Notizie.it logo

Dubrovnik cosa vedere in tre giorni, l’itinerario

dubrovnik cosa vedere in 3 giorni

Dubrovnik, tre giorni pieni!

Connubio perfetto tra storia e divertimento, Dubrovnik è la meta ideale per chi ama viaggiare. La città dalmata offre ai molti visitatori la possibilità di ampliare il proprio bagaglio culturale con le strutture architettoniche ma anche di poter trascorrere delle ore molto rilassanti sul litorale e sulle isole antistanti dalla città antica.

Dubrovnik cosa vedere in tre giorni

Giorno 1: La città antica

La città appare sin da subito molto affascinante poiché le mura antiche, lunghe quasi 2 km, arrivano fino alla costa lasciando intravedere una città con un trascorso storico meraviglioso. La prima tappa del tour della città antica è la cattedrale di Santa Maria Maggiore. La chiesa è un gioiello bizantino a croce latina.

Entrando all’interno dell’edificio religioso è possibile notare i decori e la cupola in stile barocco. Sin da subito, entrando nel cuore della città si notano le bellezze che la storia ha lasciato tanto da essere state dichiarate Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO.

Altra opera architettonica che è possibile ammirare passeggiando tra le vie di Dubrovnik è il Palazzo del Rettore, edificio che ospita il museo storico ma che è anche sede di molti eventi culturali.

Tra i vari scorci si notano la fondata di Sant’Onofrio, la chiesa di San Biagio e San Salvatore e il Porto Vecchio.

La città, essendo sul mare offre la possibilità di poter provare anche dei cibi tipici della zona a base di pesce. Impossibile non visitare anche la Placa, una strada all’interno della città dove poter comprare dei souvenir o trascorrere la serata facendo dello shopping.

Giorno 2: le spiagge

La bellissima città di Dubrovnik è nota soprattutto per la bellezza delle proprie spiagge. Noto litorale è la spiaggia di Copacabana, impossibile da non visitare. In questa area balneare i lidi hanno tutte le attrezzature adatte alle esigenze dei turisti con aree riservate a famiglie con ombrelloni e spiagge attrezzate e anche locali in cui è possibile pranzare o cenare.

La miglior attrazione del luogo è il mare: l’acqua cristallina in cui è possibile fare immersioni o dilettarsi in sport acquatici. Dopo aver fatto una nuotata a Copacabana è la volta della spiaggia di Banje.

Anche questa costa è attrezzata di ogni comfort ed è ideale per rilassarsi e abbronzarsi sorseggiando un cocktail.

E’ durante la notte che la spiaggia apre le danze, infatti è impossibile non trascorrere una serata all’Eastwest Beach Club, la discoteca più conosciuta e frequentata in tutta la città di Dubrovnik.

Giorno 3: Le isole

Con un traghetto, che parte dal porto vecchio circa ogni mezz’ora, raggiungere l’isola di Lokrum, distante circa 700 metri dalla città di Dubrovnik, è davvero semplice. La piccola isola dell’arcipelago delle Elafiti è il luogo perfetto dove fare una passeggiata e tuffarsi dalla scogliera nelle acque limpide.

La zona più visitata dell’isola è il lago salato, un’area circondata da scogli in cui vi è l’incontro tra vegetazione e lo specchio d’acqua. A Lokrum impossibile non visitare l’ex Monastero Benedettino, un vero e proprio cimelio storico incastonato all’interno del parco.

Lasciando l’isola e facendo ritorno al porto è la volta della meravigliosa isola di Kolocep. L’isola è molto accogliente ed è particolarmente apprezzata dagli amanti della natura. Le escursioni organizzate permettono di poter fare un giro dell’isola per infine approfittare della splendida spiaggia per prendere un po’ di sole o fare una nuotata in tranquillità.

Prima di far nuovamente ritorno a Dubrovnik, non si può fare a meno di provare le specialità culinarie dei diversi ristorantini di Kolocep.

© Riproduzione riservata
Leggi anche