Provenza: spiagge dell’isola Porquerolles

Isola Porquerolles, un meraviglioso angolo di Provenza.

Oggi andrò a parlare delle spiagge dell’isola Porquerolles, situata in Provenza. A seconda della parte di isola che occupano, possiedono delle diverse caratteristiche.

Spiagge dell’isola Porqerolles

L’isola di Porquerolles ospita diverse spiagge, ognuna delle quali presenta delle caratteristiche differenti ed in base alla posizione che occupa è più o meno accessibile.

Le spiagge che occupano la parte settentrionale dell’isola oltre ad essere più accessibili rispetto alle altre che sono posizionate altrove, sono anche maggiormente riparate; ciò consente di restare al protetto durante le piogge estive.

La Courtade è la spiaggia più vicina al paese, dal quale si può facilmente raggiungere utilizzando i mezzi indicati.
Essendo la spiaggia più vicina del paese, è molto frequentata da famiglie, che portano i propri bambini per farli divertire, coppie o gruppi di amici.

Nonostante sia una bellissima spiaggia, con sabbia fine e mare trasparente, non è l’ideale per chi ha intenzione di rilassarsi o stare in tranquillità; essendo molto frequentata, è parecchia la confusione che si può trovare.

Sull’isola Porquerolles sono presenti anche spiagge più piccole e nascoste ma sono più complicate da raggiungere; per raggiungerle occorre seguire dei percorsi a piedi o utilizzando la bicicletta. Raggiungere una di queste spiagge più nascoste è l’ideale quando si è in compagnia, in quanto risulta anche divertente il viaggio da effettuare.

Nella parte ovest dell’isola è situata la Plage d’Argent, che ospita tra l’altro un punto di ristoro. La scelta ideale da prendere è quella di recarsi la mattina in questa spiaggia e rimanere presso il ristorante a godersi l’ottimo pranzo.

Andando verso le spiagge situate a sud dell’isola, si ha maggiore probabilità di imbattersi in strepitosi tramonti e paesaggi, capaci di lasciare il turista a bocca aperta.

Consigli per vacanza all’isola Porqerolles

Naturalmente prima di intraprendere un viaggio del genere verso una di queste spiagge, bisogna essere al corrente di tutte le informazioni necessarie e che possono tornare utili.

La primavera è la stagione più consigliata per andare ad effettuare questo genere di viaggio verso una di queste belle spiagge, in quanto il paesaggio si riempie di colori e la vegetazione inizia a profumare l’ambiente circostante.

Anche l’estate, come la primavera, è adatta come stagione a differenza, però, che c’è molta più confusione naturalmente. D’estate sono numerose le famiglie che hanno intenzione di trascorrere qualche giorno lontano dalla confusione della città, per cui decidono di recarsi in una di queste spiagge. Per coloro che desiderano riposarsi e stare in tranquillità, consiglio quindi di scegliere la primavera piuttosto che l’estate.

Solitamente questo tipo di escursioni si svolgono in giornata, in modo tale da trascorrere la mattinata e l’intero pomeriggio in spiaggia per poi partire la sera.
Naturalmente, l’esperienza sarebbe ancora più bella se al posto di partire, ci si fermasse lì anche la sera, trascorrendo quindi fuori una notte. Sull’isola sono presenti diversi hotel, alcuni dei quali però non sono l’ideale in quanto offrono dei servizi alquanto scadenti rispetto alla qualità del viaggio in sè.

D’altronde essendo vietato il campeggio sull’isola in questione, bisogna necessariamente ricorrere ad un hotel; l’importante è sceglierlo con cura, prestando attenzione al rapporto qualità-prezzo.

Recandosi in un periodo non ad alta stagione, risulterà difficile trovare una stanza di un hotel a meno di 100 euro, trattandosi di un periodo nel quale non sono presenti molti turisti sull’isola. Andando, invece, d’esate per esempio, si possono trovare addirittura stanze al di sotto dei 60 euro, collocate in hotel con ottimi servizi.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Storia e spiagge dell’Isola di Tavolara

Casa delle Farfalle, cosa vedere a Milano Marittima

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.