Notizie.it logo

Girona, cosa vedere in due giorni nella città spagnola

girona

Girona conquista con il suo fascino medievale.

Girona è diventata una meta quasi obbligatoria durante il viaggio in Catalogna, in maniera particolare per il suo aeroporto, servito dai collegamenti di compagnie economiche. Geograficamente è collocata vicino a Barcellona e dista circa 40 km dalle acque limpide e azzurre della Costa Brava.

Girona, cosa vedere

E’ la punta di diamante della Catalogna, parliamo di Girona, una città con un passato incredibile, oggi è possibile ammirarne i capolavori. Parliamo di chiese, monumenti ed edifici antichi. Non mancano quartieri pittoreschi e ricchi di colore, che restano impressi nella mente dei visitatori.

Chiese e monumenti

Girona o Gerona, in castigliano, si trova sulle rive del fiume Onyar e nacque nel III secolo a.C.. L’età medievale ha profondamente influenzato l’aspetto di Girona con le sue mura medievali, sulle quali si può camminare per ammirare uno splendido panorama.

La cattedrale di Santa Maria, costruita tra l’XI e il XVIII secolo, realizzata con diversi stili, barocco nella facciata e nella scalinata, romantico nella torre e nel chiostro attira molti visitatori.

L’elemento più importante di questa chiesa è sicuramente la grande navata che, con i suoi 23 metri, è considerata la più larga del mondo.

cattedrale di santa maria

Un altro edificio importante della città che merita di essere visitato è la chiesa di Sant Fellu, cattedrale di Girona, costruita nel XII secolo. Al suo interno sono custodite diverse opere d’arte, come sarcofaghi paleocristiani e pagani ed una scultura gotica di grandissimo valore del Crist Jacent. Il suo elemento caratterizzante è sicuramente il campanile, troncato nell’estremità più alta, ed è visibile da ogni punto della città.

Dinnanzi alla scalinata della cattedrale si trova la copia della statua di Lleona (l’originale si trova nel museo d’arte di Girona), simbolo della città e rappresentante una leonessa che si arrampica su una colonna. La tradizione vuole che gli abitanti di Girona debbano baciarle il sedere, promettendo di ritornare presto in città.

Alle spalle della cattedrale i Banys Arabs, realizzati anch’essi nel XII secolo, nel luogo in cui si trovavano i bagni termali romani e musulmani. Una delle zone più visitate dai turisti è El Call, il ghetto ebraico della città, costituito da un labirinto di stradine in stile medievale.

Qui visse la popolazione ebraica ed è uno dei ghetti meglio conservati in tutto il mondo.

Banys Arabs

Girona deve sicuramente parte del suo fascino alle cases penjades, case che affacciano sul fiume Onyar, che ricordano molto le case che si trovano sul lungarno a Firenze, collegate da ponticelli, tra cui il Pont Isabel II, il Pont Eiffel, il pont de Sant Agustì e il Pond d’en Gòmez.

cases penjades

Girona gode della sua popolarità anche per essere una città universitaria ed è abitata da tanti ragazzi che studiano Lettere e che hanno la fortuna di studiare presso il Convento de Sant Domènec, primo edificio gotico della Catalogna. Di grandissimo spessore e degno di essere visitato è il monastero benedettino di Sant Pere de Galligants, sito accanto alla cappella di San Nicolau, insieme rappresentano uno dei più bei complessi di architettura rinascimentale.

Sant Pere de Galligants

Piazze ed eventi

Sulle rive dell’Onyar è possibile ammirare la Plaça de la Indèpendencia, una piazza con dei portici e con una statua, posta al centro della stessa, dedicata ai caduti durante l’epoca di Napoleone. Questa piazza è molto frequentata sia dagli abitanti che dai turisti di girona e, in particolare, ogni ultimo fine settimana di maggio ospita la Tocs de vi de l’Empordà, un’iniziativa durante la quale è possibile degustare vini tipici dell’Empordà e tapas presso degli stand.

Plaça de la Indèpendencia

Altri eventi tipici di Girona sono il Festival Temps de Flors, che ha inizio a maggio e trasforma la città in un enorme giardino incantato che rende omaggio ai fiori; il Fires i Festes de Sant Narcìs, la festa annuale del Santo patrono di Girona che si tiene ad ottobre; il festival del cinema che si tiene a settembre; il festival del teatro che si tiene in autunno; il carnevale celebrato in febbraio; la settimana santa, in occasione della Pasqua, durante la quale gli abitanti sfilano mascherati da legionari romani.

Girona è diventata un perfetto set cinematografico: la scalinata Pujada di Sant Domènech appare nel film Il profumo – Storia di un assassinio; è stata il set della serie Game of Thrones, girato nel quartiere antico della città.

A questo punto non vi resta che visitare il Museo del Cinema, il quale conserva la collezione di Tomàs Mallol: lanterne magiche, camere oscure, strumenti per creare illusioni ottiche, il proiettore dei fratelli Lumière e tanti altri oggetti originali di scena utilizzati in famosi film come Edward mani di forbice e Rocky

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

300
Leggi anche