Notizie.it logo

Giardino romantico dei Ciucioi: tutte le informazioni

giardino romantico dei ciucioi

Tutte le informazioni per visitare il giardino romantico dei Ciucioi, a pochi passi dal centro storico del comune di Lavis.

Il giardino romantico dei Ciucioi è un giardino pensile unico nel suo genere, dove rovine e vegetazione creano un paesaggio incredibili. Un luogo ideale per ammirare le bellezze della natura e le particolari strutture al suo interno. Vediamo, quindi, dove si trova e cosa vedere.

Giardino romantico dei Ciucioi

Il Giardino dei Ciucioi, detto anche Giardino Bortolotti, è un giardino pensile nel paese di Lavis, a una ventina di minuti di auto da Trento.

Si tratta di un esempio di architettura di tipo romantico, tramite il quale si è cercato di far rivivere un paesaggio. Un complesso monumentale molto particolare, dal gusto eclettico, disposto su una serie di terrazzi artificiali.

Un’impresa a cui dedicò la vita Tommaso Bortolotti, un ricco mercante di grano e tabacco.

Si tratta di un giardino che sembra uscito direttamente da un racconto fantastico che risale alla prima metà dell’800.

Lungo il percorso si alternano terrazze a giardino pensile che, tra magnifiche piante rare, ospitano diverse strutture. Tra queste vi sono la facciata di una chiesa neogotica, un criptoportico, una loggia rinascimentale, e la “Casa del giardiniere”.

Il giardino fu danneggiato gravemente durante la Prima Guerra Mondiale, e in seguito alla terribile siccità del 1921 tutte le piante vennero distrutte. Tuttavia, dopo oltre vent’anni di lavori di rinnovamento, è stato da poco riaperto alle visite guidate.

Ciucioi

La visita

Il Giardino dei Ciucioi si sviluppa in un percorso a rampa elicoidale, con alla sommità l’edificio detto Casa del Giardiniere, in cui si susseguono terrazzamenti con curiose strutture.

Per molti decenni il giardino attirò l’interesse dei forestieri, che sostavano a Lavis per visitarlo.

Completato nel 1860 per volontà di Tommaso Bortolotti da Lavis, il giardino sorge nei pressi delle salite del Bristol. La sua struttura richiama, con la sua architettura naturalizzata fatta di sassi a vista, le vestigia dell’antico Castelliere preistorico. Nel periodo di massimo splendore, il giardino ospitava una collezione di piante rare ed esotiche disposte in due serre vetrate, che conferivano eleganza al complesso naturalistico.

L’intervento dei proprietari che si susseguirono nel corso degli anni garanti la manutenzione dell’opera anche se dell’antico splendore ne rimase nel tempo solo il ricordo.

Attualmente di proprietà del Comune, il giardino è stato ripristinato e dal 13 al 29 settembre diversi sono gli eventi e le manifestazioni che corona l’apertura/inaugurazione del giardino.

Un luogo davvero incredibile da visitare, soprattutto per trascorrere una piacevole giornata all’insegna della natura e del relax. Una destinazione perfetta, soprattutto per chi ama i posti particolari e misteriosi.

Inoltre, è possibile partecipare ai numerosi eventi organizzati all’interno del giardino, o alle visite guidate per gruppi.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.