Escursione Monte Sparagio: itinerario nel territorio trapanese

Tutte le informazioni sull'escursione da fare sul Monte Sparagio di Trapani.

Per godersi al meglio un viaggio nel territorio di Trapani, è interessante fare una bellissima escursione sul Monte Sparagio.

Escursione Monte Sparagio

Il territorio naturale della Sicilia offre moltissimi scenari perfetti da visitare in vacanza. Le alture del territorio della provincia di Trapani sono tra le più amate dagli escursionisti.

In particolare, uno dei massicci più belli da vedere è il Monte Sparagio. La sua altezza raggiunge la quota di 1100 metri ed è la vetta più alta dell’intera area nel trapanese. La cima del monte spesso viene raggiunta dalla neve, in particolare durante la stagione invernale. In estate è molto semplice praticare trekking sulle stradine della montagna. L’unica difficoltà per le persone meno allenate risiede nell’ultimo tratto, che appare piuttosto impervio.

Il sentiero tortuoso che conduce verso la vetta permette di fare un interessante itinerario. Il profondo contatto con la natura rende questo luogo perfetto per il relax e l’avventura. Prima di organizzare una splendida escursione sul massiccio, è interessante conoscere tutte le informazioni sull’itinerario da fare.

trapani monte

La strada panoramica

La strada da percorrere per arrivare sulla vetta del Monte Sparagio è interamente sterrata. La maggior parte dell’itinerario prevede la percorrenza della parte occidentale dell’altura trapanese. Passeggiando si può ammirare un panorama spettacolare, che ripaga della fatica data dalla camminata. Si possono infatti vedere il Golfo di Bonagia e il famosissimo Monte Cofano, con il golfo sottostante. La visuale è talmente ampia da includere persino la località di San Vito Lo Capo e i bellissimi Monti dello Zingaro.

Dopo la parte iniziale del sentiero sterrato, inizia la porzione più tortuosa del percorso. Questa permette di raggiungere la vetta e di ammirare un panorama ancora più vasto. La visuale include in questo punto tutta la punta occidentale della costa Siciliana. Si può infatti ammirare l’area che va dallo splendido Golfo di Castellammare alle Isole Egadi.

Itinerario dell’escursione

La partenza è prevista presso il cancello che segna l’inizio del Bosco Giacolamaro. Da lì si percorre una fitta pineta, fino ad arrivare davanti a un bellissimo lago artificiale. Oltrepassando il bacino d’acqua ci si immette su una strada sterrata, che percorre a zig zag una salita piuttosto tortuosa all’interno del bosco. Da lì il panorama inizia ad aprirsi sul mare e sui monti circostanti. Dopo aver percorso un tratto di strada al di fuori del bosco, occorre girare sulla destra seguendo il sentiero. Oltrepassando la sella delle anticime occidentali, si giunge presso la vetta, contrassegnata dalla presenza di un’antenna.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Spiaggia Rio Forgia, Valderice: tutte le informazioni

10 cose da vedere ai Castelli Romani: la guida completa

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.