammirare dei meravigliosi crateri vulcanici e delle incredibili piscine naturali che sorgono tra le rocce.

Le temperature

Durante la stagione estiva le temperature del deserto dell’Algeria sono molto elevate. Durante il giorno possono superare i 50 gradi centigradi e le precipitazioni sono pressoché assenti. Il periodo migliore per visitare questa magnifica area desertica è quello che va da dicembre a febbraio. Di notte le temperature calano drasticamente ma durante la giornata sono molto miti.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Da Malaga a Gibilterra: cosa vedere in Andalusia

San Martino, tradizioni venete: tutte le curiosità

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media